di Benedetta Gallo , 27.07.2017

Il 18 agosto 2017 torna in tv Daredevil, l'eroe noir che protegge il quartiere di Hell's Kitchen, e questa volta non sarà solo, ma insieme agli altri Denders: Jessica Jones, The Iron Fist e Luke Cage. Gli appassionati dei fumetti conoscono le vicende dell'eroe senza paura da tanti anni, ma grazie a Netflix, che recentemente ha trasmesso due stagioni della serie inedita, la fama di Daredevil, e di Hell's Kitchen, è oggi notevolmente aumentata.

Ci sembra giusto quindi parlare oggi di un quartiere visto spesso come pericoloso e malfamato, ma che negli ultimi 30 anni ha vissuto una vera e propria rinascita.

Dove si trova Hell's Kitchen

Hell's Kitchen è un quartiere all'interno del distretto di Manhattan, non molto distante da Times Square, e confina con i quartieri di Clinton, Chelsea, Midtown e con il Gament District e il Theater District. A nord lo divide dal quartiere di Clinton la 59° Strada, mentre è separato da Chelsea dalla 34° Strada.

Leggi anche "I 5 distretti di New York"

Perché si chiama "Hell's Kitchen"

L'origine del nome "Hell's Kitchen" non è chiara, e per quanto ci siamo documentati, non è stato possibile trovare una risposta precisa, ma solamente leggende (comunque non ci arrenderemo).

Hell's Kitchen significa letteralmente "Cucina del Diavolo", anche se si potrebbe tradurre "Cucina dell'inferno" o "Cucina infernale". Ad ogni modo, una delle poche certezze che abbiamo sul nome, è legato ad un passato come "quartiere pericoloso", ma l'espressione "Hell's Kitchen" si dice che sia stata coniata durante alcuni scontri verso la fine del 1800 o a seguito di un grave omicidio, nel quartiere, in occasione del quale, un poliziotto usò l'espressione "Hell's Kitchen" per sottolinearne l'efferatezza.

Nella cucina del diavolo si mangia divinamente

Sarà un caso o semplice ironia, ma oggi Hell's Kitchen è veramente uno dei migliori luoghi dove mangiare a Manhattan. Il quartiere in passato era abitato prevalentemente da Irlandesi, ma a seguito di una grande opera di riqualificazione iniziata intorno agli anni '90, il quartiere è diventato multi-etnico, aprendo le porte alle cucine di tutto il mondo. Nella cucina del Diavolo troverete ristoranti italiani, francesi, thailandesi, mediorientali e addirittura ottime pizzerie! Lo sviluppo di questo genere di attività è stato reso possibile anche dalla vicinanza con Broadway e alla vocazione "artistica del quartiere." Hell's Kitchen infatti è diventato il luogo migliore dove andare a mangiare dopo aver visto uno spettacolo.

È un quartiere sicuro dove dormire?

Dormire a Hell's Kitchen costa meno, inoltre la sua posizione "strategica" lo rende un quartiere ideale per raggiungere Manhattan. Ovviamente dopo aver visto Daredevil, dove la mafia cinese, Giapponese e Russa compie efferati delitti senza alcuna ripercussione, si potrebbe pensare che non sia il luogo migliore dove alloggiare. In realtà la prima stagione della serie ha romanzato l'incredibile sviluppo urbano avvenuto negli ultimi anni a Hell's Kitchen, dove oggi è possibile osservare antichi edifici circondati da enormi grattacieli.
Il nome poco confortante non deve spaventare, si può tranquillamente dormire a Hell's Kitchen risparmiando molto sulle spese di viaggio, ma questo non significa che non bisogna tenere sempre gli occhi aperti.
Hell's Kitchen non è più un quartiere pericoloso, ma non è il più sicuro, anche se in una città come New York, bisogna sempre fare attenzione ai borseggiatori e a non trovarsi a camminare da soli per strada in vie poco conosciute o poco illuminate (per fortuna i taxi non mancano).

Cosa fare

Come abbiamo precedentemente indicato, la prima cosa da fare a Hell's Kitchen è provare la cucina dei tanti ristoranti della zona. Ovviamente non potrete provarli, pertanto vi consigliamo di provarne ogni giorno uno diverso. Hell's Kitchen si trova molto vicina a Broadway e al Theatre District, pertanto vi consigliamo di provare entrambe le esperienze. Trascorrete almeno una serata guardando un grande spettacolo di Broadway, ma non perdete l'occasione di vedere una produzione teatrale nel "Theatre District". Se avete voglia di partecipare ad una mini-crociera sul fiume Hudson, recatevi al Pier 86 e da lì potrete prendere l'Intrepid Sea, ma una volta che siete in zona, non perdete l'occasione di visitare anche l'Air & Space Museum. Non dimenticate che Hell's Kitchen è molto vicino alla "Circle Line", a Times Square e al West Village, quindi da qui potrete sicuramente partire alla scoperta delle meraviglie di Manhattan.

La cosa più importante da fare a Hell's Kitchen, dopo aver provato i suoi ristoranti, è sicuramente dedicarsi allo shopping. Da qui infatti non solo potrete facilmente raggiungere il centro durante il Black Friday, ma anche scoprire gli interessanti negozi del quartiere.

Shopping

Naturalmente un quartiere particolare come Hell's Kitchen non poteva non proporre uno shopping veramente alternativo. Qui infatti non sono le grandi marche o le famose boutique ad attirare i turisti, bensì il vintage. Stiamo parlando di quello che è probabilmente il più famoso mercato del vintage di tutta New York, ovvero "The Hell’s Kitchen Flea Market" (39° strada), dove quasi 200 negozianti offrono ai visitatori abbigliamento, accessori, mobili e tanti oggetti particolari a prezzi spesso molto bassi.

Altri negozi più tradizionali sono presenti sull'8° e sulla 9° Avenue. Se siete invece interessati ai prodotti alimentari invece, non potete perdervi il 57th Street Green Market

Assicurazione viaggio per Hell's Kitchen, Manhattan -New York

Durante il vostro viaggio a Manhattan probabilmente non incontrerete Daredevil o gli altri Defenders, ma questo non significa che non potrete viaggiare sicuri. Abbiamo toccato più volte l’argomento sulla necessità di viaggiare protetti attraverso una polizza di assicurazione viaggio nel nostro articolo Perché acquistare un’assicurazione sanitaria per gli USA e tra i vari motivi elencati figurano gli elevati costi previsti dal sistema privato americano.
Anche nell’articolo 5 motivi per cui conviene fare un’assicurazione viaggio, cerchiamo di far capire l’impotanza di viaggiare in tutta sicurezza in caso di emergenza sanitaria in vacanza.


← I 5 distretti di New York

Scopri le isole più belle per una vacanza in Indonesia →