di Giorgia Alto , 31.01.2022

Inutile negarlo, le Maldive sono il sogno nel cassetto (delle vacanze) di tutti gli amanti del mare. Sono la meta ideale dei nostri mesi invernali, quando si desidera scappare da freddo, pioggia e nuvole per rifugiarsi in un caldo, accogliente e favoloso paradiso estivo.

Sono anche la scelta ideale per un viaggio di nozze, e come darvi torto? Chi non vorrebbe rintanarsi in un posto dove tutto è da sogno: il clima, il mare, le spiagge, lo scenario.

Ecco allora dei consigli per organizzare la vostra fuga romantica ed assolata nel mese di febbraio.

Leggi anche: Il Clima alle Maldive a marzo e aprile

Clima, temperatura e precipitazioni a febbraio alle Maldive

Le Maldive sono caratterizzate da un clima equatoriale, per cui, durante l’anno, si contano solo due stagioni: una stagione secca che va da dicembre ad aprile, e una stagione umida, detta anche stagione delle piogge, che va da maggio a novembre.

Leggi anche “Quando andare alle Maldive: clima, temperature e stagioni”.

Chiaramente, il periodo migliore per visitare le Maldive è quello corrispondente alla stagione secca, meglio ancora se nel bel mezzo della stagione, per cui, quale mese migliore di febbraio?

A febbraio, infatti, alle Maldive si troverà una temperatura molto stabile di circa 28 gradi. Inoltre, è molto raro che le temperature salgano o si abbassino troppo rispetto a questo valore, per cui ci sarà sempre un bel caldo, perfetto per andare al mare ma senza infastidire.

La temperatura dell’acqua poi, si attesta sullo stesso valore, per cui i vostri bagni o le vostre immersioni saranno al tiepido e non al gelo.

Leggi anche “La barriera corallina delle Maldive, Oceano Indiano: guida di viaggio”.

Come accennato prima, febbraio si trova al centro della stagione secca, motivo per cui le piogge saranno molto rare. Certo, dei nuvoloni potranno sempre capitare, ma i rovesci saranno di breve durata e lasceranno subito posto al sole splendente.

In media, a febbraio ci sono solo 4 giorni di pioggia.

Quanto costa andare alle Maldive a febbraio?

Essendo febbraio il mese ideale per un viaggio alle Maldive, è ovvio che parliamo di alta stagione, per cui i prezzi saranno un po’ più alti rispetto a quelli che si possono trovare da maggio a novembre. Tuttavia, la differenza non è eccessiva.

Per quanto riguarda i voli, si parte da circa 700 euro a persona, ma ce ne possono essere anche di più costosi. Per la sistemazione, invece, dipende molto dal tipo di soluzione che si preferisce.

Un resort a 5 stelle avrà dei prezzi, chiaramente, “stellari”, arrivando anche a 20000 euro a coppia.

I resort più economici invece, per una settimana, possono anche chiedere 2000 euro a coppia come minimo. Si possono trovare poi delle offerte che permettono di risparmiare qualcosa, ma per un viaggio come questo nel mese di febbraio, bisogna mettere in preventivo un minimo di 1700 euro a persona.

Leggi anche Visto Turistico Maldive: documenti necessari

Atolli, spiagge e barriere coralline alle Maldive

Situato al largo dello Sri Lanka, nell’ Oceano Indiano a sud dell’India, l’arcipelago delle Maldive offre così tante meraviglie che descriverle tutte è impossibile. Le sue acque cristalline sono intervallate da atolli e isolette conservate perfettamente che sorgono su rocce coralline e calcaree e contribuiscono alla perfetta armonia di colori che domina questo angolo di paradiso.

Gli atolli sono dei meravigliosi sprazzi di terra circolari che affiorano dalle acque cristalline dell’arcipelago e sono circondati dalla barriera corallina.

Leggi anche “La barriera corallina delle Maldive, Oceano Indiano: guida di viaggio”.

Gli Atolli

L’acqua che circonda gli atolli è particolarmente trasparente e da l’effetto di una piscina naturale. Gli atolli e le isole di questo arcipelago possono avere varie dimensioni: possono essere talmente piccoli da permettere solo a poche persone di sdraiarcisi sopra, oppure possono raggiungere chilometri e chilometri di diametro.

Leggi anche “Gli Atolli più belli delle Maldive”.

Le isole più grandi sono coperte da vegetazione, in particolare da palme di cocco e da giardini spontanei dove si incontra un trionfo di colori.

Moltissimi di questi atolli sono disabitati, ed è possibile quindi godersi la quiete e la meraviglia del posto con la sensazione di essere soli al mondo.

Se si desidera una vacanza lussuosa e che non sia solo mare e relax ma anche divertimento, la scelta ideale è quella di recarsi nelle isole meridionali, dove si trova anche l’aeroporto e la capitale.

Al sud ci sono infatti le isole e gli atolli più famosi e più affollati dell’arcipelago, come Malè Nord e Malè sud. Qui potrete trovare resort lussuosi, strutture turistiche, liti attrezzati, movida e tutto ciò che vi viene in mente.

Se invece avevate in mente un viaggio più rilassato e tranquillo, le isole e gli atolli che si trovano nella parte settentrionale sono decisamente una scelta migliore.

Qui si trovano dei paradisi incontaminati meravigliosi tra atolli disabitati e isole popolate solo dalle persone locali che vivono di pesca e non certo di turismo.

Potrete rilassarvi completamente senza trovare la massa di turisti che affollano le isole meridionali. Tra le isole settentrionali più grandi ricordiamo Haa Alifu, Haa Dhaalu, Lhaviyani e Shaviyani.

Leggi anche “Cosa vedere alle Maldive”.

Tags

Maldive


← Che cosa si intende per copertura assicurativa?

Siviglia a febbraio: il clima e cosa vedere →