di Giovanna Lucchi , 08.10.2021

Una delle esperienze più sognate e ricercate al mondo: poter ammirare l’aurora boreale. I paesi scandinavi, poi, sono i più adatti a questa ricerca, in particolare la Finlandia, che offre scenari unici in Lapponia dove poter avvistare questo fenomeno naturale.

L’aurora boreale, infatti, nasce dalle particelle cariche di elettricità solare che colorano il cielo improvvisamente, donandogli sfumature incredibili. Proprio qui, in Finlandia, nella terra della popolazione Sami, è possibile andare alla ricerca dei luoghi dove avvistare le “Luci del Nord”.

Basta solamente armarsi di pazienza e degli strumenti necessari per iniziare la ricerca.

Leggi anche “Dove vedere l’aurora boreale?

Consigli per la caccia all’aurora boreale

Difficile non restare impressionati da un tale spettacolo della natura ma, per viverlo al meglio, è bene essere preparati sotto ogni punto di vista.

Innanzitutto, occorre tenere in considerazione che il clima della Lapponia è molto rigido nel periodo in cui si può vedere aurora boreale. Questo comporta portare con sé un abbigliamento molto pesante.

Una volta sul posto, occorre controllare sempre le condizioni metereologiche, in modo da accertarsi che il cielo sia limpido e sgombro da nuvole.

Trovare un luogo lontano da fonti di inquinamento luminoso è molto importante per essere certi di vedere l’aurora boreale al meglio.

Esistono anche app per smartphone per tenere sotto controllo il magnetismo in corso, sia sul momento, che per organizzare l’esperienza prima della partenza.

Il periodo migliore per vedere l’aurora Boreale in Finlandia

Nei cieli della Lapponia finlandese, è possibile assistere a fenomeni di aurora boreale circa 200 notti all’anno. La pratica vuole che più si va’ verso nord, più le possibilità di vederla aumentino.

Questo accade perché esiste una fascia ad alta intensità magnetica che si colloca intorno al polo nord. I mesi in cui le possibilità aumentano ulteriormente sono quelli che vanno da settembre a marzo, quando in genere i giorni di visibilità e i giorni con il cielo coperto si alternano.

Organizzare un viaggio in Lapponia in questi mesi non significa avere la certezza di vedere l’aurora. Occorre, infatti, che il cielo sia limpido, quindi si devono evitare condizioni climatiche avverse come temporali e nevicate.

Per avere una valigia più leggera, la scelta dovrebbe cadere sul periodo autunnale e primaverile, quando anche le nevicate non sono intense. Per quanto riguarda l’orario migliore, si consiglia di uscire tra le 21 e l’1, tenendo sempre a portata di mano gli strumenti di previsione, nel caso in cui diano un picco a tarda notte.

Rovaniemi: cosa vedere oltre all’aurora boreale

Questa è una delle poche località in cui l’aurora boreale è visibile anche nei mesi di agosto e aprile. Un range più ampio, che lascia spazio ad una maggiore libertà di organizzazione.

Rovaniemi possiede un Giardino Artico, ossia un luogo dove poter avvistare l’aurora boreale nei pressi del Museo Arktikum. Un modo per comprendere meglio la storia della Lapponia è proprio visitando la sua capitale, Rovaniemi.

Qui non troverete solo il villaggio di Santa Klaus, in questa piccola realtà fra le nevi del circolo polare artico, troverete anche musei e attrazioni che permettono di vivere l’esperienza dell’aurora boreale virtualmente, nel caso in cui il clima non sia clemente.

Sono molte le attività da svolgere in città e nelle vicinanze, come per esempio le escursioni sulle slitte trainate dagli husky, gli sport invernali.

A tal proposito, ricordiamo che Columbus Assicurazioni prevede una “Estensione Sport Invernali”, da aggiungere alla polizza viaggio, dedicata proprio a chi ama andare in vacanza sulla neve.

Da non perdere il pernottamento negli hotel di ghiaccio e di neve, ricostruiti di anno in anno.

Fra le foreste di Rovaniemi sembrerà di perdersi nei regni di ghiaccio, mentre i safari notturni saranno l’occasione ideale per andare a caccia dell’aurora boreale con veri esperti, che sapranno trovare il migliore spot.

Una città dove è Natale tutto l’anno non può che essere la meta ideale per grandi e bambini, dove poter divertirsi, ma anche solo godersi una vacanza di relax all’insegna della cultura e della tradizionale sauna finlandese.

Inari: cosa vedere e cosa fare

Un’altra fra le migliori destinazioni per andare a caccia dell’aurora boreale è Inari. Si tratta di un centro Sami, dove la popolazione locale vive ancora secondo le antiche tradizioni.

Esiste anche un museo dedicato a questa cultura, per entrare nel vivo di un mondo dove il legame che intercorre tra uomo e natura è ancora ben solido.

Questa località è il luogo perfetto anche per ciaspolate invernali nei boschi, anche in versione notturna, per vedere l’aurora immersa nella flora autoctona.

Le attività giornaliere disponibili sono diverse, come la caratteristica visita alle fattorie, dove poter incontrare l’animale tipico della Lapponia: la renna. Inari è facilmente raggiungibile da Rovaniemi e da Ivalo, in auto o in pullman.

Nell’organizzare una caccia all’aurora a Inari, è necessario tenere in considerazione che, nel periodo invernale, le temperature scendono fino a -40°C, e vi è una quasi totale assenza di luce. Condizioni ideale per chi fosse interessato al fenomeno atmosferico, ma che richiedono una cura maggiore nella preparazione dell’equipaggiamento.

Nei pressi del lago poi, esistono delle cabine in legno e plexiglass, ideate per poter guardare il cielo al riparo. Sono dotate di letto matrimoniale e gancio, per essere trainate nelle zone di maggior visibilità.

Tags

finlandia


← Le migliori località sciistiche in Svizzera

Antille Francesi: le isole caraibiche perfette per una vacanza →