di Ilaria Stocco , 28.11.2019

Gli abitanti di Bangkok, come quelli di tutta la Thailandia, sono gentili, socievoli e molto controllati. Un carattere forgiato dal buddismo Theravada, che è la religione più praticata nel paese. Bangkok però ha anche un'anima moderna, che si riflette soprattutto nel modo di divertirsi, per esempio in città non mancano certo le discoteche dove ballare tutta la notte.

Una popolazione, insomma, che nonostante il rispetto delle proprie radici, ha saputo accogliere anche gli elementi di novità provenienti dall'occidente, come traspare dai quartieri più turistici della città.

Quanti sono gli abitanti di Bangkok

Bangkok non è solo la capitale della Thailandia, ma anche la città più grande del paese. Secondo l'ultimo censimento del 2010 la città conta più di 14.600.000 abitanti, che rappresentano una percentuale superiore al 10% della popolazione thailandese.

Per quanto riguarda le etnie, i tre quarti della popolazione della Thailandia appartengono a quella Thai. L'11% della popolazione invece è Cino-Thailandese, grazie alle tradizioni religiose che accomunano i due popoli. Più del 90% della popolazione professa il Buddhismo Theravada, ma non mancano cristiani, islamici e le minoranze dei Malesi e dei Chao Zeh.

Dove si trova Bangkok

Bangkok è situata lungo il fiume Chao Phraya e in parte affaccia sul Golfo della Thailandia. La città è circondata dalle province di Nonthaburi e Phatum Thani a Nord, di Chachoengsao a est, di Samut Prakan a sud e infine da quelle di Samu Sakhon e Nakhon Pathom a ovest.

La sua posizione le assicura un clima caldo tutto l'anno, anche se da maggio a ottobre le precipitazioni sono abbondanti e spesso improvvise, soprattutto nel mese di settembre.

Leggi anche “Quando andare a Bangkok: clima, temperature e stagioni

I quartieri turistici di Bangkok

La città risulta suddivisa in numerosi quartieri, alcuni dei quali meritano sicuramente di essere menzionati, perché di maggiore interesse turistico. I più importanti sono “Old Bangkok”, dove si trova il Palazzo reale e molti templi antichi. C'è poi Siam Square, indicato per gli amanti dello shopping che possono trovare dai pezzi più originali dell'artigianato locale, alle novità più recenti dell'elettronica.

Leggi anche “Cosa conviene comprare in Thailandia”.

Il quartiere finanziario per eccellenza è invece Silom Road, sede di banche, alberghi di lusso e uffici.

Decisamente turistico e cosmopolita Sukhumvit Road, con i suoi punti ristoro e i locali notturni, alcuni anche a luci rosse (Nana Plaza e Soi Cowboy). Nelle ore di maggior caos, grazie allo Skytrain, la metropolitana sopraelevata, potete muovervi al suo interno con estrema facilità. Altro quartiere “Movimentato” della città è quello di Patpong, che ospita un mercato serale che dalle sette fino a mezzanotte vende anche abbigliamento molto alla moda.

Chinatown, come si può intuire dal nome, ospita soprattutto cinesi, anche se qui sono presenti molti indiani. Più che un quartiere è un mercato, aperto quasi a tutte le ore del giorno, dove si trova veramente di tutto e in cui non mancano punti ristoro dove fare una pausa.

Il quartiere  di Khao San Road è molto amato dai turisti più informali, che vogliono alloggiare nelle convenienti guest house e vivere l'atmosfera rilassata del posto. Imperdibile anche il colorato Pratunam famoso anche per il grande magazzino di 5 piani, il Panthip Plaza, dedicato completamente all'elettronica.

Leggi anche “Cosa vedere a bangkok in 2 giorni”.

Taxi e tuk tuk

Per spostarsi in sicurezza nelle caotiche strade della città prendete solo i taxi che riportano l'insegna “taxi meter”, i più sicuri ed economici. In caso di problemi potete comunque sempre rivolgersi alla Tourist Police, istituita proprio per tutelare i turisti dalle truffe. Chi invece vuole provare le famose motocarrozzette a tre ruote aperte ai lati, note come tuk tuk, prendetele di sera, quando il traffico e lo smog sono meno intensi.

La nightlife di Bangkok

Bangkok ha una vita notturna vivace e in grado di soddisfare le aspettative di tutti.

Come abbiamo già scritto, in città non mancano certo i locali dove ballare fino al mattino, particolarmente interessanti per i turisti più giovani e modaioli.

Per chi invece è alla ricerca di un divertimento più tranquillo può trovare quello che cerca a Chinatown, dove non mancano locali, negozi in cui fare shopping e buoni ristoranti. Bangkok però è famosa anche per i suoi mercati, per i teatri in cui assistere a spettacoli in maschera Khon e di danza tradizionale Likay, senza dimenticare gli incontri di thai boxe, per gli appassionati del genere.

Leggi anche “Il mercato galleggiante di Bangkok: tutto quello che devi sapere”.

Cosa vedere a Bangkok

Bangkok è una città veramente ricca di attrazioni in grado di accontentare gli interessi e le aspettative di qualsiasi turista.

In passato abbiamo scritto diversi articoli e guide di viaggio sull’argomento, pertanto vi invitiamo a leggere “Cosa vedere a Bangkok”.

Assicurazione viaggio per la Thailandia

Nonostante la sua popolazione cordiale e accogliente possa ricordare quella italiana, la Thailandia è un paese molto diverso dal nostro.

Il clima e il cibo, per esempio, non sono come in Italia, tanto che possono essere considerati due dei tipici fattori di rischio rischio quando si viaggia verso una meta così esotica.

Adattarsi alle temperature tropicali può infatti generare sbalzi di pressione inattesi mentre, per quanto riguarda il cibo, non sempre nei ristoranti locali/street food, vengono seguite le norme igienico-sanitarie alla quali siamo abituati (molti utilizzano lo stesso olio di frittura per giorni). Situazioni come queste possono rendere necessario rivolgersi alle strutture sanitarie locali, dove però le barriere linguistiche possono costituire un’ulteriore problema.

Partire con un’assicurazione sanitaria per la Thailandia Columbus, ti permette invece di usufruire di una copertura illimitata per le spese mediche, mettendoti in contatto, se necessario, anche con un interprete che possa interagire con la struttura sanitaria locale.

 


← Dove sono le località migliori per il Whale Watching in Canada?

Tutti i ponti del 2020 e i giorni festivi →