di Giovanna Lucchi , 20.08.2021

Famosa per le spiagge da sogno fatte di sabbia bianca e acqua turchese, Paros ha in realtà ha molto di più da offrire ai turisti. Per innamorarsi di quest’isola, è sufficiente una semplice passeggiata nei suoi vicoli tinteggiati di azzurro e rosa, fra i bassi caseggiati bianchi e i negozietti di artigianato, lungo stradine lastricate e nei locali con viste incantevoli.

I sentieri immersi nella natura, i pittoreschi villaggi di pescatori e le baie nascoste nella costa sono impreziositi dall’affascinante patrimonio archeologico dell’isola. Nei centri cittadini troverete strutture ricettive di lusso, boutique e locali raffinati, mentre la sera, le spiagge si animano e le feste impazzano fino al mattino.

A Paros è davvero possibile trovare il compromesso perfetto fra cultura, relax e movida.

Sei pronto a prenotare la tua vacanza a Paros ma hai paura degli imprevisti?

Scopri le coperture della polizza “Annullamento Viaggio” di Columbus Assicurazioni, leggi la sezione “Speciale Covid-19”, oppure visita la pagina “Assicurazione Sanitaria di viaggio per la Grecia”.

Dove si trova Paros e come arrivare

Paros è una delle isole più gettonate delle Cicladi, la terza per estensione dopo Andro e Nasso. La sua posizione centrale ha contribuito a renderla, nei secoli, un importantissimo crocevia portuale.

Ancora oggi, per la sua collocazione strategica, Paros è tappa praticamente obbligata di un itinerario alla scoperta dell’Arcipelago.

Non esistono voli diretti dall’Italia all’Aeroporto Nazionale dell’isola. Per arrivare in aereo a Paros, è quindi necessario almeno uno scalo ad Atene, da dove i voli non mancano di certo.

In alternativa, l’isola si raggiunge via mare, in traghetto o aliscafo dalle principali isole dell’Arcipelago, oltre che dalla capitale Atene, comprese Santorini, Mykonos, Nasso.

Leggi anche “Le isole greche meno turistiche ideali per una vacanza tranquilla”.

Paros: le spiagge più belle e il mare

Le spiagge di Paros sono tra le più belle delle Cicladi, tutte caratterizzate da litorali di sabbia fine, fondali bassi e acque trasparenti. Girando lungo la costa, è possibile trovare decine di siti, attrezzati o liberi, in cui concedersi un fresco tuffo.

Kolymbithres

Tra le spiagge più amate c’è Kolymbithres. A renderla affascinante, oltre che i suoi colori quasi dipinti, i roccioni bianchi e lisci che spuntano dal fondale come figure dotate di vita propria.

Agios Fokas Monastiri

Altre spiagge famose sono Agios Fokas e la suggestiva Monastiri, tappa perfetta se si è in cammino in uno dei sentieri di trekking che la circondano.

Snorkeling e Sport Acquatici

Paros è apprezzata anche per gli sport acquatici. Lo snorkeling e le immersioni sono praticabili ovunque, grazie ai fondali bassi e trasparenti. Suggeriamo, a tal proposito, la spiaggia di Krios. Non mancano spiagge per surfisti, come la Golden Beach e Tserdakia.

Le spiagge più tranquille di Paros

La spiaggia di Agia Irini è un’altra bella meta se si cerca un ambiente tranquillo, riparato dalle fresche palme sulla sabbia.

Una tappa imperdibile di Paros è l’adiacente isoletta di Antiparos, che è più un prolungamento dell’isola raggiungibile con traghetti o piccole imbarcazioni da Pounda. Qui si trova, ad esempio, la splendida spiaggia di Agios Giorgios.

Cosa vedere a Paros: le attrazioni principali

Oltre alle spiagge, Paros offre molti spunti per rilassarsi nella natura, perdersi nei villaggi marinari e tuffarsi nella movida. Il tutto in un’isola sola.

Parikia, il capoluogo

L’esplorazione delle più belle attrazioni di Paros non può che partire dal suo capoluogo, Parikia. In questo allegro e trafficato porticciolo, il turismo e il transito di persone hanno semplicemente popolato il centro cittadino, che non ha perso il suo fascino tradizionale. La vita notturna brulica sulla spiaggia e sul lungomare. Qui meritano una visita diurna anche il Museo Archeologico e la città antica.

Naoussa: un borgo moderno

Altra tappa nell’isola: Naoussa. Un “borgo moderno”, nel quale il fascino della bianchissima architettura greca riflessa sul mare si accompagna a strutture ricettive, hotel e locali sofisticati e lussuosi.

Rinomate anche la spiaggia Piperie le vie dello shopping con boutique di alta moda e non solo.

Siti Storici e Archeologici a Paros

Paros è anche un interessante sito storico e archeologico. Nell’isola ci sono resti di templi e cimiteri antichi, secondo un percorso temporale che parte dall’VIII secolo a.C. e arriva fino al Medioevo. Proprio a quest’epoca, infatti, risale il Ducato di Nasso, fondato dal veneziano Marco Snaudo, nipote del Doge.

A testimoniare il suo passaggio il Kastro, fortezza fatta costruire dal Duca.

Di grande interesse culturale anche Panagia Ekatontapyliani, un complesso paleocristiano noto come la Chiesa dalle 100 porte. Leggenda vuole che a fondarla sia stata Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino. Al suo interno una Basilica principale, un imponente battistero, un Museo Archeologico Bizantino.

La movida a Paros

La movida dell’isola è vivacissima e ben distribuita tra i lungomari delle cittadine e le spiagge dei centri abitati. Non solo di notte, ma già a partire dal tardo pomeriggio, la spiaggia di Pounda si anima con feste, happy hour e serate affollatissime.

Piso Livadi (Paros), ideale per le famiglie

Se si è alla ricerca di una località per famiglie, Piso Livadi offre un turismo più “lento”, in cui godersi i piaceri della cucina e uno splendido porticciolo alla portata di bellissime spiagge.

Trekking a Paros

Infine, a Paros ci sono vari sentieri di trekking per scoprire l’entroterra. Ad esempio a Lefkes, l’antica capitale, oggi un villaggio che ha conservato un fascino caratteristico e intatto anche grazie alla posizione rialzata e meno accessibile.

Oppure nel Parco di Paros, con i suoi tre sentieri collegati.

Tags

Grecia


← Medulin, Croazia: la città, le spiagge e la riviera

Cala Mariolu, Sardegna: tutto quello che devi sapere →