di Gianbattista Destefani , 20.02.2019

La Festa di San Juan è senza ombra di dubbio una delle feste più belle di Barcellona, celebrata anche in altre zone di Spagna, dell’Europa e del mondo.

La notte tra il 23 e il 24 giugno, le spiagge di Barcellona, e le sue strade principale, si riempiono di persone che festeggiano tutta la notte in attesa dei tipici Fuochi d’Artificio.

L’evento in se’ può essere paragonato al nostro ferragosto, per l’usanza di trascorrere la notte in spiaggia, e al Capodanno di Sydney per l’imponenza dei fuochi pirotecnici.

San Juan è anche delle feste in spiaggia preferite dai giovani di tutta Europa, e non potrete dire di conoscere veramente Barcellona, finche non avrete partecipato anche voi a questa ricorrenza.

Leggi anche “Le feste più belle del Mondo da vedere almeno una volta nella vita

Breve storia e cosa si festeggia

La Festa di san Juan, pur portando il nome di San Giovanni Battista, può essere considerato ancora oggi un rito pagano. La notte tra il 23 e il 24 giugno viene chiamata con diversi nomi, “Noche de San Juan”, “Nit de les Bruixes”, “Verbena de San Juan”, ma anche “Notte del Fuoco”. Quest’ultimo è infatti il suo soprannome più comune, ma non ci stiamo riferendo ai fuochi d’artificio, sopraggiunti solo in epoca moderna ma ai falò, parte integrante del rito.

Il 23 giugno cade solamente 2 giorni dopo il solstizio d’estate, ovvero del giorno più lungo dell’anno. Dopo il solstizio, le ore diurne del sole sono sempre di meno, e proprio per “Aiutare il sole” fino al termine dell’inverno, è stato creato questo rito.

Anticamente consisteva nell’accendere grandi fuochi per far si che le fiamme raggiungessero il cielo, mentre oggi ci si accontenta dei più profani falò da spiaggia e dei fuochi pirotecnici. 

La festa del fuoco

La “Festa del fuoco” è stata creata con la credenza di poter aiutare il sole, conferendogli forza attraverso le fiamme che partivano dalla terra. Il fuoco però non significa solo “forza”, ma anche “purificazione”, un messaggio che si è tramandato fino ai giorni nostri, solo che ovviamente, non ci si lancia nelle fiamme. Sono in molti che, durante la festa, presi dall’atmosfera, dalla spiaggia e dal tipico calore in spiaggia, decidono di approfittarne per fare un bagno notturno.

San Juan a Barcellona

Come vi abbiamo anticipato, San Juan si festeggia in diverse parti della Spagna, ma a detta di molte guide di viaggio, i festeggiamenti più belli sono a Barcellona.

La festa inizia più o meno verso l’orario dell’aperitivo, in particolare lungo la Rambla, la via più famosa di Barcellona. Terminato l’aperitivo von amici e colleghi, in genere si va verso “Barceloneta”, la spiaggia di Barcellona, più o meno tra le 20 e le 21. Se si vogliono vedere i fuochi d’artificio, e magari improvvisare un picnic serale, bisogna recarsi in spiaggia sul presto, perché con il passare delle ore, ci sarà sempre più gente.

Terminati i fuochi pirotecnici, c’è chi torna a casa, ma sono in molti che restano tutta la notte a far festa tra le strade della città o in qualche discoteca.

Bisogna però dire che San Juan è considerata anche una festa da trascorrere in famiglia o tra amici. Sono in molti infatti che decidono di non andare in spiaggia, preferendo di fatto una tranquilla cena a casa.

Negozi e servizi: aperti o chiusi?

Il 23 giugno locali e negozi sono regolarmente aperti, le strade sono piene di gente e avrete modo di trovare qualsiasi cosa vi serva. Il 24 giugno però è festa nazionale, pertanto tutti i negozi sono chiusi anche perché il 23 si è fatto festa fino all’alba.

I Fuochi d’artificio

Come abbiamo già detto, i fuochi d’artificio sono uno dei punti di forza della festa di San Juan, anche se però bisogna fare attenzione. L’atmosfera infatti è molto simile a quella delle grandi città italiane durante il capodanno, e come avviene appunto da noi, ci sono centinaia di negozi dove acquistare fuochi d’artificio.

Pertanto, oltre ad assistere al grande spettacolo pirotecnico che segnerà la fine dei festeggiamenti, incontrerete moltissime persone intente ad accendere girandole, fontane e razzi.

Dove dormire a Barcellona

La zona migliore dove dormire, se volete essere al centro dei festeggiamenti, è sicuramente Barceloneta o lungo la Rambla. In questa zona gli alloggi costano un po’ di più, ma non dovrete prendere neanche i mezzi per tornare a casa.

Una zona economica, ma molto comoda per visitare la città, è invece la “Diagonal”, una lunghissima strada che taglia praticamente tutta Barcellona. Da qui si può raggiungere qualsiasi attrazione o destinazione e gli alloggi costano di meno.

Leggi anche: “Cosa vedere a Barcellona: i luoghi e le attrazioni più belle

Viaggiare sicuri durante San Juan

La notte di San Juan può essere anche abbastanza pericolosa, come testimoniato dai numerosi incidenti che avvengono. Nel 2010 sono addirittura morte 13 persone mentre cercavano di attraversare di notte i binari per raggiungere una gesta.

Soprattutto a seguito di questo incidente sono state emanate regole e controlli più stringenti, ma sicuramente, prima di tutto, ci vuole il buon senso.

Assicurazione viaggio per San Juan

Grazie alle compagnie areree low cost, tutte le destinazioni europee sono diventate abbastanza economiche da raggiungere e Barcellona è una delle preferite dagli italiani. L'acquisto di un'assicurazione viaggio può costituire un costo aggiuntivo, ma pur sempre molto economico, soprattutto a confronto con tutte le spese che si dovrebbero affrontare in situazioni spiacevoli come la perdita di un bagaglio, la cancellazione di un vaggio o un'operazione in un ospedale estero... Quindi, perchè rischiare? Il costo delle nostre assicurazioni viaggio partono da 9 euro!


← L’aurora boreale: tutto quello che devi sapere | Travel Blog

Pasqua 2019 al mare e in spiaggia? Ecco 3 destinazioni Top →