di Giorgia Alto , 18.12.2019

Chi ama viaggiare trova sempre il tempo e il modo per farlo anche perché. al giorno d’oggi, basta saper cercare per trovare occasioni di viaggio stupende senza spendere troppo.

Questa guida è dedicata a chi non si può definire proprio un esperto e che quindi non sa che ci sono dei posti nel mondo assolutamente da visitare.
Insomma un aiuto a chi, per varie ragioni, non sa proprio da dove partire e cerca dei buoni consigli per iniziare nel migliore dei modi la propria carriera da “viaggiatore esperto”.

Ecco quindi un elenco di ben 20 posti assolutamente da visitare almeno una volta nella vita. Cosa aspettate? Iniziate a leggere.

Grand Canyon

L’America vanta moltissimi paesaggi naturali esaltanti ma il Grand Canyon è uno dei più suggestivi. I suoi punti di osservazione come il Cedar Ridge, il Desert View Watch le strade asfaltate, le foreste e le camminate chilometriche con lo zaino in spalla vi faranno vivere esperienze uniche.

Leggi anche “Cosa vedere nel Grand Canyon: percorsi e punti d’osservazione”.

Crystal Cave, Vatnajokull, Islanda

L’Islanda meridionale ospita l’incantevole grotta blu, una delle bellezze naturali più stupefacenti al mondo, che potete ammirare nel parco nazionale Skaftafell, situato tra Kirkjubæjarklaustur e Höfn. Paesaggi irreali tipici di un film fantasy che vi farà sognare a occhi aperti.

Leggi anche:

Cratere del Ngorongoro

Nell’area protetta del Ngorongoro, l’omonimo cratere si caratterizza per una varietà di habitat e microclimi e per la presenza molto densa di animali. Più di 260 chilometri quadrati di territorio in cui si alternano boschi, stagni, foreste, paludi, acacie e zone aride. Il paesaggio più bello della Tanzania Settentrionale.

Leggi anche “Quando vedere la Grande Migrazione in Tanzania”.

Lo Skyline di New York

New York, grazie alla presenza dei suoi altissimi grattacieli è un enorme vista panoramica. Ci sono però dei punti ideali per godere la città in tutta la sua bellezza. Il più alto è il Freedom Tower, che sorge dove una volta c’erano le Torri Gemelle. Nessun edificio però è poetico come l’Empire State Building, da cui si vede Central Park, la cui vista migliore però si ha salendo sul Top of the Rock.

Leggi anche “Il grattacielo più alto di New York”.

Le Spiagge di Rio de Janeiro

Allegria, sole e tanto divertimento nelle bellissime spiagge di Rio de Janeiro. Copacabana è la più famosa con i suoi 3 chilometri e mezzo di sabbia finissima, ma è la vicina Ipanema la spiaggia più affascinante.

Leblon è perfetta per le famiglie e per chi ama la tranquillità, Arpoador infine è la meta ideale per chi vuole fare surf.

Leggi anche “Dove trovare il mare più bello a Rio de Janeiro”.

Quello che resta del Muro di Berlino

Dopo il crollo del 9 novembre 1989 del Muro che divideva Berlino in due, oggi non restano che frammenti di un’epoca storica che non esiste più. Passeggiando lungo la porta di Brandeburgo, noterete per esempio che c’è ancora una torretta da cui i militari sorvegliavano il confine. La parte più lunga e appariscente del muro si trova invece nella east side gallery, mentre a Potsdamer Platz ci sono solo blocchi di muro e pannelli informativi arricchiti da foto e articoli.

Leggi anche:

Capo Nord

Capo Nord è famoso perché considerato, anche se erroneamente il punto più a nord dell’Europa, in cui i turisti sono attirati per la bellezza spirituale di questi luoghi. In alcuni periodi di dell’anno, inoltre Capo, Nord è la postazione ideale per ammirare l’aurora boreale e il sole di mezzanotte.

Leggi anche “Viaggio a Capo Nord in estate: come arrivare e cosa vedere”.

L’Aurora Boreale sulle Isole Lofoten

Chi vuole vedere l’Aurora boreale ha a disposizione un’altra postazione ideale. Si tratta delle isole Lofoten nella Norvegia Settentrionale. Un paesaggio aspro, con montagne che precipitano ripide sul mare e colorati villaggi di pescatori da cartolina. Il viaggio perfetto per chi ha bisogno di ritrovare pace e tranquillità.

Leggi anche “Vedere l’aurora boreale alle Isole Lofoten: la guida di viaggio”.

La Grande Barriera Corallina in Australia

La Greet Reef australiana è la più grande del mondo, tanto che l’UNESCO l’ha nominata patrimonio dell’umanità. Oltre 400 specie di coralli che si possono ammirare grazie a tour e crociere organizzate, che vi faranno scoprire una vegetazione sottomarina stupefacente e pesci dai colori sgargianti e dalle forme più strane.

Leggi anche “Gold Coast, Australia | Guida di Viaggio

I Gardens by the bay a Singapore

Definirli giardini è riduttivo. I giardini della baia di Singapore, infatti, sono sicuramente uno dei parchi più belli e stupefacenti del mondo. Al loro interno sono presenti anche due grandi serre, un parco per bambini ma soprattutto i Supertree Grove, collegati da una passerella di 128 metri, da cui si gode una vista magica dei giardini.

Leggi anche “Cosa vedere a Singapore: tutti i luoghi di maggiore interesse”.

