di Maria Vittoria Ghini , 14.05.2018

New York è amministrativamente suddivisa in 5 distretti, che non vanno confusi con il nostro concetto di “Quartiere”. I Distretti infatti possono essere considerati delle vere e proprie città, all’interno delle quali esistono appunto i quartieri.

I Distretti della Grande Mela sono Staten Island, Bronx, Queens, Brooklyn e ovviamente, il cuore pulsante di tutta la città: Manhattan.

Leggi anche “I 5 distretti di New York”.

Perché è importante conoscere i quartieri di New York

New York è una città veramente enorme, nella quale non ci si può orientare senza avere con se una mappa chiara e semplice.

Conoscere i quartieri e i distretti vi sarà utile per orientarvi, per scegliere meglio dove dormire, dove andare a mangiare e dove uscire la sera.

Manhattan

La maggior parte dei turisti non va oltre il distretto di Manhattan, e come criticarli? In effetti è qui che si trovano le attrazioni principali della città, le vie dello shopping e i locali più alla moda.

Arrivati a Manhattan, c’è veramente l’imbarazzo della scelta, ma per prima cosa vi consigliamo di raggiungere il suo “Centro”, ovvero Times Square. Questo infatti è probabilmente il punto migliore per partire alla scoperta dei vari quartieri della città.

Leggi anche “Tutti i più importanti luoghi d'interesse a Manhattan, New York

I quartieri di Manhattan sono:

• Chelsea
• Chinatown
• East Village
• Financial District
• Gramercy
• Greenwich Village
Harlem
• Inwood
Little Italy
Lower East Side
• Marble Hill
• Midtown
• Roosevelt Island
• SoHo
• TriBeCa
• Upper East Side
• Upper West Side
• Washington Heights

I più interessanti da visitare sono sicuramente il Financial District, SoHo, Tribeca, Midtown e Greenwich Village, ma bisogna anche dire che a Manhattan c’è sempre qualche cosa da scoprire.

Leggi anche “I quartieri di Manhattan, New York

Brooklyn

Brooklyn è sicuramente il distretto più famoso di New York dopo Manhattan, grazie principalmente al suo mitico ponte. Il Ponte di Brooklyn collega Manhattan all’omonimo quartiere ed è senza ombra di dubbio una delle più attrazioni delle città.

Brooklyn dispone di poche attrazioni rispetto a Manhattan, ma tra le sue strade e i suoi quartieri non vi annoierete di certo.

Arrivati a Brooklyn, la vostra prima destinazione deve essere Grand Army Plaza e Prospect Park, il vero centro dell’intero distretto dove incontrerete il “Soldiers and Sailors Memorial Arch”, il “Greenmarket” e il Brooklyn Botanic Garden.

Un altro quartiere tra i più visitati è sicuramente Coney Island, una vera pietra miliare della società newyorkese.

I principali quartieri di Brooklyn sono:

• Prospect Park
• Coney Island
• DUMBO
• BoCoCa
• Park Slope
• Brooklyn Heights
• Carroll Gardens
• Bushwick
• Fort Greene
• Cobble Hill
• Clinton Hill

Leggi anche “Cosa vedere a Brooklyn: tutte le attrazioni più importanti

Queens

Il Queens è il distretto più grande della città, ma non è famoso solo per questo. Alla fine degli anni ’80 divenne noto agli occhi del pubblico italiano grazie al film con Eddy Murphy “Il Principe cerca moglie”, mentre oggi è famoso per aver visto nascere Donald Trump. Storicamente però il Queens, come il Bronx, ha dovuto fare i conti con una brutta reputazione, dovuta prevalentemente all’alto tasso di criminalità della zona.

Oggi la situazione è cambiata, l’amministrazione pubblica si è data molto da fare per rivalutare il quartiere e oggi c’è molta più sicurezza. Sono molti infatti i turisti che decidono di alloggiare qui per risparmiare.

Ad ogni modo, sono pochi i quartieri del Queens presenti nelle guide di viaggio, così come le attrazioni presenti nella zona. Uno dei luoghi più interessanti da vedere è sicuramente Astoria, il quartiere greco famoso grazie ai suoi tanti e ottimi ristoranti.

Un altro luogo da vedere è sicuramente Flushing Meadows-Corona Park, dove è anche costruita la Unisphere, probabilmente l’attrazione più famosa del distretto.

Il Queens è una buona zona anche per fare shopping, ma per approfondire l’argomento, vi rimandiamo al nostro articolo: “Queens, New York: cosa vedere e cosa fare”.

Bronx

La fama del Bronx ha molti punti in comune con il Queens, in quanto anche questo distretto ha avuto in passato diversi problemi riguardanti la sicurezza. Il lavoro di riqualificazione però l ora reso oggi un quartiere molto più tranquillo, che anche se non ha il fascino di Manhattan, custodisce uno dei simboli più importanti di tutta la città lo “Yankee Stadium”. Molti di voi non conosceranno il baseball, così come ovviamente non sapranno niente della sua squadra più celebre: i “New York Yankees ”. Per fare un parallelo con la nostra “Cultura calcistica”, gli Yankees sono paragonabili alla Juventus, al Real Madrid o al Barcellona. Per questo, amanti dello sport e non, decidono che non possono escludere lo Yankee Stadium dalla lista dei luoghi da vedere a New York.

Le zone più famose del distretto sono sicuramente City Island, la zona costiera, e Little Italy, dove risiede una grande comunità di italo-americani.

Se volete visitare il Bronx, più che dei suoi quartieri, dovete tener presente le sue poche attrazioni, che vi illustriamo nella nostra guida di viaggio: “Bronx, cosa fare e vedere nel distretto di New York”.

Staten Island

Staten Island è sicuramente il meno famoso dei distretti della Grande Mela, anche perché è soprattutto una zona residenziale.

I principali quartieri, quelli più noti sono North Shore, New Springville, Tottenville, Livingston e West New Brighton mentre la sua attrazione principale è lo “Staten Island Ferry”, il mitico traghetto che collega il distretto a Manhattan.

Se decidete di visitare la zona, o di dormire qui, vi consigliamo di leggere “Staten Island: guida di viaggio”.


← Le mete migliori dove andare in vacanza a luglio 2018 in Africa

Puck Fair, Killorglin, il più antico festival d’Irlanda →