di Giorgia Alto , 11.11.2019

Il 14 febbraio è la festa degli innamorati, il giorno che ogni coppia trascorre insieme, chi in un ristorante, chi in casa, chi partendo per una fuga romantica.

Come certamente saprete però, il giorno di San Valentino non è quasi mai un buon momento per partire. Il 14 febbraio infatti non è un giorno festivo e non è neanche un periodo ideale per andare in vacanza.

Gli studenti infatti sono alle prese con gli esami di fine semestre mentre chi lavora è nel pieno della produttività. Nonostante l’estate sia lontana, è possibile organizzare una vacanza a San Valentino, anche breve, bisogna però muoversi in anticipo, almeno 3-4 mesi prima. In questo modo potrete richiedere le ferie al lavoro e troverete prezzi più convenienti sia per il volo che per l’alloggio.

Se quest’anno avete deciso di partire per il giorno di San Valentino, magari sfruttando anche l’occasione per una bella dichiarazione di matrimonio, allora dovete assolutamente leggere la nostra guida di viaggio.

Per prima cosa bisogna scegliere la destinazione

Sicuramente in questo momento vi starete chiedendo: “Dove andare a San Valentino?”. Scegliere la destinazione è la prima cosa da fare anche se, oggettivamente, la scelta avviene principalmente in base ai giorni a disposizione.

Se avete più di una settimana a disposizione, potete anche pensare di andare nel sud est asiatico o negli Stati Uniti, mentre se avete a disposizione tra i 2 e i 4 giorni, vi conviene scegliere come destinazione una località europea.

Nonostante febbraio sia un mese notoriamente freddo in Europa, le mete dove poter trascorrere un piacevole soggiorno sono molte.

Leggi anche:

Quando conviene prenotare il volo

Come sempre, prima prenotate il volo e meglio è. In generale le offerte migliori si trovano circa 3 mesi prima della partenza anche se molto dipende anche dalla destinazione.

Tenete presente inoltre che il periodo di Natale potrebbe essere un buon momento per prenotare, visto che la maggior parte delle persone è concentrata sulle vacanze nel periodo di Capodanno.

Leggi anche “Voli Low Cost e Last Minute: come risparmiare sul biglietto aereo”.

Se temete che un imprevisto vi impedisca di partire, causando la perdita di quanto versato per volo, alloggio e quant’altro, vi ricordiamo che Columbus Assicurazioni ha il servizio adatto proprio a questo tipo di situazioni.

Acquistando una polizza per la cancellazione o interruzione del viaggio, infatti, in caso di imprevisto (in accordo con le condizioni contrattuali), potrete richiedere il rimborso per il volo, per l’alloggio e anche per eventuali attività già prenotate.

Per saperne di più potete anche chiamare il nostro servizio clienti al numero 800 986 782.

Prenotare prima il volo o l’alloggio?

San Valentino è un periodo molto particolare per andare in vacanza. Febbraio infatti è un mese di bassa stagione, ma durante la festa degli innamorati c’è sempre un incremento delle prenotazioni e dei prezzi.

La strategia migliore è quella di trovare sia volo che alloggio, per poi prenotare rapidamente entrambi, quasi contemporaneamente. Prima di tutto però bisogna prenotare il volo in quanto c’è sicuramente meno disponibilità rispetto agli alloggi.

Vi ricordiamo inoltre chi prenotando con largo anticipo, avete la possibilità di trovare libere le sistemazioni migliori.

Cosa fare se si decide di partire all’ultimo momento

Se avete deciso di partire per San Valentino all’ultimo minuto, niente paura, abbiamo qualche consiglio anche per voi. Se volete risparmiare, dovete cercare le offerte last minute o dirigervi verso destinazioni meno rinomate.

Se invece non avete problemi di budget, potrete andare dove volete, preparatevi a spendere di più sia per il volo che per l’alloggio, ma non dimenticate il ristorante. Se infatti volete recarvi in una località per trascorrere la serata in un locale in particolare, assicuratevi che ci sia ancora posto. A San Valentino, infatti, i locali più rinomati sono i primi a esaurire i posti disponibili.


← Hollywood Christmas Parade: come si festeggia il Natale a Los Angeles

Dove andare in vacanza ad aprile 2020: 6 idee di viaggio →