di Giovanna Lucchi , 27.10.2021

L’arcipelago di Guadalupa è una stupenda località nel mar dei Caraibi, perfetta per chi ama trascorrere l’inverno al caldo

Come altre isole caraibiche, l’estate il clima non è dei migliori, possono infatti presentarsi piogge frequenti o anche uragani. Quando c’è il sole però, sembra di vivere in un piccolo paradiso, dove tutto scorre più lento e in totale relax.

La Guadalupa fa parte delle Antille Francesi, pertanto è territorio francese al 100% e prevede non pochi vantaggi per noi europei, come l’utilizzo del Green Pass (EU Digital Covid Certificate).

Prima di partire però, si consiglia di consultare sempre il sito della Farnesina “Viaggiare Sicuri”.

Quando andare a Guadalupa per trovare il clima migliore?

L’Isola di Guadalupa si trova tra l’Oceano Atlantico e il Mare dei Caraibi. Il suo territorio incredibile, segnato da bellissimi paesaggi ed attrazioni uniche, è interessato da visite continue tutto l’anno.

Le temperature sono sempre piuttosto alte, e solitamente oscillano tra i 18 e i 33 gradi. Tuttavia, il periodo migliore per raggiungere l’isola è tra febbraio e aprile, in quella che viene definita come “stagione secca”.

Durante questi mesi, infatti, l’umidità diminuisce e si riduce anche il rischio di precipitazioni o uragani.

Nonostante prenda il nome di “Isola di Guadalupa”, la più estesa delle Antille Francesi è in realtà formata da due isole diverse (Grande-Terre e Basse-Terre), e da una serie di isole minori.

Le due principali si collegano tramite un canale, chiamato Riviere Salée, che è facilmente attraversabile a prescindere dalla stagione in cui si decide di partire.

Leggi anche “Antille Francesi: le isole caraibiche perfette per una vacanza

Cosa vedere e cosa fare a Guadalupa

Le due isole principali di Guadalupa, Grande-Terre e Basse-Terre, ospitano paesaggi sorprendenti, arricchiti da percorsi guidati alla scoperta della natura del luogo.

A Basse Terre si trova la Cascade aux Ecrevisses (Cascata dei gamberi di fiume) e il vulcano Soufriére, che arriva a sfiorare i 1467 metri d’altezza. Essendo attivo, il vulcano rilascia ripetutamente una lunga serie di vapori sulfurei, che trasformano completamente l’atmosfera circostante e la rendono decisamente “mistica”.

A poca distanza dal vulcano, si trova il Jardin Botanique di Villiers, un giardino botanico che ospita più di 1000 varietà diverse di piante tropicali, conosciuto per essere uno dei più belli dei Caraibi.

Nella Grande-Terre, invece, è possibile osservare il gigantesco Cimitero Morn à l’Eau, che ha l’aspetto di un’enorme scacchiera. Le tombe, infatti, sono decorate con quadrati bianchi e neri, che da lontano ricordano proprio una scacchiera.

In occasione della festa dei morti, tutta la zona è illuminata da piccoli ceri, che la rendono ancora più unica e speciale.

Pointe-à-Pitre è il centro abitato più grande di tutto l’arcipelago di Gadalupa, caratterizzato dalla presenza di case tipiche e ristoranti specializzati nella cucina locale. Qui è possibile visitare la chiesa di S. Pietro e Paolo e la Victoire – il mercato locale dell’artigianato e delle spezie.

Infine, un’esperienza da non perdere è quella al Memorial ACTe, un museo introdotto da poco che è interamente dedicato alla schiavitù. La sua inaugurazione ha segnato un importante punto di svolta, poiché ha permesso di descrivere in modo semplice e intuitivo tutto quello che le precedenti comunità hanno dovuto affrontare.

Guadalupa: il mare e le spiagge più belle

Le spiagge di Guadalupa sono caratterizzate da acque cristalline e lucenti. Il mare dei Caraibi, famoso in tutto il mondo per la sua bellezza, circonda e avvolge l’Isola offrendo un panorama più che unico.

Da Sud fino a Nord di Gadalupa, il colore delle sabbia muta leggermente, passando attraverso diverse sfumature. Dal bianco tipico del Sud, si passa al nero ed al dorato della famosa “Grande-Anse”.

