di Benedetta Gallo , 07.08.2018

Ci sono viaggi diversi dagli altri, come nel caso di Capo Nord, una meta che da sempre ha incuriosito turisti di tutte le età. Anche se qui non ci sono le luci di Times Square o i templi di Bangkok, sono poche le persone che non si recheranno qui almeno una volta nella vita.

Un viaggio a Capo Nord è paragonabile ad un viaggio spirituale, per esempio a Bali o a Miyajima, nonostante il clima e la natura siano molto diversi. La sua posizione così a nord, la possibilità di organizzare il viaggio praticamente con qualsiasi mezzo e il panorama unico al mondo, hanno reso Capo Nord una delle mete più suggestive del mondo dove andare in vacanza.

Dove si trova Capo Nord

Capo Nord è una località che conta circa 200.000 visitatori l’anno, concentrati principalmente nei mesi estivi. Si trova nell’estremità nord dell’isola di Mageroya, in Norvegia, a circa 2000 km da Oslo e a circa 30 km da Honninsvag,

Capo Nord (o Nordkapp) è tecnicamente una falesia, ovvero una costa rocciosa che cade a picco sul mare da un’altezza di oltre 300 metri.

Il punto più a nord d’Europa

Capo Nord viene da sempre identificato come “Il punto più a Nord d’Europa”, ma quest’affermazione è da sempre sbagliata. L’area più a Nord infatti la potrete vedere proprio da Capo Nord, si tratta infatti di un piccolo promontorio, una lingua di terra, sempre sull’isola di Mageroya.

Da sempre però la Falesia di Capo Nord ha attirato maggiormente i turisti, è qui infatti che è presente un magnifico punto d’osservazione e il caratteristico globo d’acciaio presente nelle foto a testimonianza del raggiungimento della meta.

Meteo e temperature a Capo Nord

Se vi state chiedendo quando andare a Capo Nord, la risposta è semplice: in estate. Tra giugno ed agosto troverete le temperature più alte, con massime comprese mediamente tra i 10 gradi di giugno e i 12-13 di luglio e agosto.

A Capo Nord fa freddo, non c’è dubbio, ma sicuramente meno di quanto si creda. Anche se siamo 600 metri dopo il circolo polare artico, qui il mare non gela mai, le temperature infatti restano, anche in inverno, diversi gradi sopra lo zero, complice la corrente del golfo.

Maggio e settembre presentano una situazione climatica accettabile, anche se le temperature massime oscillano tra i 5 e i 10 gradi, ma a settembre piove di più.

Cosa vedere a Capo Nord

Come vi abbiamo già anticipato, la vera attrazione di Capo Nord è il viaggio stesso, in quanto all’arrivo, oltre ad uno scenario unico al mondo, non troverete ad attendervi certo locali alla moda, statue o grandi musei.

Non mancano però interessanti luoghi da visitare, villaggi, città che incontrerete lungo il viaggio e qualche spettacolo della natura come l’aurora boreale e il sole a mezzanotte.

Sole di Mezzanotte

Il “Sole di Mezzanotte” è un fenomeno naturale che colpisce le aree intorno ai poli. Consiste nell’assenza di una vera notte, in quanto il sole, da metà maggio a metà agosto, non tramonta mai completamente.

Si tratta di uno spettacolo della natura che potrete quindi ammirare in estate, mentre in inverno, a Capo Nord non troverete la “Notte polare”, il fenomeno che consiste in un periodo di buio assoluto causato dalla totale assenza del sole. A Capo Nord invece, anche se il sole praticamente non sorge per circa 2 mesi, la luce riesce a filtrare dal crepuscolo. Nonostante questo, è possibile ammirare il fenomeno dell’Aurora Boreale.

Aurora Boreale

L’aspetto negativo di visitare Capo Nord in estate è che si rischia di non riuscire a vedere l’aurora boreale. Questo spettacolo della natura, uno dei più belli della Terra, si verifica in prossimità dei poli, ed è causato dall’interazione tra particelle cariche di elettricità e luce solare.

Il periodo migliore per vedere l’aurora boreale nel nord della Norvegia va da fine settembre a fine marzo.

Altre attrazioni e località da vedere a Capo Nord

Durante il vostro viaggio verso Capo Nord, per prima cosa vi consigliamo di fermarvi ad Oslo, la capitale della Norvegia. Si tratta di una città incantevole dove trascorrere almeno 2 giorni indimenticabili e conoscere la cultura di un luogo così lontano da noi.


Tra le destinazioni più interessanti ci sono sicuramente Skarsvag, un villaggio di pescatori che hanno deciso di vivere all’estremo nord del pianeta, il Portale della Chiesa, a circa 20 minuti a piedi da Capo Nord e ovviamente il Nordkapphallen, la struttura più importante della zona. Qui troverete un ristorante, negozi di souvenir ma anche diverse mostre. Una volta arrivati a Capo Nord sarà sicuramente il posto dove andrete a riposare.

Un viaggio a Capo Nord lascia infinite possibilità, permettendovi di organizzare da soli la vostra vacanza, oppure rivolgendovi ad un tour operator.

Come raggiungere Capo Nord

Ciò che ha reso Capo Nord una destinazione così accattivante è anche la possibilità di raggiungere la destinazione praticamente con qualunque mezzo. Ovviamente in questo articolo ci limiteremo ad elencarvi i mezzi di trasporto più comodi e sicuri.

Capo Nord in Camper

Il viaggio più emozionante è sicuramente in Camper, anche se partire dall’Italia può essere veramente impegnativo. Conviene infatti arrivare in Aereo fino a Oslo o Honninsvag, per poi noleggiare lì un camper. Assicuratevi di avere con voi tutto il necessario per affrontare il freddo e anche il ghiaccio.

Crociera o Nave per Capo Nord

Potete decidere di raggiungere Capo Nord anche via mare, prenotando una crociera o imbarcandovi sulla Hurtigruten, la nave che vi porta da Bergen ad Honninsvag. Le crociere sono ovviamente viaggi più organizzati, dove non dovrete pensare praticamente a niente se non ad ammirare le bellezze del luogo. Se invece deciderete di imbarcavi con la vostra auto al seguito, prendete tutte le informazioni necessarie per sapere dove andare una volta a terra.

Capo Nord in Aereo

Sono 3 gli aeroporti dove potete atterrare per raggiungere Capo Nord. Il più vicino è quello di Honninsvag, a circa 30 chilometri dalla vostra destinazione, ma in alternativa si può atterrare ad Alta o Lakselv, a circa 4 ore di distanza.

In genere, una volta attirati, la maggior parte delle persone decidono di noleggiare un’auto.

Tags

Norvegia


← Zabriskie Point, Death Valley: cosa vedere e cosa sapere

Nolita: guida al quartiere di New York →