di Raffaele Macchio , 09.09.2020

Chi non ha nessuna esperienza della Croazia e dà uno sguardo alla sua geografia, non può che aspettarsi, anche solo per la legge dei grandi numeri, che ci siano tantissime isole e tratti di costa perfetti per una vacanza all’insegna del mare. Ciò è effettivamente vero, ma la Croazia riesce comunque a sorprendere dimostrando di avere sempre quel qualcosa in più che va oltre le aspettative, anche per chi l’ha già visitata. Le acque del mare Adriatico, che sanno regalare posti stupendi per la balneazione anche in Italia, qui in Croazia si mostrano sempre chiare e pulite, bagnando tante realtà diverse tra loro. Bisogna anche tener presente che buona parte delle coste croate presentano lidi rocciosi o pietrosi, e solo in misura molto ridotta spiagge sabbiose, tuttavia la varietà dei luoghi è comunque tanta. Così, nella miriade di isolette e coste frastagliate, si potrà provare Rajska Plaža sull’isola di Rab, affollata e accessibile grazie ai suoi bassi fondali, oppure la spiaggia di Saplunara, incantevole ma impervia e, dunque, più votata alla tranquillità. Se oltre al mare poi, vorrete apprezzare la storia e la cultura di questo Paese, città come Spalato e Dubrovnik sapranno regalare esperienze uniche. Nel nostro ideale viaggio tra le spiagge croate, andremo in particolare a vedere cosa hanno da offrire alcune delle più importanti isole del Paese, sempre con un occhio di riguardo verso la qualità del mare.

Isola di Meleda

L’isola di Meleda (o Mljet in croato) è l’emblema della natura incontaminata. La tradizione dalmata vuole che questa Meleda sia “Ogigia”, l’isola lussureggiante e paradisiaca su cui Calipso, nell’Odissea, imprigiona Ulisse nella morsa del suo amore non corrisposto. Sebbene le ricostruzioni più recenti abbiano portato Ogigia altrove, è facile comprendere come la descrizione di un’isola paradisiaca abbia condotto gli studiosi a Meleda. Qui è la vegetazione a dominare, grazie anche alla presenza di un Parco Nazionale, ma in generale anche della “Macchia mediterranea” che fa da cornice a diverse spiagge, tra cui le più famose sono certamente quelle di Saplunara. Situata all’estremo meridionale dell’isola, questa località presenta una baia caratteristica dove tre spiagge sabbiose, Vela Saplunara, Mala Saplunara e Blace, protette dai boschi di pini circostanti, sono in grado di offrire un mare tranquillo al riparo da venti e al tempo stesso acque abbastanza calde. Non mancano sul resto dell’isola spiagge rocciose e la presenza di due laghi all’interno del Parco Nazionale in grado di offrire una stuzzicante alternativa al mare.

Isola di Brazza

Brazza, o isola di Brac, ospita uno dei luoghi più caratteristici e famosi dell’intera Croazia, la spiaggia Zlatni Rat, ma è un’isola che ha anche molto altro da offrire, nonostante sia meno gettonata di altre località. L’isola ha un’estensione molto importante, arrivando ad essere la terza (per dimensioni) della Croazia, e ovviamente la più grande della Dalmazia centrale. Si tratta di una località molto vivace, con la presenza di diversi villaggi e comunità di pescatori e agricoltori, ma la sua vocazione turistica si sta sempre più affermando grazie alle sue bellissime spiagge. Non possiamo non parlare di Corno o Capo d’oro (Zlatni Rat) nei pressi di Bol: un lungo cuneo di spiaggia ghiaiosa che erompe dalla costa e prosegue per qualche centinaio di metri nel mare. Qui il mare d'un azzurro intenso contrasta con il bianco accecante della ghiaia che lo separa dal vigoroso verde della pineta. Se non bastassero i colori quasi caraibici a farvi innamorare di questo luogo, vorrete allora sapere che la forma di questa spiaggia è mutevole: la sua punta cambia forma e direzione a seconda delle maree e del vento, rendendola un posto unico nel suo genere.