Riuscire ad individuare le spiagge più belle in un panorama simile non è assolutamente semplice, perché ognuna rispetta altissimi standard e assicura massimo comfort e massimo relax.

Spiaggia Le Caravelle

La spiaggia “Caravelle” è considerata come la spiaggia caraibica per eccellenza. Questa laguna cristallina si estende per diversi metri, offrendo riparo dal caldo grazie alla presenza delle alte palme. La sabbia è bianca e luminosa, morbida e sottile esattamente come ci si aspetta dai Caraibi.

Spiaggia “Pain de Sucre”

La seconda spiaggia, chiamata “Pain de Sucre”, appartiene alla categoria delle spiagge caraibiche. Il suo mare cristallino, di un color azzurro intenso, è perfetto per gli amanti dello snorkeling, che potrebbero riuscire ad individuare specie marine rare e tipiche di questi luoghi.

Per raggiungerla basta seguire le indicazioni rilasciate per Anse Carwen, magari affidandosi ai consigli degli abitanti del posto.

Spiaggia di Datcha

La spiaggia di Datcha è particolarmente apprezzata dai locali, che la raggiungono spesso per praticare specifiche attività sportive, come il kayak e le immersioni.

Affittando una piccola barca, si riesce a raggiungere facilmente Gosier Islet, un angolo speciale all’ombra delle palme da cocco.

Spiaggia di Malendure

La sabbia nera e vulcanica fa da sfondo alla spiaggia di Malendure, una delle spiagge più belle di Guadalupa. Le acque cristalline ed il clima rilassato che si respira, trasformano questo luogo in uno dei più affascinanti dell’arcipelago.

In vacanza ai Caraibi: Guadalupa e Martinica

Visitare i Caraibi può essere un’esperienza unica, completamente fuori dal comune. Le isole delle Antille Francesi meritano di essere scoperte una per volta, così da non perdersi nulla. Subito dopo Guadalupa, Martinica è la tappa obbligatoria, l’isola dei fiori, infatti, è sempre stata apprezzata, fin dalla sua storica scoperta.

I colori e i profumi che avvolgono questa parte spettacolare dei Caraibi riuscirebbero a sorprendere chiunque. Un luogo immerso nella calma, dove rigenerarsi e ritrovare le energie perdute.

Leggi anche “Tutte le più belle isole dei Caraibi”.

Arcipelago di Guadalupa: viaggiare sicuri

Come sempre, prima di partire consigliamo di consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri “Viaggiare Sicuri”.

Tra le informazioni presenti nella pagina dedicata “www.viaggiaresicuri.it/country/GLP”, segnaliamo che nel paese non è presente l’Ambasciata Italiana, e che è competente l’Ambasciata Italiana in Francia.

Inoltre, all’interno del sito si consiglia l’acquisto di una polizza viaggio che preveda coperture per spese mediche e rimpatrio sanitario.

Ricordiamo che l’assicurazione viaggio Columbus prevede un massimale illimitato per le spese mediche e coperture anche per problematiche legate al Coronavirus.

Per maggiori info, leggere “Speciale Covid-19”.

Sempre all’interno del sito della Farnesina, si consiglia di prestare particolare attenzione nelle aree periferiche, nelle spiagge poco frequentate e, in generale, nelle zone dove ci sono poche persone.

Guadalupe e Guadalupa: quali differenze?

In questa guida di viaggio abbiamo parlato di “Guadalupa”, un arcipelago delle Antille Francesi, ma non dovete confondere questa destinazione con “Guadalupe”, che si trova in Messico.

Sembra un concetto abbastanza ovvio ma abbiamo preferito precisare.

Dove si trova Guadalupa

L’arcipelago di Guadalupa si trova nel Mar dei Caraibi, al largo della costa del Venezuela, direzione Nord-Est. A sud, le isole più vicine sono, nell’ordine:

A nord invece, troviamo

  • Montserrat
  • St John
  • Antigua e Barbuda

Partendo dall’Italia, si atterra a Pointe-à-Pitre o a Grand-Case, e si possono raggiungere queste località anche con un solo scalo.


← Isola di “La Reunion”: la guida di viaggio

Caraibi in inverno: dove andare nel 2021? →