di Davide Rossi , 14.07.2022

Spesso si dimentica che non è necessario arrivare dall’altro lato del mondo per trovare delle spiagge mozzafiato e da cartolina al pari di quelle caraibiche.

Al contrario, l’Europa offre dei posti da sogno e dei panorami da favola, con spiagge incantevoli e acque cristalline, tutte a pochissima distanza dall’Italia.

Una soluzione ideale, se si desidera trascorrere dei giorni di mare su una bella spiaggia senza però spendere troppo e senza impiegare troppe ore per raggiungere la destinazione.

Ecco, quindi, una lista delle più belle spiagge europee che non vi faranno rimpiangere le coste e le isole dei Caraibi.

Spiaggia di Elafonissi “i Caraibi del Mediterraneo”, Creta

Tornando all’isola di Creta, si incontra un’altra spiaggia di rara bellezza, ossia la spiaggia di Elafonissi, particolarmente memorabile per l’unione dei suoi colori: una sabbia bianca che sfuma nel rosa e delle acque di un turchese intenso.

Questa spiaggia viene anche chiamata “I Caraibi del Mediterraneo” proprio per la bellezza delle sue acque.

Leggi anche “Assicurazione viaggio per la Grecia”.

La spiaggia è fornita di numerose strutture che noleggiano ombrelloni e lettini, sono presenti anche diversi locali, ma non mancano zone più tranquille e isolate per chi preferisce il contatto con la natura ed il silenzio.

Leggi anche “Le spiagge rosa in Grecia: Elafonissi Beach e Balos Bay (Creta)”.

Spiaggia del Relitto, Zante

La spiaggia del Relitto di Zante, è una delle spiagge più peculiari di tutto il Mediterraneo e colpisce non solo per la bellezza del mare e della sabbia, ma anche e soprattutto per l’aspetto selvaggio del posto.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per la Grecia”.

Questa spiaggia infatti ospita il relitto di una motonave, arenatasi in questa baia nel 1980. Questo relitto dona un fascino molto romantico alla spiaggia, che è diventata una delle spiagge più fotografate in tutto il mondo e anche set di molte scenografie televisive e cinematografiche.

La baia è racchiusa da alte pareti rocciose e può essere raggiunta solo tramite barca.

Leggi anche “Cosa vedere a Zante”.

Laguna di Balos, Creta

Sempre in Grecia, ma su un’isola differente, si trova la bellissima baia di Balos, da cui si distacca l’omonima laguna, che è una delle attrazioni principali di Creta e tutta la Grecia.

La spiaggia è formata da una sabbia finissima costituita di coralli e conchiglie, che le danno un tenue colorito rosato.

L’acqua qui è molto bassa e anche molto calma, è possibile vedere ovunque il fondale e c’è sempre piede.

Leggi anche “Assicurazione viaggio per la Grecia”.

Questa zona è disabitata, tuttavia in estate apre un’unica struttura turistica e vengono posizionati lettini e ombrelloni per i numerosi turisti.

La baia e la laguna di Balos sono raggiungibili solo tramite barca oppure tramite un lungo percorso a piedi.

Leggi anche “Le spiagge rosa in Grecia: Elafonissi Beach e Balos Bay (Creta)”.

Zlatni Rat (Corno d’oro), Isola di Brač (o Brazza), Croazia

Conosciuto in italiano come Corno d’oro, Zlatni rat è una lunga lingua di terra che si estende per circa mezzo chilometro nel mare ed è costeggiata da numerosi stabilimenti balneari.

Si trova sull’Isola di Brac, o Brazza, in Croazia, a un paio di chilometri da Bol e raggiungibile via mare anche da Spalato.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per la Croazia”.

La spiaggia è un misto di sabbia e ghiaia che sprofonda velocemente nel mare, per cui quasi subito non si tocca più.

Tuttavia, nelle sue acque cristalline è possibile vedere, anche a riva, tantissimi pesci colorati. La peculiarità principale del corno d’oro è che cambia sempre forma in base alle maree, per cui, a volte la lingua di spiaggia è particolarmente stretta, mentre altre volte è più larga.

Nel pomeriggio, il vento che soffia rende questa spiaggia perfetta per gli amanti del surf.

Spiaggia di las Teresitas, Tenerife

Las Teresitas è la spiaggia principale di Santa Cruz de Tenerife, ed è molto frequentata sia dai turisti che dalle persone del luogo. Tratto caratteristico di questa spiaggia sono le palme che la costeggiano e che le donano un fascino molto esotico.

