di Davide Rossi , 08.09.2022

Il Sudafrica è una terra affascinante, famosa per le grandi distese di erba, gli animali selvaggi, i grandi parchi nazionali e, ovviamente, i safari.

In Sudafrica è possibile visitare molte località, come ad esempio le città più grandi o le spiagge famose amate dai surfisti, ma la principale attrazione sudafricana restano i parchi nazionali e le riserve naturali dove partecipare a un safari.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per il Sudafrica

Per aiutarvi ad organizzare una vacanza in una terra così lontana, abbiamo deciso di scrivere una guida di viaggio dove presentiamo i più famosi parchi nazionali del Sudafrica.

Ecco quali sono i parchi principali.

Leggi anche “Safari in Africa: le migliori destinazioni per la vostra avventura”.

Parco nazionale del Kruger

Il parco nazionale Kruger è una fonte inesauribile si natura selvaggia, nonché il parco più famoso del Sudafrica.

Qui, infatti, risiedono i famosi Big Five, ovvero leone, elefante, leopardo, rinoceronte e bufalo, ma anche rettili di tantissimi tipi, uccelli e una flora vegetale di svariate specie.

Il clima è praticamente sempre soleggiato, tutto l'anno, ed è ideale per organizzare dei safari guidati.

Il modo migliore per raggiungere il parco è l'aereo: partendo dall'Italia, si vola fino a Johannesburg, mentre nei pressi del parco ci sono diversi aeroporti connessi con la capitale sudafricana.

Il parco di Hluhluwe-Imfolozi

Il parco di Hluhluwe-Imfolozi è la riserva naturale dei rinoceronti per eccellenza. Qui, questo animale in via di estinzione viene protetto nel suo habitat naturale.

All'interno del parco si possono però avvistare moltissimi altri animali, come leoni, elefanti, leopardi, bufali, antilopi, iene, giraffe, tartarughe, serpenti e non solo.

La riserva naturale la più antica di tutta l'Africa e si trova nella provincia sudafricana del KwaZulu-Natal, nel cuore dello Zululand.

Per raggiungerla è consigliabile prendere l'aereo da una delle grandi metropoli sudafricane, che atterra a pochi km dall'ingresso.

Gondwana Private Game Reserve

Situata vicino alla città di Mossel Bay, la Gondwana Private Game Reserve è una riserva costituita da 11mila ettari di prati aperti, valli ondulate e branchi di animali selvatici.

Sono anche presenti esemplari rari come la zebra di Cape Mountain e il rinoceronte nero del centro-sud.

Molto rilevante, in questo parco, anche una vasta presenza di antilopi.

Raggiungere il parco è semplice: da Cape Town basta prendere un aereo destinazione George, poi da lì si può noleggiare un'auto e dirigersi alla riserva.

Isimangaliso Wetland Park

Noto in precedenza con il nome di Greater St. Lucia Wetland Park, l'Isimangaliso (termine che in linguaggio zulu significa meraviglia, Wetland Park si trova sulla costa orientale della provincia di KwaZulu-Natal, a circa 275 km dalla città di Durban.

Il Parco è considerato la terza più grande area protetta del Sudafrica, e al suo interno vivono specie animali molto rare, come fenicotteri maggiori e minori, pellicani dalla schiena bianca, 530 tipologie di uccelli, ma anche e soprattutto la più grande colonia di ippopotami dei parchi sudafricani.

Da Durban l'ingresso del Parco è raggiungibile tramite un paio d'ore abbondanti di autobus, altrimenti si può noleggiare un'auto.

Parco Nazionale di Pilanesberg

Il Parco nazionale di Pilanesberg si trova a nord di Rustenburg, città ubicata nell’area nord-ovest del Sudafrica. La riserva si trova all’interno di uno dei più grandi complessi vulcanici al mondo, e ospita minerali rarissimi.

Non solo, al suo interno sono presenti tantissimi animali, tra cui i celebri Big Five, oltre a zebre di montagna, giraffe, ippopotami e coccodrilli.

Noleggiando un’auto, da Johannesburg si arriva nei pressi del parco in circa tre ore.

Addo Elephant Park

Se invece siete da sempre appassionati di elefanti, l'Addo Elephant Park è il parco nazionale sudafricano che fa al caso vostro. Si trova nei pressi della cittadina di Port Elizabeth, ed è considerato il luogo più adatto al mondo per l'avvistamento di questi giganteschi animali.

Non solo elefanti, però: Addo Elephant ospita numerosi altri animali, oltre ad una vastissima vegetazione. Il parco si estende anche sul mare, visto che sono incluse in un possibile itinerario le isole Saint Croix, dove è possibile ammirare i famosi pinguini africani.

Per raggiungere il parco è necessario prendere un aereo da una delle principali città sudafricane (Cape Town, Durban e Johannesburg) e giungere all'aeroporto di Port Elizabeth.

Quest'ultima dista pochi km dall'ingresso del parco, che può essere visitato con un'auto a noleggio o salendo su uno dei fuoristrada dei rangers.

Il periodo migliore per un safari in Sudafrica

Se vi state chiedendo qual è il periodo migliore per un safari in Sudafrica, il consiglio che vogliamo darvi è quello di organizzarlo durante i mesi invernali sudafricani, ovvero da giugno fino ad ottobre.

In questo arco temporale, le riserve e i parchi sono poco ricoperti dalle piante (quindi gli animali si vedono meglio) e, soprattutto, le temperature non sono elevate come in altri periodi dell’anno.

Nel periodo invernale, però, bisogna tener presente che le notti sudafricane diventano particolarmente fredde.

Leggi anche: 

Tags

Sud Africa


← Ponte 8 dicembre 2022: idee per viaggi all’estero o in Italia

Cascate dell’Iguazú in Argentina e Brasile: la guida di viaggio →