di Rossi Marco , 08.05.2019

Quando si pensa al mare del sud est asiatico il pensiero va subito a paesi come la Thailandia, le Filippine, la Malesia ma, se state leggendo questo articolo, è perché avete sentito parlare anche del Myanmar. La storia e la tradizione del paese, così come le splendide località, sono rimaste sconosciute ai turisti occidentali fino a tempi relativamente recenti.

Oggi, fortunatamente, si può visitare l’ex Birmania, sia le sue antiche città che le coste suggestive. Sempre più turisti infatti vengono incuriositi dal mare del Myanmar, a detta di molti, tra i più belli della regione.

In effetti il mare del Myanmar è veramente suggestivo, l’acqua trasparente dalle tinte turchesi, le spiagge bianche e il sole cocente possono far invidia anche alle più belle isole dei Caraibi.

Un altro punto di forza del mare del Myanmar è sicuramente il prezzo: qui infatti un soggiorno, anche in un resort di lusso, presenta prezzi molto competitivi. Non dimenticate poi che il paese è un vero paradiso per tutti i backpackers, grazie anche alla presenza di strutture turistiche molto economiche.

Molte delle coste, isole e località balneari della Myanmar sono state preservate dal progresso selvaggio, questo però significa anche che potreste trovare pochi servizi. Pertanto, se volete partire con prole al seguito, informatevi bene sulle strutture presenti.

Leggi anche “Turismo in Myanmar (ex Birmania): 10 cose da sapere prima di partire”.

Quando andare per trovare il clima migliore

Il Myanmar è un paese con una conformazione molto particolare, grande praticamente il doppio rispetto al nostro Paese presenta sia calde coste tropicali che fredde montagne ai con fini con l’Himalaya.

Il periodo più caldo è tra aprile e maggio, che coincide con la stagione pre-monsonica. In generale si sconsiglia invece il periodo monsonico, che inizia verso metà maggio nel Sud del Paese. Le piogge sono molto intense fino ad agosto, soprattutto lungo la costa, dove solo a settembre iniziano a dar tregua.

Le zone più interne, pur subendo il caldo, vengono colpite meno dalle intense precipitazioni. Nel periodo monsonico, inoltre, il cielo è spesso coperto, pertanto la tintarella diventa un vero e proprio miraggio.

Se volete provare il mare che bagna le coste del Myanmar, i mesi migliori per farlo vanno da dicembre a febbraio, tenendo presente che le temperature aumentano anche al nord man mano che ci sia avvicina al periodo pre-monsonico.

Leggi anche "Myanmar (ex-Birmania) ad agosto: com’è il clima?".

Leggi anche “Quando andare nel Myanmar: clima, temperature e stagioni”.

Le spiagge più belle

Con 2000 chilometri di costa, certamente non mancano le spiagge dove stendersi a prendere il sole e a fare il bagno. La più famosa di tutte è Ngapali Beach, che deve il suo nome alla nostra “Napoli”. Qui oltre a trovare sabbia bianchissima e mare cristallino, troverete anche molte strutture turistiche di lusso.

Un’altra spiaggia molto bella è Ngwe Saung, chiamata anche “Silver beach” grazie al caratteristico colore della sabbia. Ngwe Saung si può raggiungere in autobus da Yangon.

Se amate l’atmosfera incontaminata, allora non potete non visitare l’arcipelago Mergui: 800 isole bagnate dalle acque del mare delle Andamane.

Per saperne di più sull’argomento, potete leggere la nostra guida di viaggio “Myanmar: le spiagge più belle”.

Cosa fare sulle spiagge del Myanmar

Ovviamente sulle spiagge dell’ex-Birmania potrete rilassarvi e prendere il sole tra una nuotata e l’altre nelle calde e trasparenti acque.

Se però amate lo sport, non resterete certo delusi neanche in questo angolo del sud est asiatico.

Le coste del Myanmar infatti sono ideali per lo snorkeling, per il surf e anche per le gite in barca on kayak.

Assicurazione Viaggio per il Myanmar (ex-Birmania)

Myanmar è un luogo meraviglioso per passare le tue vacanze, quindi perchè rischiare di rovinare il tuo soggiorno all'estero quando puoi partire protetto con l'assicurazione viaggio? Incidenti come la perdita del bagaglio da parte della compagnia aerea, la necessità di annullare il viaggio all'ultimo minuto o essere colpiti da un malore mentre si è lontani da casa sono episodi che accadono più comunemente di quello che si crede. Per saperne di più, leggi il nostro articolo "5 motivi per cui conviene fare un’assicurazione viaggio".


← Dove vedere i tramonti più belli del mondo | Travel Blog

Chelsea, NYC: non solo locali notturni e delle gallerie d’arte →