di Giorgia Alto , 27.03.2020

Bangkok è la capitale della Thailandia, nonché la sua città più importante, meta di un turismo proveniente da ogni parte del globo. La metropoli, così come i suoi dintorni offrono davvero tantissimo: parchi naturali, templi, edifici storici, ma anche grattacieli ultramoderni e centri commerciali enormi.

Non tutti però sanno di preciso dove sorge questa città, per cui iniziamo col dire che Bangkok si trova nel centro della costa meridionale del paese, praticamente a ridosso del Golfo del Siam.

La città si è sviluppata nel tempo sulle rive del fiume Chao Phraya, da cui si snodano tutta una serie di canali che le hanno conferito il soprannome di Venezia dell'Est, anche se, a partire dalla metà del 1900, alcuni sono stati sostituiti da arterie stradali.

Detto questo, vediamo di capire anche in quale ragione si trova Bangkok, quali sono i principali quartieri del centro, come si raggiunge dall'Italia e cosa c'è d'interessante da scoprire nei suoi dintorni.

In quale regione si trova Bangkok

Prima di chiarire in quale regione si trova Bangkok, occorre precisare che in Thailandia sono presenti due metodi di suddivisione del territorio: quello a 4 e quello a 6 regioni.

Il primo metodo di suddivisione del territorio in 4 macroregioni (centro, ovest, est e Bangkok) è legato alla storica divisione in “Monthon”, effettuata dal Ministero dell'Interno nel 1897. In base a questa metodologia, Bangkok si trova nella regione della Thailandia Centrale, che comprende 25 provincie, più la zona a statuto speciale della capitale, che quindi è nel contempo una provincia e una macroregione.

Nella suddivisione a 6 sei regioni invece, istituita dal Consiglio Nazionale di Ricerca thailandese nel 1978, Bangkok fa parte della Regione centrale.

Occorre precisare però che le Regioni della Thailandia non hanno una rilevanza amministrativa. Si tratta più che altro di suddivisioni geografiche. Il primo ente di riferimento dal punto di vista amministrativo infatti sono le province.

Come raggiungere Bangkok dall’Italia

Da Roma ci sono voli diretti, che consentono di raggiungere Bangkok in 10-12 ore, con la compagnia Thai Airways ed Emirates. Air France, Ethiad e Kml invece offrono voli con 1 scalo, che richiedono dalle 14 alle 18 ore di volo.

Da Milano i voli diretti sono previsti solo in certe date con le compagnie Thai, Qatar e Oman Air, negli altri giorni invece i voli per Bangkok prevedono almeno uno scalo, che hanno una durata media che va dalle 14 alle 17 ore di volo.

I quartieri nel centro di Bangkok

Di seguito riportiamo una sintetica presentazione dei principali quartieri della città di Bangkok.

Siam Square

Siam Square è il quartiere che sorge attorno all'omonima Piazza Siam, tra Ratchaprasong e Phloen Chit Road, ed è uno dei più lussuosi e moderni della città. Qui indatti non mancano alberghi di lusso, centri commerciali e negozi anche per chi ama lo shopping più ricercato. Al suo interno si intrecciano anche le linee dello sky train, il treno sopraelevato che attraversa tutta la città.

Pratunam

Pratunam più che un quartiere è un grande mercato dell'abbigliamento a poche centinaia di metri da Siam Square, anche se può essere riduttivo considerarlo solo una zona commerciale. Esso ospita infatti anche il Victory Monument, che da il nome alla piazza, e la Baiyoke Tower, che supera di 300 metri di altezza.

Rattanakosin

Il quartiere di Rattanakosin, noto anche come “Old Bangkok”, ospita i principali monumenti storici della città, come il Grande Palazzo Reale, il Wat Pho e numerosi musei buddisti, palazzi, musei, monumenti e parchi che raccontano la storia del popolo Thai.

Yaowarat

Il quartiere di Yaowarat, considerato “la Chinatown di Bangkok”, è ricco di negozi e mercati, ma è noto ai turisti soprattutto perché ospita il tempio buddista Wat Traimit, che custodisce il Buddha d’oro, una statua di oro massiccio di 5,5 tonnellate, salvata da un saccheggio dei birmani.

Khao San Road

Khao San Road è uno dei quartieri più antichi di Bangkok, conserva infatti importanti edifici storici come il Democracy Monument, il 14 ottobre Memorial, il Phra Sumen Fort e il Wat Bowonniwet, uno dei templi buddisti più noti della città.

Veramente delizioso è il piccolo Santichaiprakarn Park, che regala una vista davvero suggestiva sul fiume Chao Phraya.

Chao Phraya River

Il quartiere di Chao Phraya River sorge lungo le rive del fiume che attraversa il centro della città, da cui prende il nome. Lungo il corso d'acqua sono tante le attrazioni da visitare come i tempi di Wat Pra Kaew, Wat Arun e alcuni dei grattacieli più belli della città. Chi decide di trascorrere il Capodanno a Bangkok deve saper che per l'occasione lungo il fiume si tiene il mercato notturno Asiatique. Gli abitanti di Bangkok,così come i turisti, amano moltissimo questo grande mercato, che si trova in una zona piena di ristoranti e localini.

Banglamphu

Banglamphu è il quartiere preferito dai viaggiatori avventurosi che vogliono camminare con lo zaino in spalla e che si accontentano di alloggi modesti ed economici.

La zona è caratterizzata da tanti i bar all'aperto e i chioschi di strada, per un pranzo veloce da consumare mentre si passeggia.

Phahurat

Phahurat è considerato come “il quartiere indiano”, visto che in questa zona si trova la comunità indiana più numerosa della città. Il quartiere è famoso tra i turisti perché ricco di templi, santuari da visitare, ristoranti e mercatini.

Le città vicino a Bangkok

La prima città vicino a Bangkok assolutamente da visitare è Ayutthaya, la antica capitale della Thailandia. Oggi non restano che rovine, ma l'usura del tempo non ha intaccato minimamente il suo fascino.

Molto interessante da vedere è anche il mercato galleggiante di Bangkok, anche se è più corretto parlare di mercati galleggianti, tutti fuori dal centro della città. I mercati galleggianti più belli e caratteristici sono quello di Damnoen Saduak, che è anche il più famoso, quello di Amphawa e il piccolo Kwan Riam. Il più vicino a Bangkok invece è quello di Taling Chan. A distanza di un paio d'ore di taxi o bus dalla città c'è un altro mercato originale che merita una visita. Si tratta del mercato sulle rotaie di Maeklong, che viene sospeso ogni volta che passa un treno!

A distanza di 3-4 ore di treno invece si trova Khao Yai, il terzo parco nazionale più grande del Paese e Patrimonio dell'UNESCO. Al suo interno elefanti, cervi leopardi e tantissime varietà di uccelli.

Chi invece cerca divertimento e vita notturna può dirigersi a Pattaya, a due ore di distanza dalla capitale. La città ospita diversi parchi tematici, ma è anche una delle mete preferite per chi vuole fare snorkeling e immersioni.


← Vitamina C: fare attenzione a una bufala pericolosa sul Coronavirus

Tour dei Castelli della Baviera: quali visitare? →