di Davide Rossi , 11.10.2021

Le isole delle antille francesi sono Martinica, l’arcipelago di Guadalupa, Saint-Martin, e Saint-Barthélemy: stupende località balneari nel mar dei Caraibi, perfette per una vacanza invernale al caldo.

Per quanto l’Italia abbia coste, spiagge e mare da fare invidia a tutto il mondo, il fascino dei Caraibi resta irresistibile, soprattutto in inverno, quando da noi fa troppo freddo per andare in spiaggia e prendere il sole.

Dopo aver tanto parlato dei Caraibi nelle nostre guide di viaggio, abbiamo pensato di scrivere un articolo sulle Antille Francesi, splendide isole caraibiche che, nonostante siano nel mar dei Caraibi, sono a tutti gli effetti territorio francese.

Essendo territori francesi, fanno parte della comunità europea, pertanto, nelle antille Francesi è accettato il Green Pass Europeo, ovvero “EU Digital Covid Certificate”.

Prima di partire però, consultate sempre il sito della Farnesina “Viaggiare Sicuri”, in quanto le regole per entrare in un paese straniero possono sempre mutare nel tempo.

Leggi anche “Tutte le più belle isole dei Caraibi”.

Martinica: la più bella delle Antille

L’isola di Martinica, conosciuta per essere considerata la “più bella tra le Antille francesi”, il cuore dei Caraibi. Spiagge dorate dal mare cristallino, si alternano alle consistenti foreste pluviali, creando un mix unico e spettacolare, adatto a tutti i tipi di viaggiatori.

Il suo nome deriva direttamente da Garibaldi, che decise di dedicare la propria scoperta a San Martino. Le popolazioni indigene caraibiche avevano già un nome per l’isola, Madinina (letteralmente Isola dei Fiori) che hanno continuato ad utilizzare anche negli anni successivi.

Oggi Martinica è famosa per la sua fitta vegetazione, che interessa soprattutto la zona a Nord.

Ruscelli, foreste e alberi si incontrano lungo il pendio del monte Pelèe, la cima più alta dell’isola. Qui si trova Le Precheur, una delle prime zone a essere stata colonizzata, dove è possibile ammirare il campanile quadrato di Habitation Céron, l’antico zuccherificio oggi parco botanico.

La capitale dell’isola, Fort-de-France è una delle città abitate più grandi delle Antille. Il suo aeroporto è il principale punto di sbarco per chi arriva direttamente dalla Francia.

Con la sua atmosfera romantica e i comfort di una vera e propria città, Fort-de-France sembra una Parigi in miniatura.

Le spiagge dalla sabbia bianca e morbida dei Caraibi completano il tutto, offrendo sempre nuovi panorami e angoli intimi in cui rilassarsi all’ombra delle palme da cocco.

Leggi anche:

L’arcipelago Guadalupa (Arcipelago)

L’arcipelago di Guadalupa occupa una fetta davvero consistente di tutto il panorama caraibico. In effetti, il suo territorio è la più esteso tra le Antille, raccogliendo ben cinque isole diverse:

  • Basse-Terre
  • Grande-Terre 
  • l’isola Marie-Galante 
  • l’isola Desirade 
  • Iles des Saintes

Insieme a Martinica, l’arcipelago fa parte dei dipartimenti e regioni d’oltremare, ovvero cinque divisioni amministrative appartenenti alla Francia. Basse-Terre è la capitale ufficiale, centro principale del turismo.

Tra le coste e l’entroterra, Guadalupa offre una lunga serie di attrazioni e luoghi di intrattenimento. Ognuna delle isole dell’arcipelago ha i propri punti di forza, che riescono a catturare subito l’attenzione.

Le spiagge sembrano essere i luoghi più ricercati, soprattutto nella zona Sud dove il Mar dei Caraibi è azzurro e perfettamente cristallino. La sabbia passa dal bianco splendente al dorato, arrivando poi al nero delle spiagge vulcaniche. Particolarmente apprezzata è la spiaggia di Malendure, la cui sabbia scura crea un magico contrasto con l’azzurro dell’acqua.

