di Giorgia Alto , 02.10.2020

Tenerife è la maggiore delle Isole Canarie, uno degli arcipelaghi paradisiaci più famosi al mondo e, con l’arrivo di ottobre, la sua stagione turistica non è affatto chiusa, anzi riserva delle sorprese veramente interessanti, ma solo per chi sa cogliere le occasioni.

Il caldo estivo attanaglia l’isola per tutto il periodo da luglio a settembre, ed è solo ad ottobre che il tutto diventa più sopportabile e maggiormente appetibile, soprattutto per chi intende godere non solo del mare ma anche delle altre attrattive che questo gioiello dell’Atlantico ha da offrire ai suoi avventori.

L’isola è, infatti, piuttosto grande e i paesaggi sono molto diversificati, passando dalle pianure verdeggianti, al deserto, senza dimenticare l’ingombrante presenza del Teide, un imponente vulcano che costituisce la vetta più alta della Spagna (di cui le Canarie fanno parte) nonché il terzo vulcano più alto al mondo dopo quelli hawaiani.

Il clima di Tenerife a ottobre

Il clima di Tenerife è caratterizzato da temperature tipiche delle zone prossime ai tropici con estati molto caldi ed inverni in cui le temperature restano miti. A differenza delle isole tropicali, tuttavia qui le precipitazioni sono piuttosto scarse e concentrate nel periodo autunnale e invernale. Non essendo un territorio omogeneo il clima a Tenerife varia in funzione della zona presa in considerazione anche se in generale ad ottobre troviamo un clima mite con temperature in calo ma abbastanza alte da godersi tranquillamente un luogo di mare come Tenerife.

Sulla costa meridionale ad esempio, dove si raggiungono i picchi di caldo durante l’anno, anche ad ottobre, con le scarse precipitazioni che caratterizzano la zona, avremo temperature ancora buone, intorno ai 27 °C di media. La stessa temperatura del mare sarà ancora piacevole sebbene qui a Tenerife risulti sempre nella norma e mai eccessivamente calda.

Nella parte settentrionale, invece, la presenza degli alisei fa si che vi sia qualche grado in meno rispetto alla costa meridionale ed anche le piogge, comunque scarse, sono leggermente più intense.

Leggi anche “Vacanze invernali al caldo: 8 mete tra sole, mare e spiagge”.

Il meteo previsto a ottobre per le isole Canarie

Il clima delle isole Canarie è fortemente influenzato da due fattori fondamentali: la posizione geografica prossima alla fascia tropicale, e l’esposizione agli alisei che, soffiando da nord est, portano quell’umidità che dovrebbe stemperare il caldo sahariano della vicinissima Africa occidentale.

A seconda di diversi fattori, tra cui l’altitudine, le isole Canarie presentano diversi microclimi, ma in generale è possibile affermare che le previsioni meteo per ottobre non indicano grossi scostamenti dall’andamento tipico dell’autunno dell’arcipelago: scarse precipitazioni garantiranno molti giorni di sole con temperature miti e una temperatura media di 26 °C.

Volo e soggiorno a Tenerife: i prezzi previsti per ottobre

Una vacanza a Tenerife a ottobre è certamente una scelta saggia per chi ha sempre un occhio di riguardo al budget. Durante l’alta stagione, voli ed hotel non sono affatto economici, ma con l’arrivo dell’autunno le cose iniziano a migliorare.

I prezzi dei voli, confrontati con il periodo estivo, vengono più che dimezzati, diventando piuttosto accessibili: dai circa 200 € a tratta su arriva anche sotto i 200 € complessivi tra andate e ritorno.

Quanto all’alloggio, occorre prestare particolare attenzione alla scelta dell’hotel, in quanto per non deturpare la bellezza del luogo, molti degli alloggi sono stati costruiti nella parte più desertica dell’isola, abbastanza lontani (anche alcune decine di chilometri) da buona parte dei luoghi di interesse.

Per salvaguardare il proprio budget, una buona scelta può essere quella alloggiare in località meno gettonate, ma non per questo meno belle, come Puerto de la Cruz: qui in media ci si può aspettare di pagare intorno ai € 70 a notte per una sistemazione a 3 stelle.

Quanto alle spese accessorie da affrontare durante il viaggio, non dovrebbero esserci sorprese in quanto il costo della vita a Tenerife non è molto diverso da quello italiano.

Cosa vedere a Tenerife

Tenerife è un’isola vulcanica e la figura torreggiante del vulcano Teide merita certamente una visita al Parco Nazionale che lo ospita, magari utilizzando la spettacolare funivia. L’isola è importante dal punto di vista naturalistico anche perché ospita molte specie vegetali endemiche, alcune delle quali ospitate dal Parco rurale di Anaga, dichiarato a partire dal 2015 “Biosfera protetta”. Ma in generale, per gli amanti della natura Tenerife offre molti luoghi interessanti per l’escursionismo.

Anche dal punto di vista culturale, l’isola ha molto da offrire, in primis la storica città di San Cristobal de La Laguna, capitale dell’isola e delle Canarie, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Molto belle sono anche le piramidi di Guìmar, all’interno del Parco Etnografico: presentano una conformazione a livelli simile alle piramidi a gradoni realizzate dalle popolazioni dell’America centrale.

A Tenerife non mancano di certo le attrazioni di puro divertimento e chiunque arrivi sull’isola non può lasciarsi sfuggire l’opportunità di andare a Siam Park, uno dei parchi acquatici più importanti e premiati nel mondo.

Le guide di viaggio per l’Isola di Tenerife

A poche ore di volo dall’Italia, praticamente in Africa pur restando politicamente in Europa, troviamo le Isole Canarie e l’incantevole Tenerife. Si tratta di una località simile per certi versi alle nostre isole, ma dove le influenze della Spagna, dell’Inghilterra, e della vicinissima Africa, si fanno sentire.

Tenerife, come le Canarie in generale, è una meta visitabile praticamente tutto l’anno, ma per organizzare al meglio la vostra vacanza, potete leggere le nostre pratiche guide di viaggio:

Tags

Tenerife


← La spiaggia rosa di Horseshoe Bay Beach, Bermuda: la guida di viaggio

Route 66 FAQ: Domande e risposte frequenti →