di Giorgia Alto , 06.06.2022

Il mese di giugno è il periodo ideale per concedersi una vacanza all’insegna della novità e del divertimento.

Combinando due mete diverse come il Giappone e le Hawaii, i turisti hanno la possibilità di creare un’esperienza unica. La cultura, il divertimento e le strade affollate del Giappone si contrappongono alla tranquillità e al relax delle Hawaii, creando un mix di sensazioni difficile da dimenticare.

Tantissime coppie di sposi scelgono questa unione come meta definitiva per il proprio viaggio di nozze, lanciandosi in un’avventura del tutto fuori dal comune.

Quanto distano le Hawaii dal Giappone

Il Giappone dista dalla Hawaii più di 6000 km.

Quella che all’apparenza potrebbe sembrare una distanza insuperabile, si riduce significativamente grazie ai collegamenti che uniscono le due mete.

L’aereo resta il mezzo più rapido ed efficiente per passare dal Giappone alle Hawaii e viceversa. Per il viaggio, sono previste circa otto ore di volo, che possono aumentare o diminuire in relazione all’aeroporto selezionato per l’arrivo.

Esempio: Partendo dalla capitale Tokyo, un volo diretto per Honolulu (capitale dell’Isola di Oahu) ha una durata media di sette ore e mezza.

Viaggio in Giappone a giugno: clima, temperature e piogge

Il Giappone rientra tra le mete più apprezzate del mondo, un luogo che tutti dovrebbero visitare almeno una volta nella vita.

Il clima è probabilmente uno degli elementi più difficili da prevedere in Giappone, siccome il paese gode di un’estensione davvero significativa. In generale, il clima tende ad essere temperato al centro, freddo al nord e semi-tropicale al sud.

I monsoni, i venti che arrivano dall’Oceano Indiano, fanno in modo che la temperatura estiva risenta dell’influsso delle correnti umide di origine tropicale.

Per questo motivo, il periodo che va da metà giugno a metà luglio viene chiamato “Baiu” (o più semplicemente stagione delle piogge).

Nel mese di giugno, non è insolito imbattersi in giorni di pioggia. Tuttavia, i temporali più gravi si verificano soprattutto ad agosto - fino all’inizio dell’autunno - quando il Giappone viene colpito duramente dai tifoni di origine tropicale.

La temperatura media a giugno è di circa 22°C, con una minima di 19 ed una massima di 25°C. Difficilmente le temperature superano questi livelli e, come anticipato, c’è una forte probabilità di pioggia.

Cosa vedere e cosa fare in Giappone a giugno

Data la temperatura favorevole, giugno è un mese perfetto per l’esplorazione delle città più affascinanti del Giappone.

Una visita non può che iniziare dalla capitale, la bellissima e “Senza tempo” Tokyo, in particolare i due distretti di Harajuku e Shibuya, tra i preferiti dei visitatori e i più interessanti.

Leggi anche “Cosa vedere a Tokyo”.

Insieme, ospitano alcune delle attrazioni più visitate: il parco di Yoyogi, il santuario di Meiji Jingu e il Shibuya Scramble Crossing, l’attraversamento pedonale più famoso del mondo.

Giugno è un mese importante anche per il mondo dei festival giapponesi. Due in particolare vengono ospitati dal paese proprio durante questo mese.

Il primo è il Festival di Soran Yosakoi, ospitato dal Parco di Odori dal 7 al 11 giugno. Il secondo, invece, è il Festival di Sapporo, che riempie la città di coloratissime sfilate dal 14 al 17 giugno.

Leggi anche “Assicurazione viaggio per il Giappone”.

Ci sono poi tantissimi altri luoghi da visitare in Giappone nel mese di giugno.

Il Monte Fuji

Un’escursione sul monte Fuji è quasi obbligatoria a giugno, soprattutto quando la temperatura è favorevole e non c’è pericolo di pioggia.

L’ideale è passare per il monte approfittando del viaggio sul treno Shinkansen, che da Tokyo porta direttamente a Kyoto.

Kyoto

In visita nell’antica capitale di Kyoto, è importante fermarsi ad osservare la località di Higashiyama, che ospita il tempio Kiyomizu-dera, e la bellissima foresta di bambù di Arashiyama.

Leggi anche “Cosa vedere a Kyoto”.

Osaka

Il quartiere più conosciuto di Osaka, Namba, è il luogo ideale per conoscere più da vicino la cultura giapponese e lo stile di vita di questo incredibile paese.

Leggi anche “Cosa vedere a Osaka”.

Himeji e il Monte Shosha

Tra la bellezza del Castello di Himeji e il paesaggio unico del monte Shosha, una visita alla città di Himeji è assolutamente necessaria.