Il centro abitato più grande e affollato dell’arcipelago è Pointe-à-Pitre. La maggior parte dei visitatori raggiunge proprio questo comune perché ricco di storia e di luoghi caratteristici, che esprimono al meglio la cultura del posto e dei suoi abitanti.

Il Victoire, il mercato locale dell’artigianato e delle spezie, permette di assaggiare i sapori dell’isola e scoprire la tradizione culinaria di chi abita questi territori tutto l’anno.

Saint-Barthélemy: la più piccola isola delle Antille Francesi

Dalla più grande alla più piccola isola delle Antille Francesi. Tra tutte, l’isola di Saint-Barthélemy è in assoluto la meno estesa, ma non per questo meno ricca di sorprese. La vegetazione è uno dei grandi punti di forza di Saint-Barthélemy, che è conosciuta per le esplorazioni fuori e dentro l’acqua.

Centinaia di specie di uccelli si aggirano per le foreste, alcuni protetti dai parchi botanici ed altri ancora in libertà.

La capitale, Gustavia, riporta i resti della colonizzazione svedese. Alcuni degli edifici originali sono ancora in piedi ed è possibile visitarli per comprendere meglio la vera cultura del posto.

Come sempre, le meravigliose spiagge dei Caraibi non possono mancare. La Plage de Saline e la Plage de Gouverneur sono le due spiagge preferite dai visitatori, che si perdono tra le acque cristalline e l’atmosfera di calma.

Gouberneur è nota per un’antica leggenda, che la vede come il luogo scelto dai pirati per seppellire i propri tesori.

Saint-Martin, l’isola divisa a metà tra Olanda e Francia

Saint-Martin è l’isola delle Antille divisa a metà tra l’Olanda e la Francia. Una metà del suo territorio appartiene ai Francesi, mentre una seconda metà è sotto la giurisdizione degli Olandesi.

Un’isola a metà, che ha creato un mix perfetto di culture e tradizioni diverse.

La capitale Marigot ospita il più grande mercato all’aperto di tutti i Caraibi, dove è possibile ritrovare varietà di frutta e verdura particolarissime, respirando i profumi tipici della cultura caraibica e della cucina locale.

Sia il litorale francese che quello olandese offrono spiagge incredibili, che vale assolutamente la pena vedere. La baia di Auz Prunes è un luogo magico, in cui immergersi per esplorare il fondale e prendere lezioni di snorkeling.

Il clima ventilato favorisce anche la pratica del surf, che qui viene insegnato sia ai principianti che ai più esperti.

Saint-Martin è l’isola perfetta per i più giovani, che vogliono sperimentare qualcosa di nuovo e inatteso. Tutta la zona della costa orientale è conosciuta come “la Saint-Tropez dei Caraibi”, proprio perché particolarmente movimentata e piena di vita.

Una vacanza all’isola di Saint-Martin permette di rigenerarsi completamente, riscoprendo il piacere della tranquillità e della calma.

Assicurazione viaggio per le Antille Francesi

Se state pensando di partire per i Caraibi, Columbus Assicurazioni vi propone una polizza viaggio completa di tutte le principali coperture, tra cui il rimpatrio sanitario e le spese mediche illimitate.

Anche in caso di malattia dovuta al Covid-19, l’assistenza medica di Columbus Assicurazioni penserà alle vostre cure anche se siete così lontani da casa.

Al momento della sottoscrizione della polizza, scegliete come destinazione “Mondo Intero”: nonostante le Antille Francesi siano considerate territorio francesi, la copertura limitata all’Europa non è sufficiente per questo viaggio.


← Aurora Boreale in Finlandia: dove e quando vederla

Come funziona l'Assistenza sanitaria all'estero? →