Isola di Dugi Otok

Dugi Otok, l’Isola Lunga, rappresenta la meta ideale per chi ama il mare in maniera viscerale. La conformazione particolare dell’isola, e la presenza di diversi isolotti, si prestano benissimo all’esplorazione in vela, con la possibilità di accedere a spettacolari posti in cui il mare limpido si accompagna a paesaggi mozzafiato. Come molte delle isole croate anche e come suggerisce il nome stesso del luogo, Dugi Otok si sviluppa in lunghezza, con la particolarità di presentare centri abitati concentrati sul lato che affaccia verso la terraferma, mentre il versante adriatico regala le spiagge più belle incastonate nella natura incontaminata. Questo vuol dire da un lato che molte spiagge non sono attrezzate, ma allo stesso tempo che è facile trovare tranquillità e solitudine. L’approccio migliore è quello di “Esplorare” sia in barca che fra i sentieri la macchia mediterranea: diverse decine di chilometri di costa offrono un’infinità di tratti di costa più o meno battuti. Baie dai bassi fondali sono bilanciate da diversi punti in cui dedicarsi alle immersioni: la costante sono i ciottoli e le acque sempre trasparenti in cui tuffarsi. Imprescindibile è una visita a Sakarun, che rappresenta un po’ l’eccezione rispetto al contesto dell'isola: qui troviamo una delle poche spiagge con fondale sabbioso. Questo elemento ha contribuito ad attirare un maggior numero di turisti e l’ha resa un po' “L’immagine social” dell’intera isola. Negli ultimi anni sono comparsi alcuni elementi come un bar, gazebo, etc, che rendono l'esperienza ancora più confortevole.

Isola di Susak

Situata più a nord rispetto alle sorelle che abbiamo fin qui incontrato, l’Isola di Susak o Sansego, si rivela presto in tutta la sua eccentricità rispetto agli standard delle isole croate. Due sono gli aspetti che la contraddistinguono e caratterizzano:

  • preponderanza di spiagge sabbiose
  • è completamente pedonale

Questa piccola realtà del mar Adriatico ospita una ristretta comunità di residenti dedita per lungo tempo all’agricoltura, in particolar modo alla produzione di vino. Per questo motivo, i veicoli presenti sull’isola sono essenzialmente trattori o biciclette. Le modeste dimensioni dell’isola, tuttavia, non le impediscono di avere un buon numero spiagge in cui godersi il mare, con il plus, cui accennavamo in precedenza, di avere qui tutta la comodità di muoversi sulla sabbia. Luoghi come Baia Spiaza o Baia Bok, sul versante settentrionale, offrono tutti i comfort essenziali per una vacanza in famiglia senza rinnegare le tipiche acque limpide del mare croato. Per chi, invece, è sempre alla ricerca di quella strada meno battuta di cui parlava il poeta Frost, il versante occidentale, che guarda al mare aperto, offre tante piccole baie nascoste, con scogli caratteristici spesso anche piuttosto alti.

Guida di viaggio per la Croazia

La Croazia è una delle località europee più gettonate, grazie alle stupende coste, alla movida di alcune località e ai prezzi sensibilmente più bassi rispetto all’Italia. Si tratta di un mix perfetto in grado di incantare sia chi è alla ricerca di località isolate dove rilassarsi, sia chi ama trascorrere la notte a ballare in qualche locale alla moda. Nella sezione “Guide di Viaggio” del nostro sito, cliccando sulla nostra cartina troverete facilmente guide per alcune tra le più popolari destinazioni della Croazia. Di seguito, invece, segnaliamo altri utili guide su mare, isole e spiagge

Tags

Croazia


← 5 Musei di Zagabria assolutamente da visitare

Great Blue Hole, Belize: la guida di viaggio →