di Davide Rossi , 02.09.2022

Varadero è una famosissima località turistica di Cuba, molto frequentata dai giovani soprattutto per le sue spiagge paradisiache. Il nome significa letteralmente “Luogo dove varano le barche”, tuttavia, spesso viene chiamata semplicemente “Spiaggia azzurra”.

Se amate le spiagge incontaminate, le acque cristalline e le vacanze a base di relax assoluto, Varadero è perfetto per voi!

Ecco, quindi, una guida di viaggio sulle spiagge più belle di questa località.

Leggi anche: Le spiagge più belle di Cuba e i Cayos

Dove si trova Varadero

Il Varadero si trova lungo la costa settentrionale della provincia di Matanzas, a Cuba. Per arrivare al Varadero è necessario arrivare con l’aereo all’aeroporto di José Martí, a L’Havana, e da lì prendere un bus che arriverà a destinazione in circa 4 ore e 40 minuti, al costo di poco meno di 16 dollari.

Esiste anche un aeroporto più vicino, ossia l’aeroporto Juan Gualberto Gomez, che però, pur essendo un aeroporto internazionale, non ha molti collegamenti come l’aeroporto di L’Havana.

Per raggiungere L’Havana da Varadero sarà sempre necessario prendere un bus, che impiegherà lo stesso tempo dell’andata.

Conviene sempre organizzarsi in anticipo in quanto i bus non sono molto frequenti: ce ne sono solo un paio al giorno.

Playa de Varadero (Playa Azul)

Una delle spiagge più note di Cuba, la Playa de Varadero è composta da chilometri di sabbia fine e bianchissima, bagnata da acque limpide e cristalline.

Oltre ad essere una meta perfetta per le famiglie con bambini per le sue acque calme e i suoi fondali bassi, questa spiaggia è anche l’ideale per gli amanti delle immersioni.

I suoi fondali infatti sono ricchi di coralli che attirano tantissime varietà di pesci, di ogni dimensione e colore.

La spiaggia è attrezzata con ogni tipo di comfort: bar, ristoranti, lidi, chioschi, campi da beach volley, lettini e ombrelloni di paglia: il posto perfetto per rilassarsi e prendere il sole.

Playa Coral

Questa spiaggia da sogno accoglie una barriera corallina tra le più grandi del mondo, ben due chilometri di lunghezza e specie marine particolarmente rare, come le spugne di mare e i pesci tropicali coloratissimi.

Leggi anche “Dove si trovano le barriere coralline più belle del mondo”.

La spiaggia è formata da sabbia corallina di un incantevole color rosato ed è bagnata da acque limpidissime e calde, i cui colori variano dall’azzurro al verde.

Questa spiaggia, a differenza della precedente, è assolutamente deserta, non c’è nessun tipo di struttura, neanche lettini o ombrelloni per ripararsi dal sole.

Per questo motivo, questa spiaggia è frequentata per lo più da giovani e da amanti delle immersioni, mentre per le famiglie sono più adatte spiagge più attrezzate.

Cayo Blanco

Questa spiaggia si trova su un isolotto situato molto vicino a Varadero e prende il nome dalla sua sabbia particolarmente bianca e fina.

Si tratta di una spiaggia totalmente incontaminata, con nessun tipo di struttura e nessun segno del passaggio umano. Ci sarete solo voi a contatto con la natura ed il mare cristallino.

Questa spiaggia, oltre a custodire la barriera corallina, è anche costellata di mangrovie, che rendono il paesaggio unico e ospitano numerose specie animali, come il corallo nero, l’iguana cubana e molti volatili.

Il litorale è molto basso e l’acqua è praticamente una tavola, perfetta per le immersioni.

Cuevas de Bellamar (Grotte di Bellamar)

Un po’ più distanti da Varadero, ma sempre nella provincia di Matanzas, si trovano le Cuevas de Bellamar, tra i tesori naturali più belli di Cuba.

