authori

Cosa vedere a Skopje

Skopje è la capitale della Macedonia che fino al 1991 faceva parte dell’ex Jugoslavia e che oggi è uno degli stati più piccoli dei Balcani. Terra di bellezze naturali, è famosa per essere la patria di Alessandro Magno. La sua storia è quella di culture, religioni e lingue diverse che convivono pacificamente da secoli. Il canto dell’Imam della moschea, così come il suono delle campane della chiesa, scandiscono la vita di una città multiculturale. Lo stile architettonico risente della dominazione ottomana e di quella sovietica. Quest’ultima in particolare ne ha determinato l’assetto urbanistico, che è a forma di S, come la prima lettera di Skopje. Ad aver lasciato i segni più profondi, però, è il terremoto avvenuto negli anni settanta, a cui è seguita una ricostruzione parziale e spesso disordinata. Continuate a scoprire Skopje leggendo la guida di viaggio e ricordate che è possibile scaricarla per portarla sempre con voi.

Cosa fare a Skopje: la top 10

1. Nell’antico Bazaar non potete perdere il Kapan Han, un caravanserai turco del 15°secolo
2. Ammirare l’Iconostasi unica al mondo nella chiesa di San Salvatore
3. Visitare la casa di Madre Teresa di Calcutta
4. Passeggiare lungo la Macedonia Street
5. Salire sulla fortezza di Kale ed ammirare la città dall’alto
6. Acquistare spezie e soprattutto paprika nell’antico Bazar ottomano.
7. Bere un bicchierino di Rakia, il liquore locale ricavato dalle prugne
8. Bere un caffè turco sul fiume Vardar
9. Visitare l’antico acquedotto romano posizionato pochi km fuori dalla città
10. Vedere la più grande croce del mondo costruita nel 2002. Si trova sul monte Vodno

10 luoghi assolutamente da vedere

1. Makedonia Square
2. Chiesa bizantina di San Pantaleone
3. L’orologio della vecchia stazione ferroviaria
4. Chiesa di San Salvatore
5. L’iconostasi
6. Chiesa di San Demetrio Megalomartire
7. Moschea Mustafà Pashà
8. Fortezza di Kale
9. Bazaar
10. Il ponte di pietra

Tour della città

Bitola: è una città di origine ottomana che conserva il suo fascino orientale. In passato era forse la più importante della Macedonia e tutto sembra ricordarcelo. Oggi viene chiamata “la città dei consoli” perché è qui che hanno sede numerose ambasciate ed istituzioni statali di prestigio. Qui potrete ritrovare il multiculturalismo tipico della Macedonia: ancora una volta moschee, chiese cristiane ed ortodosse convivono pacificamente.

Orhid: Da Skopje è possibile raggiungere Orhid in auto, in autobus e in treno. La città sorge in prossimità del lago omonimo che per buona parte appartiene all’Albania. Per i suoi colori e per l’acqua trasparente, il lago è considerato tra i più belli d’Europa. La città è, oggi, patrimonio mondiale dell’UNESCO e sono famose le oltre trecento chiese di origine bizantina. Insomma, una meta da non perdere prima di lasciare la Macedonia.

Lago e canyon di Matka A pochi km da Skopje si trova un luogo spettacolare. Il canyon di Matka era il centro della spiritualità macedone ed ospitava più di 80 monasteri. Oggi ne sono rimasti solo 4 ed è la meta preferita per chi ama andare in kayak, le rampicate sulle rocce e le escursioni nelle innumerevoli grotte della zona . I turisti meno avventurosi possono fare rilassanti gite sul lago e ammirare la specie più bella e diffusa: le farfalle!

Vita notturna

Questa città dall’aspetto così peculiare, al calare della notte assume un aspetto del tutto nuovo e assolutamente unico nel suo genere. Qui, tra le sue strade e le sue piazze, moderno e antico si fondono in un’atmosfera surreale. La zona più affollata la riva del Vardar, qui e in tutto il centro si trovano bar, pub, ristoranti e locali. I prezzi sono sotto la media di quelli europei e permettono anche ai locali di godersi la città di notte. I locali infatti sono frequentati dai cittadini e dai turisti. Diffusissima la musica live e i dj-set, musica jazz e le discoteche.

I musei più importanti

I musei della città sono tanti e tutti tentano di ricostruirne la complessa storia culturale, politica e sociale. Dalla dominazione turca a quella sovietica, Skopje cerca di fare tesoro del suo passato.

La galleria Nazionale dell’arte Daut Pašin Amam

L’edificio che ospita questo museo fu costruito dagli ottomani ed era un bagno turco, cioè un “amam”. L’architettura e l’arredamento sono quelli tipici della cultura islamica del de XV sec. Oggi ospita una collezione interessante che ricostruisce la storia della Macedonia attraverso i suoi artisti e le sue opere.

Museo di Arte Contemporanea

Skopje è una città futurista, dove l’arte è fondamentale per tutti, soprattutto per i giovani. Quella contemporanea in particolare è apprezzata e valorizzata. Questo museo ha una sezione dedicata agli artisti nazionali e una dedicata a quelli stranieri. Un museo da non perdere per capire la città ed i suoi abitanti.

Museo Macedone di Storia Naturale

La Macedonia è una terra di bellezze naturali, prevalentemente montuosa, è ricca di laghi, fiumi e meravigliosi paesaggi collinari. La storia e le vicende di questo territorio sono documentate in un museo che, tra le altre cose, tenta di spiegare le cause e gli effetti del terremoto avvenuto negli anni 70.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima