di Davide Rossi , 10.07.2019

Il periodo migliore per andare in vacanza nel sud est asiatico, in generale, è tra marzo e dicembre. In questo periodo, durante il nostro inverno, nella maggior parte della regione il clima è più secco e non si corre il rischio di incontrare gli uragani.

Bisogna però tener presente che il sud est asiatico comprende un’area molto ampia, composta da diversi paesi, praticamente dal Myanmar, che quasi confina con l’India, a Bali che si trova poco distante dall’Australia.

Bisogna infine tener presente che alcune aree sono protette da catene montuose o sono ad una maggiore altitudine, pertanto sono visitabili anche durante la stagione delle piogge, ma sono sconsigliate durante la stagione secca.

Il periodo migliore (più economico) per visitare il sud est asiatico


Come abbiamo appena visto, dal punto di vista climatico, il periodo migliore per visitare il sud est asiatico è sicuramente durante il nostro inverno, ma dal punto di vista economico non è cosi. Tra dicembre e marzo, infatti, vi troverete nel pieno dell’alta stagione, quando i prezzi sono notoriamente più alti.

Se volete risparmiare senza trovarvi nel bel mezzo di qualche uragano, molte aree del sud est asiatico sono visitabili anche ad agosto. In questo periodo non solo risparmierete ma, se saprete dove andare, trascorrete anche piacevoli giornate ad abbronzarvi.

Leggi anche:

Il Clima in generale


Il clima del sud est asiatico è molto più semplice rispetto al nostro. Il clima italiano è infatti caratterizzato da quattro stagioni, mentre temperature, precipitazioni e nevicate sono influenzate da altitudine e vicinanza con il mare.

Nel sud est asiatico troverete prevalentemente 2 stagioni, una secca e una umida, a volte seguita da una “Stagione intermedia”. In alcune zone come la Thailandia, per esempio, il periodo tra aprile e maggio è molto caldo e umido, mentre tra dicembre e marzo piove molto poco. In Malesia e nelle Filippine, invece, il clima è praticamente sempre caldo e umido, molto fastidioso nell’entroterra ma più gradevole lungo le coste.

Le precipitazioni


Un’altro aspetto molto importante che dovete mettere a fuoco è che, nella maggior parte del sud est asiatico, non esiste realmente una stagione secca, ovvero non esiste una stagione durante la quale non piove mai. Le piogge, in questa parte del mondo, sono una costante anche se c’è una differenza sostanziale tra le 2 stagioni. Durante la stagione umida, o delle piogge, le precipitazioni possono essere torrenziali, senza dimenticare che anche il tasso di umidità è parecchio elevato. Durante la stagione secca, invece, le temperature sono più miti, il tasso di umidità scende notevolmente, soprattutto a sud e lungo le coste, mentre le precipitazioni sono brevi, poco intense e si verificano soprattutto nel pomeriggio-sera.

Pertanto, impermeabile e ombrello sono indispensabili per una vacanza nel sud est asiatico.

Quando non andare


In generale, il momento peggiore per andare nel sud est asiatico è durante quelle le “Stagioni intermedie”, ovvero tra aprile e maggio e tra settembre e novembre. Durante questi mesi infatti, in alcune aree, il clima è particolarmente proibitivo e si possono verificare uragani.

Quali paesi visitare


Come abbiamo già scritto, il sud est asiatico è una regione enorme, che comprende diversi paesi:

Visitando la sezione “Guide di Viaggio” del nostro sito, troverete tutte le informazioni più importanti per organizzare al meglio la vostra vacanza in ognuno di questi paesi.

Assicurazione Viaggio per il Sud-Est Asiatico

Intraprendere un viaggio in paesi esotici, come quelli del sud est asiatico, porta ad immergersi in culture differenti e costumi locali.
Bisogna ricordarsi che, essendo usi differenti, ci si espone ad eventuali rischi sia di tipo igienico sanitario che alimentare.
Per tale motivo, il Ministero degli Affari Esteri raccomanda di acquistare una polizza viaggio prima della partenza.
Columbus offre un’assicurazione viaggio con assistenza medica 24 su 24 e, nel caso fosse necessario, potrai richiedere anche un’interprete telefonico.


← Dove andare a ottobre: le destinazioni con gli eventi top

I più importanti eventi a New York →