Viaggio alle Hawaii a giugno: clima, temperature e piogge

Le isole delle Hawaii appartengono alla fascia equatoriale. Ciò significa, che le temperature tendono ad essere alte durante tutto il corso dell’anno, a prescindere dalla stagione.

Il clima delle Hawaii è, infatti, tropicale, con una stagione calda (da giugno a settembre) che sfiora temperature pari a 35°C.

Leggi anche “Quando andare alle Hawaii: clima, temperature e stagioni”.

Nel mese di giugno le temperature restano sempre abbastanza alte, passando dai 26 ai 34°C. Nella capitale Honolulu, soprattutto, si risente spesso di un caldo molto forte e abbastanza afoso.

La presenza dei venti alisei può influenzare il clima e portare qualche piccola precipitazione. In generale, i veri e propri tifoni arrivano solo nel mese di agosto e continuano fino al mese di ottobre.

A giugno, il rischio di piogge non è troppo alto, con qualche caso isolato che interessa soprattutto la parte finale del mese.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per gli Stati Uniti”.

Cosa fare e cosa vedere alle Hawaii

Le Hawaii offrono ai viaggiatori più di qualche spunto di esplorazione. Dalla capitale Honolulu fino alla zona più “selvaggia” di Kauai, ci sono attrazioni adatte ad ogni tipo di turista.

Visitare Honolulu

Una località imperdibile in visita alle Hawaii è proprio la capitale, Honolulu. Qui si trova Pearl Harbor, luogo diventato tristemente noto per il bombardamento perpetrato dall’aviazione giapponese nel 1941.

Visitare Waikiki, una delle più belle isole delle Hawaii

Dopo essersi tuffati nella storia di Honolulu, è interessante attuare un cambio di prospettiva e raggiungere Waikiki. Questa incredibile località balneare è considerata come una delle più belle e più famose di tutte le Hawaii.

Le spiagge di Waikiki sono gremite da surfisti e amanti del windsurf, che approfittano dei venti alisei per testare le proprie abilità.

North Shore, per gli amanti del surf

Gli appassionati di surf non possono che continuare il viaggio verso North Shore. Sulle spiagge di Waimea, Sunset e Pipeline vengono ospitate ogni anno alcune delle gare di surf più seguite al mondo. Nel mese di giugno è possibile incontrarne qualcuna, anche grazie al tempo favorevole.

Kauai e la sua natura selvaggia

Il viaggio dovrebbe poi continuare verso Kauai, alla scoperta delle zone più “Wild” delle Hawaii. Kauai ospita i bellissimi giardini del National Tropical Botanical Garden (NTBG), la sede perfetta per gli amanti del trekking e della natura.

Idee per viaggi di nozze a giugno

I giovani sposi scelgono spesso di trascorrere il proprio viaggio di nozze a metà tra Giappone e Hawaii. Il mese di giugno si rivela sempre come un’ottima scelta, ma le destinazioni sono molte più del previsto.

Approfittando del bel tempo di inizio stagione estiva, le coppie hanno a disposizione diverse alternative, ciascuna valida e ugualmente interessante.

Bali e le Isole Gili

L’Indonesia si trasforma facilmente in una delle mete più interessanti per gli amanti della natura.

Con il suo clima caldo e le sue bellezze naturali, riuscirebbe a conquistare praticamente chiunque.

Un viaggio di nozze a giugno in Indonesia potrebbe iniziare dalla romantica località di Bali, continuando poi verso le isole Gili, collegate a Bali grazie ad un comodo traghetto.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria per l’Indonesia”. 

Brasile

Così come l’Indonesia, anche il Brasile mantiene temperature elevate praticamente tutto l’anno. Nel mese di giugno il caldo non è mai troppo eccessivo, ed è possibile esplorare diverse città.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per il Brasile”.

Un viaggio di nozze in Brasile a giugno potrebbe iniziare a Rio de Janeiro, continuando poi con le località di Copacabana e Ipanema.

Madagascar e Mauritius

Un viaggio di nozze all’insegna del relax e della tranquillità non non tener conto anche del Madagascar.

Le spiagge bianche e il mare cristallino porteranno le coppie di sposi a perdersi in un vero e proprio paradiso naturale, praticamente indimenticabile.

Chi avesse poi voglia di avventura, in Madagascar non mancano certo le escursioni. Una visita alle vicine Isole Mauritius non può che completare il tutto, trasformando il viaggio in un’esperienza unica e rilassante.

Leggi anche “Cosa vedere alle Mauritius”.


← Estate in Australia: il clima da giugno ad agosto

Mare a Saranda: una delle località balneari più belle dell’Albania →