Tanzania

56 milioni di abitanti • La terra dei safari • dove riposa il tetto d’africa

Tutto quello che devi sapere sulla Tanzania

La Tanzania è conosciuta principalmente come terra dei safari, dove poter incontrare animali feroci come i leoni da molto vicino, senza le sbarre di una gabbia a proteggerci, ma comunque sempre restando al sicuro sulla jeep della nostra guida locale. La Tanzania è il luogo perfetto per entrare in contatto con la natura più selvaggia grazie ai diversi parchi nazionali che offrono una fauna e una vegetazione unica al mondo. Qui, dove l’uomo sembra aver perso la battaglia con la natura, le stagioni si contano in base alle “Grandi migrazioni”, ci sono quindi la migrazione estiva e la migrazione invernale a scandire il tempo e anche il turismo. Assistere alla grande migrazione infatti è uno spettacolo impressionante, che si ripete di anno incessantemente, durante gli animali di specie diverse si spostano insieme, come fossero una carovana organizzata, dove però c’è in gioco la loro stessa sopravvivenza. Gli alloggi migliori si trovano all’interno degli stessi parchi, possono essere più o meno economici o anche di lusso, e i servizi ovviamente possono essere problematici: ricordatevi che siamo nella savana. Un viaggio in Tanzania non è uno scherzo, sbagliare tour operator o alloggio significa svegliarsi la notte mentre qualche animale selvaggio rovista nei vostri rifiuti (non è piacevole), pertanto affidatevi a tour operator certificati e che vi possano seguire durante tutto il safari.

La Tanzania però non è famosa solo per i safari, ma anche per le bellissime isole situate nell’Arcipelago di Zanzibar, dove si recano soprattutto coppie, famiglie e coppie di giovani sposi per trascorrere una vacanza romantica e rilassante. Per saperne di più su questa splendida meta, vi consigliamo di scaricare gratuitamente la nostra guida di viaggio.

  • Lingua:
    Swahili / Inglese
  • Documenti di viaggio:
    Arabo
  • Moneta:
    Scellino Tanzaniano
  • Cambio:
    1 EUR= 2634.1500 TZS
  • Fuso orario:
    GMT+2
  • Presa di corrente:
    220V – 50 Hz
  • Vaccinazioni particolari:
    Febbre Gialla/Difterite
  • Spesa media per dormire:
    72 Eur/g
  • Spesa media per mangiare:
    20 Eur/g
  • Spesa media per volo:
    850 Eur
  • Spesa media per Assicurazione
    40 Eur
  • Prefisso Internazionale:
    +255

Quando andare, clima e temperature

  • Quando costa di meno:
    da novembre a marzo
  • Quando costa di più:
    da giugno a agosto
  • Quando il clima è secco:
    da giugno a settembre
  • Quando piove di più:
    da novembre a marzo

Il clima in generale

Il clima della Tanzania è tropicale e conosce due stagioni piovose (una lunga e una breve) e due stagioni secche (una lunga e una breve). La stagione delle lunghe piogge va da aprile a giugno, mentre quella breve va da novembre a dicembre, i mesi di gennaio e febbraio invece sono la stagione secca corta, anche se in genere piove qualche giorno. Essendo un paese abbastanza grande, può capitare che in alcune aree ci un’unica stagione delle piogge che va da novembre a giugno. C’è da dire inoltre che le lunghe piogge hanno carattere monsonico quindi di norma sono piuttosto imprevedibili. Sul Kilimangiaro le temperature e l’umidità sono più basse durante tutto l’anno, mentre sulla costa sono mitigate dalla presenza del mare.

Cosa vedere in Tanzania: le principali attrazioni

  • Parco nazionale del Serengeti
  • Ngorongoro Conservation Area
  • Kilimangiaro
  • Parco nazionale del Tarangire
  • Parco nazionale del lago di Manyara
  • Riserva di caccia del Selous
  • Lago Natron
  • Gola di Olduvai
  • Lago Tanganica
  • Monte Meru
  • Palazzo delle Meraviglie
  • Ol Doinyo Lengai
  • Bagni persiani di Hamamni
  • Forte arabo di Stone Town
  • Vecchio Dispensario
  • National Museum of Tanzania
  • Serengeti
  • Mnemba
  • Kibo
  • Prison Island
  • Grumeti Game Reserve
  • Christ Church, Zanzibar

Cosa Mangiare

L'ugali, una sorta di polenta di mais, è il piatto più tipico della Tanzania, che a seconda della regione, può essere condita con ingredienti diversi, come pollo o manzo stufati, pesce oppure verdure. Altri piatti tipici sono difficili da trovare, in quanto la Tanzania ha raccolto varie tradizioni culinarie di posti limitrofi. Un ingrediente che non manca mai sono le spezie, presenti spesso anche nei dolci.

Feste e ricorrenze

  • 1 Gennaio:
    Capodanno.
  • 12 Gennaio:
    Giorno della Rivoluzione di Zanzibar
  • 21 Gennaio:
    Eid-ul-Adha
  • 26 Aprile:
    Festa Nazionale
  • 1 Maggio:
    Festa del lavoro
  • 7 Luglio:
    Saba Saba (giornata della Fiera)
  • 8 Agosto:
    Nane Nane (giornata dei contadini)
  • 9 Dicembre:
    Giorno dell'Indipendenza

Cosa portare in valigia

Per i safari portate indumenti leggeri ma resistenti; potete optare per i classici jeans o per un abbigliamento tecnico per le escursioni. Se decidete di recarvi nell’arcipelago di Zanzibar, di giorno starete in costume o con un abbigliamento leggero, ma portate anche qualcosa di pesante per la sera. Come sempre, un ombrello o un impermeabile sono oggetti immancabili.

Le isole più belle della Tanzania

Zanzibar: un piccolo arcipelago di origine corallina, ottimo per lo snorkeling e le immersioni; le sue spiagge sono famose per la loro sabbia fine e bianchissima. Su quest’isola si organizzano immersioni con i delfini.

Pemba: angolo di paradiso non ancora contaminato dal turismo di massa; quest’isoletta mostra ancora una natura selvaggia e affascinante, tanto da essere definita più bella isola della Tanzania. È una delle isole dell’arcipelago di Zanzibar.

Mafia: tutta l’isola, o meglio: tutto l’arcipelago, fa parte del parco naturale protetto “Mafia Island Marine Park”. L’arcipelago di Mafia è anch’esso di origine corallina e vanta il mare più trasparente di tutta la Tanzania.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima