di Giovanna Lucchi , 22.12.2020

Un castello come immaginiamo dovrebbe essere quello di una fiaba: circondato dall’acqua, immerso in un'area verde con vicino una piccola città. Non ci troviamo però all’interno di un racconto ma di fronte a un’opera architettonica visitabile, con 654 stanze, cinque ali e collezioni d’arte. Non vi basterà un giorno per apprezzarne tutto il valore.

ll castello di Schwerin è posizionato sopra uno degli isolotti dell’omonimo lago, e il suo accesso è stato reso possibile da un ponte, il ché crea un’atmosfera tipicamente medievale.

I granduchi di Meclemburgo lo hanno restaurato ispirandosi al rinascimento francese, lo stile che oggi possiamo ammirare è infatti proprio il rinascimentale francese.

Dall’esterno, anche in lontananza, ciò che spicca di più sono sicuramente le torri e le tipiche cupole.

All’interno invece, una delle sale più impressionanti del castello di Schwerin è la Sala del Trono. Le sale del castello poi, sono arredate con mobili dell’epoca, quadri, arazzi, statue del Canova e i marmi di Carrara. L’edificio suddiviso in tre piani, e ogni piano ha una destinazione d’uso diversa: un piano mostra la struttura originaria del castello, storici, un altro è adibito a museo, mentre il terzo è la sede del parlamento del Land.

Dove si trova e come raggiungere il Castello di Schwerin

La cittadina di Schwerin è facilmente raggiungibile perché dista poche ore di macchina o di treno da alcune delle principali città tedesche. Lubecca, Rostock, Amburgo e Berlino sono infatti città ben collegate e da cui si può partire per visitare il Castello di Schwerin.

Una volta arrivati in città non potete sbagliarvi: il Castello è contornato da bellissimi giardini ed è situato su un isolotto del lago, lo si raggiunge dunque a piedi, attraversando il ponte.

La storia del Castello di Schwerin

Già dalla fine dell’anno mille si hanno notizie di un castello situato dove oggi sorge il Castello di Schwerin. Nel 1358 la fortezza altomedioevale viene trasformata in Castello.

Nei secoli fu più volte ricostruito, soprattutto nel XVII e XVIII secolo, quando si decise per una ricostruzione in stile rinascimentale olandese. Il castello è stato riportato in vita nella sua forma attuale, con cinque ali, quando Federico Francesco II, Granduca di Meclemburgo-Schwerin, nel 1837 ne ordinò il completamento dei lavori di ricostruzione.

Ma la sua storia non finisce qui, il castello subì infatti un brutto incendio nel 1913, e le rivoluzioni del 1918. Dopo essersi convertito in museo e scuola di agraria, dal 1993 è diventato sede del parlamento locale.

Il parco e il lago di Schwerin

Il lago di Schwerin è il quarto più grande della Germania. Offre la possibilità di bellissime gite in barca circondati da acque ricche di pesci. Il castello è invece circondato da un parco in stile inglese chiamato "Burggarten" (giardino della fortezza).

Il parco merita che gli si dedichi almeno una bella passeggiata: ci si può anche fermare in un bar o ristorante e godersi la vista sul lago e sul castello.

Nel parco, inoltre, non possiamo non visitare la meravigliosa orangerie, il giardino barocco costruito nel XIX secolo e una grotta artificiale.

La città di Schwerin

La Germania è una repubblica federale suddivisa in 16 stati federati. Schwerin è la capitale di uno di questi, il Meclemburgo–Pomerania anteriore.

Conosciuta come la “città dai sette laghi e dalle sette foreste”, dovrebbe oggi essere chiamata la città dagli 11 laghi. Sono infatti undici i laghi e i laghetti che contornano il territorio comunale di Schwerin. Oltre al castello anche la città stessa merita una visita. Vi troviamo infatti il duomo che risale al XII secolo, la piazza del mercato con i suoi palazzi storici, un museo all’aperto con 17 case tipiche.

Ma in quest’area, il protagonista assoluto è il verde, che ricopre gli spazi lungo gli undici specchi d’acqua di questa città.

Leggi anche:

Tags

Germania


← Whale watching alle Hawaii: dove avvistare le balene e quando

Gennaio è un buon momento per visitare la Cambogia? →