di Davide Rossi , 03.08.2020

Nell’arcipelago delle Baleari, sull’isola di Formentera e incastonata in un mare cristallino, si trova la spiaggia di Ses Illetes (spiaggia delle piccole isole). Situata esattamente sul versante occidentale della penisola del Trucador, nella parte settentrionale dell’isola, a soli 4 km da La Savina, unico porto di Formentera da dove partono e arrivano i traghetti dalla vicina isola di Ibiza, Ses Illetes è la spiaggia più visitata dai turisti in vacanza sull’isola.

La sua bellezza naturale e le sue peculiarità la rendono un vero paradiso “caraibico”, ma in questo caso non si tratta di una meta riservata a pochi clienti VIP o molto facoltosi.

La spiaggia infatti fa parte del parco naturale di Ses Salines, che è diventato patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La costa è lunga cinquecento metri e larga solamente cinquanta, è affiancata dalla spiaggia di Llevant, la leggera lingua di sabbia rosa che divide a metà i due litorali definiti gemelli, e garantisce in questo modo la possibilità di fare un bagno al riparo dal mare mosso. Si tratta di una condizione abbastanza comune, causata dai forti venti che caratterizzano il luogo: a Ses Illetes infatti, quando il vento soffia da ovest e rende il mare increspato, non bisognerà far altro che spostarsi sul versante opposto per trovare un mare calmo ed essere al riparo dal vento e al contrario, quando questo soffierà da est basterà spostarsi a Illetes.

In prossimità di Ses Illetes (da qui il nome: spiaggia delle piccole isole) si trovano le isolette di Racò des Palo, Escull des Pou, Escull d’en Paia, Illa Rodona, Illa de Ponent, Illa de Tramuntana e, la più famosa Illa de Espalmador, situata a soli centocinquanta metri di distanza. La piccola isola è apprezzata per la sua posizione più defilata e il suo aspetto selvaggio, grazie alla totale mancanza di strutture, permettendo qui la connessione tra uomo e natura, tanto che la sua spiaggia è molto frequentata anche dai naturisti.

Il mare cristallino gioca un ruolo fondamentale nel rendere questa spiaggia rosa ancora più accattivante, questo grazie alla presenza della Posidonia Oceanica, una pianta acquatica molto diffusa nel Mediterraneo, che favorisce la trasparenza del mare facendogli assumere quasi l’aspetto di una piscina naturale.

La Posidonia, infatti rilascia una grande quantità di ossigeno nell’acqua rendendo possibile questo processo di trasparenza, ed è quindi da considerarsi come un indicatore di buona salute dei fondali, tanto che la sua presenza va preservata e studia: insomma, non proprio una semplice alga marina.

La spiaggia rosa

La peculiarità principale di Ses Illetes è sicuramente la sua splendida spiaggia composta da sabbia bianca e sabbia rosa. Questo connubio è possibile grazie all’unione di finissimi granelli di sabbia bianca con i residui di polvere corallina che emergono dalle acque del mare trasportati a riva dalla corrente.

Leggi anche “Tutte le spiagge rosa più belle del mondo”.

Dove si trova e come raggiungerla

Ses Illetes può essere raggiunta in diversi modi.

Per chi si trova già sull’isola:

  • In auto, pagando un piccolo pedaggio di sei euro al varco di accesso (essendo riserva naturale)
  • In scooter, pagando quattro euro
  • In bicicletta o a piedi, accedendo completamente gratis
  • In autobus (linea L3)
  • In taxi

Per chi si trova sulla vicina isola di Ibiza, esiste un comodo traghetto che in soli quaranta minuti giunge al porto di La Savina, da dove si potrà scegliere una qualsiasi delle opzioni sopra citate per raggiungere la spiaggia.

Durante l’alta stagione la spiaggia è molto frequentata ed è a numero chiuso, alzarsi presto e raggiungerla durante le prime ore del mattino è sicuramente il modo migliore per goderne appieno, per chi invece ha la possibilità di visitarla durante altri periodi dell’anno, sono consigliabili i mesi di giugno e settembre: la spiaggia resta comunque visitabile tutto l’anno.

cosa fare a Ses Illetes

Oltre alla possibilità di stare distesi al sole in completo relax per tutto il giorno, a Ses Illetes c’è la possibilità di praticare diversi sport acquatici, dal classico snorkeling tra i suoi magnifici fondali, al windsurf e kitesurf, senza dimenticare la possibilità di trascorrere una giornata in barca a vela.

Nei dintorni non vi sono molti punti di ristoro, ed i pochi presenti sono abbastanza cari durante l’alta stagione, stesso discorso per i punti di noleggio (ombrelloni ed attrezzature sportive), per questo sarebbe meglio arrivare preparati e muniti di tutto il necessario per godere di una giornata al mare in autonomia, soprattutto se si vuole risparmiare.

Una spiaggia per giovani o per famiglie?

La stupenda spiaggia di Ses Illetes è un luogo assolutamente imperdibile per chi si trova sull’isola, l’atmosfera magica che si crea durante l’alba o il tramonto è indimenticabile.

È un luogo adatto a tutti, sia ai giovani che vogliono praticare sport acquatici, sia alle famiglie che vogliono godersi una splendida giornata di relax crogiolandosi al sole delle Baleari.

Leggi anche “Mete estive per giovani: le migliori 10”.

Tags

spagna


← Isole Lofoten: la guida di viaggio

I 5 Musei di Lubiana assolutamente da visitare →