di Andrea Pepe , 17.11.2017

Cari studenti universitari tenetevi forte, perché lo Spring Break sta per arrivare. Questa ricorrenza, rivolta esclusivamente ai più giovani, è il primo vero evento che in qualche modo da il via alla stagione estiva, anche se in primavera. Quando l’inverno finisce e a separarvi dall’estate ci sono circa 4 mesi da trascorrere tra libri, aule universitarie e lezioni in vostro soccorso arrivano gli americani, con una delle migliori tradizioni mai importate dall’altra parte dell’Atlantico.

Per molti lo spring break non è una una festa ma è “La Festa”, il momento più bello per divertirsi, proprio perché a cavallo tra la sessione invernale e la sessione estiva.

Se volete sapere tutto su questo evento, basterà leggere la nostra pratica guida di viaggio.

Cosa significa Spring Break

Il termine inglese-americano “Spring Break”, in italiano significa letteralmente “Pausa di Primavera”. Questa espressione è stata coniata negli Stati Uniti, in particolare dagli studenti che frequentano i college americani. Il termine Spring Break si è rapidamente diffuso tra i giovani di tutto il mondo, in particolare in Canada, Europa occidentale e Giappone.

Cos’è lo Spring Break

Lo Spring Break è una pausa dallo studio che dura circa una settimana e avviene per l’appunto a inizio primavera. In concomitanza con la fine della sessione invernale, gli studenti universitari, dopo aver dato il maggior numero di esami possibile, si concedono una settimana di relax e festeggiamenti. Durante lo Spring Break la maggior parte degli studenti decide di partire per una vacanza in qualche meta “modaiola”, ballare, divertirsi e conoscere gente nuova. Molti giovani invece, soprattutto quelli che vivono lontano da casa, decidono di approfittarne per tornare a casa, dove li aspettano amici e parenti. Lo Spring Break è sostanzialmente una settimana di vacanza, da dedicare al relax o al divertimento.

Leggi anche:"Viaggio di maturità 2018”: le mete migliori per divertirsi

Quando si svolge lo Spring Break

Come si può facilmente evincere dal nome, lo Spring Break si svolge appunto a primavera, ma siccome inizia alla fine degli esami universitari (sessione invernale), l’inizio può variare in base alla nazione o alla facoltà. Negli Stati Uniti in genere lo Spring Break inizia verso fine febbraio, e il periodo “Caldo” per festeggiare in genere comprende tutto il mese di marzo (a seconda del college). In Italia lo spring break in genere comprende il periodo che va dall’ultima settimana di febbraio alle prime due di marzo, ma ci sono facoltà che prevedono esami fino ad aprile. In definitiva possiamo dire che lo spring break è festeggiato in tutto il mondo più o meno tra febbraio e marzo, anche se ci sono studenti che arrivano a festeggiarlo in aprile o addirittura a maggio.

Le migliori destinazioni per lo spring break

Le mete per lo spring break variano molto a seconda di dove vivete. Gli americani per esempio vanno spesso in Messico o nei Caraibi, ma per gli italiani ovviamente è diverso. Le mete più quotate per gli studenti italiani che vogliono festeggiare lo spring break sono la Croazia, la Grecia, Malta e la Spagna: belle, economiche e piene di gente. Chi però non può permettersi di partire per raggiungere un altro stato, in genere ripiega su qualche altra città italiana, come per esempio Roma o Milano, sempre piene di gente e con la più ampia scelta di locali.

Spring Break 2018: la meta migliore

La meta migliore dove trascorrere lo spring break 2018 è al momento la Croazia, non tanto per particolari meriti geografici o climatici, quanto per eventi e organizzazione. Navigando in rete infatti troverete diverse agenzie che propongono pacchetti di più giorni da trascorrere in Croazia, tra feste in spiaggia, locali e anche feste su navi da crociera. I costi non sono elevati e il divertimento è garantito.

Se invece, dopo un inverno passato a studiare, volete solo rilassarvi, valutate di trascorrere una vacanza in Italia, magari in qualche centro termale, tra un bagno rilassante e un bel massaggio.

Assicurazione Viaggio per lo Spring Break

Sono in molti gli studenti che pensano all’acquisto di un’assicurazione viaggio in vista dei break dagli studi e anche in vista dei periodi da trascorrere all’estero per motivi di studio, come ad esempio frequentare un corso di lingua all’estero. Per maggiori informazioni per capire quali possano essere le esigenze degli studenti in viaggio, leggi la nostra pagina dedicata all’assicurazione studenti.


← Cosa vedere a Chicago: 10 attrazioni assolutamente da visitare

Tutti i ponti del 2018 →