di Gabriella Parri , 20.07.2018

Il Greenwich Village si trova tra SoHo e Chelsea, è considerato un quartiere residenziale, è una delle zone migliori dove dormire a New York ed è molto apprezzato dai turisti.

Pur non avendo le attrazioni di Mid Town, la sua storia e la sua fama lo hanno reso una tappa fissa per chi visita la Grande Mela, soprattutto per chi riesce soggiornare almeno 3 giorni.

Leggi anche “Cosa vedere a New York in 4 giorni di vacanza

Qui ad attendervi troverete un’atmosfera molto diversa da quella delle zone più centrali di Manhattan, non per niente “The Village” è considerato il quartiere degli artisti per eccellenza, ma è anche il luogo dove sono nati i più importanti movimenti gay americani.

Sicuramente, il Greenwich Village non è la prima attrazione da vedere a New York, ma è un quartiere ideale dove dormire o da visitare dopo il tramonto, alla ricerca di uno buon ristorante o di un locale “Alternativo”.

Un quartiere “alternativo"

Greenwich Village è stato definito in tanti modi, dal “Quartiere degli artisti” al “Quartiere bohémien”, questo perché è ricco di storia ma anche di arte e cultura.

Qui infatti hanno soggiornato tantissimi artisti di fama mondiale, come Edgar Allan Poe, Woody Allen, Al Pacino, Bob Dylan, Jimi Hendrix, William Burroughs e molti altri. Qui ha mosso i primi passi la musica “Folk” e la “Beat Generation”, ma anche il movimento di liberazione omosessuale.

Oggi è qui che troverete i movimenti più avanguardisti, come per esempio gli spettacoli di Broadway Off.

Le strade

Come vi abbiamo anticipato, il Village è molto diverso dal resto di Manhattan, e anche le sue strade sembra che vogliano testimoniare come questo quartiere non sia sia mai integrato veramente con il cuore della Grande Mela.

Come sicuramente saprete infatti, le vie di New York non hanno nomi come da noi in Italia, bensì numeri, fatta eccezione per il quartiere di Greenwich Village. Qui infatti non solo le strade hanno dei nomi, ma non seguono anche la classica “struttura a griglia” comune a tutto il resto della città. Viste dall’alto infatti, le vie del Village sembrano i rami di un albero.

Cosa vedere a Greenwich Village

La vera attrazione di Greenwich Village è il quartiere stesso, con le sue strade, le sue caratteristiche case, i suoi bar e i suoi locali.

Come abbiamo già scritto, anche se non ci sono grandi musei o grandi attrazioni in generale, durante la vostra passeggiata tra le vie del quartiere, vi consigliamo di fermarvi nei posti più rappresentativi, che andiamo a presentarvi di seguito.

Washington Square Park

Il Washington Square Park è il parco più bello della quartiere, famoso per il suo arco, il Washington Square Arch, che richiama molto lo stile francese, la fontana centrale, la statua di Garibaldi e gli artisti strada. Il Parco però è famoso per la “Halloween Parade”, la parata della notte di Ognissanti più imponente del mondo, con oltre 30.000 partecipanti.

Leggi anche “Dove andare ad Halloween?

New York University

Vicino al Washington Square Park troverete la New York University (ha una sede anche al Bronx), che merita sicuramente di essere visitata. Qui infatti avrete la fortuna di vedere da vicino la più grande università privata degli Stati Uniti, famosa in tutto il mondo per i suoi corsi di studio.

Bleecker Street

Bleecker Street è una delle vie più famose del quartiere, soprattutto per i suoi locali e ristoranti. Se decidete di uscire la sera e di restare al Village, vi consigliamo di partire da qui.

La strada è famosa anche per aver visto esibirsi nei suoi locali artisti di fama mondiale com Bob Dylan e Bruce Springsteen, ma il suo residente più “leggendario”, almeno al momento, si trova al numero 177A. Stando a quanto narrato nella sua storia, è qui infatti che si trova la dimora del Dottor Steven Strange, uno degli Avengers.

Jefferson Market Courthoues (Old Jeff)

Uno degli edifici più interessanti del quartiere è il Jefferson Market Courthoues. Noto dai residenti come “Old Jeff”, grazie alla sua imponente torre, veniva utilizzato per avvistare gli incendi, soprattutto quelli in lontananza.

Oggi è ormai andato in pensione, ma non ha smesso di aiutare la città di New York, offrendo i suoi spazi alla New York Public Library.

Cinema e serie TV

Il “Quartiere degli artisti” è famoso anche per i tanti film e serie tv qui girate o ambientate. Le serie più famose sono sicuramente Friends, anche se girato a Los Angeles, e Sex and the City, la famosa serie tutta al femminile che ha visto la sua protagonista, Carrie, abitare a Perry Street.

Tra i film più famosi invece girati al Village c’è senz’altro “Harry met Sally”.

Assicurazione Viaggio e Sanitaria per New York

Per viaggiare protetti lungo le strade del Greenwich Village, è opportuno scegliere prima di partire, un'assicurazione viaggio in grado di fornire copertura per spese mediche. Clicca qui per capire quali sono i vantaggi di una polizza Columbus.

Immagine di copertina: Washington Square Park


← Columbus Day: alla scoperta del compleanno d’America

Festival delle luci di Berlino: un'esperienza "magica" →