La Grande Muraglia Cinese

La Muraglia cinese è una delle opere più maestose e incredibili del genio umano. Oltre 20.000 chilometri di mura, parte delle quali oggi purtroppo erose dal trascorrere del tempo, testimoniano l’amore del popolo cinese per il proprio paese e la volontà incrollabile di difenderlo dagli attacchi nemici.

Leggi anche “15 giorni in Cina: ecco un itinerario consigliato”.

Ha Long bay (Vietnam)

La Baia di Ha Long in Vietnam offre uno spettacolo della natura dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Si tratta di un’area compresa in di 1500 chilometri quadrati al cui interno si trovano grotte carsiche e 2000 isolette rocciose e verdeggianti che potrete visitare a bordo di piccole imbarcazioni. Un paesaggio irreale, che ricorda le ambientazioni di fiabe e cartoni animati giapponesi, che conserverete sicuramente per sempre nei vostri occhi.

Leggi anche “Come organizzare un tour del Vietnam”.

Il sito archeologico di Angkor (Cambogia)

Il sito di Angkor non è solo l’attrazione più importante della Cambogia, ma uno dei siti più famosi e visitati al mondo. I resti dei numerosi templi induisti e buddisti di Angkor testimoniano l’affascinante cultura e spiritualità del popolo cambogiano, che nella costruzione e nei decori degli edifici religiosi, non hanno lasciato nulla al caso.

Leggi anche “I Templi più importanti di Angkor, Cambogia”.

La spiaggia di Haad Rin a Koh Phangan durante il Full Moon Party

Ogni notte di luna piena la spiaggia tailandese di Haad Rin si riempie di migliaia di persone per omaggiare questo affascinante satellite. House, dance, techno e jungle si alternano per andare incontro ai gusti musicali dei partecipanti, in un’atmosfera gioiosa di condivisione: tutto questo e molto altro è il “Full Moon Party”.

Leggi anche “Full Moon Party, il beach party più bello della Thailandia".

Meteore, Grecia

Imponenti torri naturali di roccia, nell’area di Kalambaka, che ospitano sulle proprie estremità ben 24 monasteri ortodossi, costruiti sulle falesie, note appunto come “Meteore”, per resistere dall’attacco dei nemici esterni. Un paesaggio dove misticismo e natura si mescolano in un mix stupefacente.

Leggi anche: "Meteora, Grecia: dove si trova e cosa visitare"

Machu Picchu, Perù

Un viaggio in Perù non ha senso se non contempla tra le sua destinazioni il Machu Picchu, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, che testimonia la grandezza creativa degli Inca, testimoniata dall’ingegneria sotterranea e dal tempio della Luna, scavato in una grotta.

Leggi anche “Tutto quello che devi sapere sul Machu Picchu”.

Great Blue Hole, Caraibi

Una conca chiusa larga 300 metri e profonda ben 123 metri, situata a est delle coste del Belize, è abitata da diverse specie marine tra cui diversi tipi di squali. Jacques Cousteau è stato uno dei primi a fare immersioni in questa dolina blu, restandone affascinato. Un sito naturale in cui gli occhi possono percepire diverse e brillanti gradazioni dell’azzurro e del verde.

Leggi anche: "Great Blue Hole, Belize: la guida di viaggio"

Le Cascate dell’Iguazú

Ben 275 cascate situate tra il Brasile e l’Argentina, alcune delle quali alte fino a 80 metri, che danno vita a uno dei paesaggi naturali più suggestivi che esistano. Rimarrete affascinati dalla forza dell’acqua, ma anche dai buffi animali che abitano il parco. Un luogo dove fare gite in barca, giri in elicottero, e interessanti escursioni nella natura, vera protagonista di questi posti.

La Death Valley

Il nome non è dei più promettenti, ma la Valle della Morte, in California, è uno dei paesaggi rocciosi e aspri più affascinanti degli Stati Uniti, tanto da ispirare anche il un film del maestro del cinema Michelangelo Antonioni. Una meta perfetta per gli appassionati della fotografia, grazie alle luci e ai colori che caratterizzano quest’area.
Leggi anche “Che cos'è la Death Valley ovvero la Valle della Morte americana”.

La Spiaggia di Santa Monica

La spiaggia di Santa Monica e il suo molo, resi famosi dalla storica serie televisiva degli anni 90 “Baywatch”, è una delle tappe imperdibili di chi vuole conoscere la California e i californiani. Ben collegata con Los Angeles Downtown, è ideale per trascorrervi qualche giornata all’insegna dello sport e del relax.

Come sottoscrivere un’assicurazione viaggio annuale “multiviaggio”.

La polizza annuale multiviaggio può essere la scelta più adatta per un viaggiatore abituale, in quanto offre copertura per tutti i viaggi che si svolgono durante l’anno. Inoltre, questo tipo di polizza, si presenta in genere più conveniente rispetto all’acquisto di un’assicurazione per singolo viaggio.

La sottoscrizione e le garanzie variano in base alle coperture della compagnia assicuratrice scelta.

L’assicurazione annuale multviaggio Columbus è facilmente sottoscrivibile online, basta compilare l’apposito modulo presente in tutte le pagine del sito, o chiamare il Servizio Clienti.

La polizza offre una copertura completa (assistenza medica, bagaglio e annullamento viaggio) per un numero di viaggi illimitati a condizione che ogni singola vacanza non duri più di 31 giorni.

Desideri avere maggiori informazioni?

Contatta il nostro Servizio Clienti al numero 800 986 782 o visitare la pagina dedicata.


← Isola di Pasqua: Moai, spiagge, clima, storia e luoghi d’interesse

Dove andare in vacanza per lo “Spring Break” →