di Giovanna Lucchi , 17.06.2020

Se scrivete su Google “Le cascate più famose del mondo” avrete molti risultati: le Cascate dell’Iguazù (82 metri), le Cascate Vittoria (108 metri), Salto Angel (979 metri) e anche la nostra Cascata delle Marmore, ma come primo risultato avrete: le Cascate del Niagara.

La ragione della fama di questa destinazione è probabilmete da ricercare nel mondo del cinema, partendo da “Niagara” con Marilyn Monroe, un film del 1953. Da quel momento, i film e serie TV che hanno girato scene importanti in questa location sono stati veramente molti, come per esempio Superman 2, Una settimana da Dio, Questo pazzo sentimento e molti altri ancora.

Il cinema, e sicuramente anche il marketing, hanno contribuito a trasformare le Cascate del Niagara in uno dei 10 posti assolutamente da visitare almeno una volta nella vita, una location perfetta per una dichiarazione d’amore, una proposta di matrimonio o per qualsiasi importante occasione.

Probabilmente, nel mondo, nessuno rinuncerebbe un viaggio per ammirare da vicino questo spettacolo della natura.


Nonostante non siano le cascate più alte del mondo, hanno una portata d'acqua davvero imponente, e risultano le protagoniste di uno spettacolo naturale ineguagliabile.

Nelle prossime righe andremo a scoprire tutti i dettagli relativi alla loro altezza e portata, come raggiungerle, come si sono formate e dove finiscono.

Dove si trovano e come raggiungere le cascate del Niagara?

Le Cascate del Niagara si trovano al confine tra Stati Uniti e Canada, nell’area nordorientale del continente americano. Geograficamente, le città più vicine sono Buffalo (USA) e St. Catharines (Canada), ma non troppo distanti da esse ci sono due metropoli perfette anche per atterrare con l'aereo, New York e Toronto.

La capitale canadese è probabilmente la scelta più comoda: dista solo 130 km dalle cascate e in un'ora e mezza di auto sarete sul posto. Se non ve la sentite di guidare non vi preoccupate, da Toronto parte un treno proprio per raggiungere le Cascate del Niagara.

Leggi anche:


Da New York invece la distanza è più elevata (650 km), ma in auto si fa agevolmente, oppure, se non vi va di guidare, potete prendere un autobus.


Leggi anche “Le più belle città vicino New York”.

A livello di costi, un volo per gli Stati Uniti o per il Canada raramente scende sotto i 300 euro, ma è sempre bene monitorare le varie offerte presenti sui siti delle compagnie aeree.

Quanto sono alte le cascate del Niagara?

Le cascate del Niagara contano circa 52 metri di salto, tanti ma non tantissimi.

In molti, anzi, considerano il salto delle Cascate del Niagara piuttosto basso, soprattutto se paragonato ai 979 metri delle Angels Falls del Venezuela, ovvero le più alte al mondo.

La loro fama, come abbiamo già scritto, è dovuta al cinema e a una campagna pubblicitaria di grande successo, ma non si può certo negare che si tratta di uno spettacolo naturale incredibilmente scenografico.
Il fronte e la portata d'acqua che le caratterizza sono veramente imponenti: stiamo parlando di 168.000 m³ al minuto nel regime di piena, e una media di circa 110.000 m³. A livello di dimensioni, sono più o meno la metà delle cascate Vittoria in Africa, ma si piazzano al primo posto tra le cascate dell'America settentrionale per dimensioni.

Dove finiscono le cascate del Niagara?

Le Cascate del Niagara terminano in un territorio condiviso tra Stati Uniti e Canada: infatti il Lake Eire e il Lake Ontario, che rappresentano il letto del Niagara River, sono due immensi laghi che si trovano tra le due Nazioni. Le tre imponenti cascate del Niagara, ovvero Horseshoe Falls (lato canadese), American Falls e Bridal Veil Falls (lato americano), sono ubicate tra la provincia dell'Ontario e lo stato di New York. Tutte e tre finiscono in una posizione di mezzo tra America e Canada, a circa 27 km a nord-ovest della città di Buffalo e 121 km a sud-est di Toronto.

Come si sono formate le cascate del Niagara?

Per conoscere le origini delle cascate del Niagara bisogna tornare indietro di almeno 10000 anni, quando terminò la glaciazione del territorio dove oggi risiede lo Stato del Wisconsin. La fine dell'era glaciale coincise con lo scioglimento dei ghiacci, che diede vita ai Grandi Laghi dell'America settentrionale. Da uno di essi, il Lago Superiore, si formò il fiume Niagara, che con il passare dei secoli modificò il suo letto passando per il Lago Erie e per il Lago Ontario. La posizione attuale delle cascate è l'effetto dell'erosione delle acque: originariamente infatti erano posizionate vicino a Lewiston (New York) e Queenston (Ontario).

Come raggiungere le cascate del Niagara da New York?

Come dicevamo nel primo paragrafo di questa guida, raggiungere le cascate del Niagara da New York non è difficile. La distanza dalla metropoli americana è di 650 km, quindi noleggiando un'auto si arriverà sul posto in poco più di 6 ore. Il tempo scivolerà via velocemente e avrete la possibilità di godere della bellezza dell'entroterra dello Stato di New York, lontano dal trambusto della città.


Ovviamente però, ci sono anche altri mezzi con i quali raggiungere le cascate. Il più gettonato è l'aereo, che parte dall'aeroporto internazionale John Fitzgerald Kennedy e arriva al piccolo e Buffalo Niagara International Airport. La durata del volo è di un'ora e mezza, e una volta giunti qui per raggiungere le cascate, è necessario prendere un taxi, un bus oppure una navetta turistica.

A seconda del mezzo scelto, il viaggio varia dai 60 ai 90 minuti circa. Meno comodo e veloce sicuramente è il treno, che impiega più o meno 9 ore ad arrivare alle cascate del Niagara, partendo dalla stazione di Penn Station nel quartiere di Manhattan. Il servizio è operato dalla società Amtrak. Infine, da segnalare anche la possibilità di prendere l'autobus: i tempi si allungano ancora (quasi 11 ore), ma abbatterete un po' i costi e al contempo potrete godere di tutto il paesaggio circostante. La stazione di riferimento è la Authority Bus Terminal.


← East Coast: la guida di viaggio

Polizza Viaggio per Coronavirus: la proposta di Columbus Assicurazioni →