Raggiungibili solo a piedi (almeno nell’ultimo tratto), in queste grotte troverete delle impressionanti stalattiti, stalagmiti e anche eliche, attaccati alle quali ci sono dei cristalli solidi di calcio, che costituiscono un fenomeno naturale assolutamente insolito, che ha risvegliato l’interesse di geologi di tutto il mondo.

Le grotte sono ricoperte da strati cristallini, che fanno brillare tutto l’interno e sono attraversate da un torrente sotterraneo che accresce il fascino del luogo.

Trinidad (una località vicina a Varadero)

Poco lontano da Varadero si trova la cittadina di Trinidad, dichiarata sito UNESCO nel 1988 grazie al suo immenso patrimonio artistico, culturale e architettonico, con uno stile risalente al periodo tra il 1700 e il 1800.

La città ha un’atmosfera tipicamente coloniale, con le sue chiese maestose, le stradine strettissime e selciate, e i suoi giardini.

Un luogo dove il tempo è fermo ad un’era in cui tutto si moveva con più calma, la vita era più tranquilla, senza il via vai frenetico dei lavoratori d’ufficio e la confusione continua delle macchine.

Trinidad è in realtà un piccolo villaggio, ma è considerata da sempre una città-museo che merita assolutamente una visita.

Cosa fare e cosa vedere a Varadero

Oltre ai suoi 22 chilometri di spiagge paradisiache, con le immersioni e le escursioni possibili, Varadero offre tantissimi spunti interessanti per la vostra vacanza.

Leggi anche “Assicurazione sanitaria di viaggio per Cuba”.

Se desiderate una tappa culturale, potrete recarvi al museo di Varadero, situato in una casetta in pieno stile coloniale direttamente sulla spiaggia.

La casetta risale al 1920 ed è rimasta uguale alle case di quell’epoca, con la terrazza di legno e i balconi che affacciano sul mare.

Nel museo troverete reperti e reliquie che raccontano la storia di Varadero e pezzi molto interessanti, come i resti di uno squalo a due teste.

Imperdibile poi un giretto per il centro di Varadero, con le sue stradine tipiche e i palazzi coloniali.

Sulla strada principale poi, la Avenida Primera, troverete tutti i negozietti locali, dove comprare souvenir e fare shopping, oltre ai numerosi bar e ristoranti di cucina tipica.

Parlando di prodotti tipici, impossibile non fare un salto ai mercati artigianali della città, che si trovano sempre sulla stessa strada. Qui troverete cibo tipico della tradizione, gioielli realizzati in corallo e anche in cocco, vestiti, libri e anche manufatti in legno: il luogo perfetto per i vostri acquisti.

Leggi anche “Caraibi: cosa devi sapere prima di partire

Dove dormire a Varadero

La zona di Varadero, a differenza dell’Havana, dove bisogna fare molta più attenzione, è una zona molto tranquilla per i turisti. Qui si possono trovare tanti tipi di soluzioni per l’alloggio, dagli alberghi di lusso, alle piccole casette più locali, e anche delle pensioni dove affittare solo una stanza.

Le strutture alberghiere e anche tutti i tipi di B&B, si trovano principalmente sulla costa occidentale della penisola di Varadero, mentre la costa orientale è un po’ più isolata.

La costa occidentale è anche quella più vicina al centro di Varadero.

Quando andare a Cuba: clima e periodo migliore

Il clima a Cuba è mite per tutto l’anno e anche l’acqua del mare è sempre calma.

Tuttavia, per un viaggio in questa zona è sconsigliabile il periodo delle piogge, perché non sarebbe possibile godersi appieno il mare caraibico.

Per questo motivo, il periodo ideale per un viaggio a Cuba, è quello che va da novembre ad aprile.

Durante questi mesi, infatti, il rischio di piogge è quasi nullo, in quanto sarete nella stagione secca.

Le temperature sono superiori ai 24 gradi e anche la temperatura dell’acqua raggiunge facilmente i 26-27 gradi.

Leggi anche “Quando andare a Cuba: clima, temperature e stagioni"

Tags

cuba


← Oman: cosa vedere e quando andare

Ponte 1° novembre 2022: dove andare 4 giorni? →