Leggi anche “Costa Adeje, Tenerife: le spiagge e le attrazioni”.

Si tratta di una spiaggia lunga più di un chilometro e anche particolarmente larga, formata da sabbia bianca e molto fine e dotata di tutti i tipi di servizi: stabilimenti balneari, lidi, chioschi, ristoranti, docce, punti noleggio, aree per bambini e aree sportive.

Leggi anche "Assicurazione sanitaria di viaggio per la Spagna”.

Las Teresitas è, infatti, una spiaggia particolarmente adatta ai bambini, anche grazie alle acque calme e basse.

Playa Ses Illetes, Formentera

Situata nella parte settentrionale di Formentera, precisamente nella penisola di Es Trucadors, la Playa Ses Illetes è la spiaggia più rappresentativa dell’isola.

Si tratta di una spiaggia di sabbia bianca bagnata da acque limpide e turchesi, che si mantengono sempre calme e molto basse. La spiaggia è circondata da piccoli isolotti che contribuiscono ad aumentare l’aspetto caraibico della spiaggia.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per la Spagna”.

La spiaggia non è costellata di molti locali, si tratta per lo più di una lunga costa libera con qualche punto dedicato al noleggio, non solo di sdraio e ombrelloni, ma anche di canoe, barche, kayak e catamarani.

Leggi anche “Playa de Ses Illetes: la spiaggia più bella di Formentera”.

Son Bou a Minorca, Spagna

La spiaggia di Son Bou è la più estesa di Minorca e, tra i vari riconoscimenti che ha ricevuto nel corso degli anni, è anche Bandiera Blu. La spiaggia si estende per più di due chilometri ed è profonda circa 50 metri.

Leggi anche “Assicurazione viaggio per la Spagna”.

Si tratta di una spiaggia sabbiosa con sabbia particolarmente fine e chiarissima, che contribuisce a rendere i fondali soffici e bianchi. Ovviamente, il mare in questa zona non può che essere blu cristallino.

Essendo così lunga, è costeggiata di molti locali e anche di servizi gratuiti come docce e servizi igienici e di punti noleggio per ombrelloni e sdraio.

Leggi anche “Cosa vedere a Minorca”.

Praia Rodas, isole Cìes (Spagna)

Nel 2007 questa spiaggia è stata nominata la migliore del mondo dal quotidiano britannico The Guardian e ad oggi è un parco nazionale protetto. Si tratta di una spiaggia dalla forma curva e lunga circa 700 metri, formata da sabbia bianchissima e particolarmente fine, che crea un forte contrasto con il blu intenso del mare.

Lo scenario è decisamente selvaggio, con una vegetazione rigogliosa che raggiunge la spiaggia e l’assenza totale di strutture balneari o qualsiasi altro tipo di struttura, come bar e ristoranti.

Ma proprio per questo, la spiaggia è particolarmente apprezzata dagli amanti della natura e del relax.

Blue Lagoon di Oludeniz, Turchia

Situata sulla costa turca direttamente di fronte alle isole greche, la Laguna blu di Oludeniz si è creata grazie ad una striscia di sabbia che, allungandosi nel mare, separa l’acqua della baia dall’acqua della laguna.

L’effetto è quello di un quadro ricco di colori, con il blu intenso della laguna, il bianco della sabbia fine ed il verde della vegetazione che accompagna la costa.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per la Turchia” 

Per arrivare a questa laguna è necessario percorrere vari sentieri che si snodano nella vegetazione, oppure ormeggiare una barca ad una certa distanza dalla costa e poi raggiungerla a nuoto.

I fondali della laguna sono poco profondi e le acque sono sempre pacate, per questo motivo, qui soggiornano anche famiglie con bambini.

Laguna Blu, Comino, Malta

Decisamente la più selvaggia tra le spiagge caraibiche elencate finora, questa laguna è costeggiata da una spiaggia rocciosa e da scogliere anche abbastanza alte.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per Malta”.

Il paesaggio è assolutamente selvaggio e non ci sono strutture turistiche di nessun tipo, ma le acque sono talmente cristalline da meritare una visita.

Leggi anche "Vacanze a Malta: più di 30 utili consigli di viaggio”.

Non a caso questa è la meta preferita per gli amanti di immersioni e snorkeling: la visibilità è talmente alta che è possibile ammirare perfettamente tutta la flora e la fauna presenti sul fondale.

Tags

Europa


← La spiaggia di Zrce, Croazia: la guida di viaggio

Quali sono i diritti dei passeggeri di un aereo →