di Davide Rossi , 26.08.2020

Traboccante di storia, arte e cultura, ma anche cosmopolita e di tendenza, Copenaghen è un vero e proprio gioiello dalle due anime che coesistono in perfetto equilibrio: tradizione e modernità, passato e futuro, ma anche tecnologia, architettura, design, rispetto dell’ambiente sono tutti elementi che rendono questa elegante città una meta sempre apprezzata.

La capitale della Danimarca, adagiata sulla costa orientale dell'isola di Selandia, a pochi chilometri dalla costa svedese, non è solo la città della Sirenetta, la scultura bronzea ispirata alla favola di Hans Christian Andersen.

Si tratta, infatti, di una meta imperdibile per gli amanti dell’arte e con una scena artistica in fermento: merito dello spirito tollerante e aperto alle relazioni di Copenaghen, città ricca di musei, centri culturali, mostre e gallerie all’avanguardia, ma anche di collezioni particolarmente curiose e fuori dagli schemi capaci di conquistare un pubblico davvero variegato.

Museo Nazionale danese

In centro città, a poca distanza da Strøget, la strada pedonale più lunga d’Europa, ricca di negozi, ristoranti e boutique, si trova il Museo Nazionale Danese di Copenaghen (Nationalmuseet). Ubicato all’interno della sontuosa “Villa del Principe”, rappresenta il più grande museo di storia culturale della Danimarca, con una collezione invidiabile che spazia dall’etnografia alle scienze naturali, passando per archeologia e numismatica, e si tratta non solo di reperti danesi, ma anche di altre culture del mondo.

Il visitatore potrà concedersi un viaggio lungo 14mila anni attraverso le 8 esposizioni, disposte su quattro differenti livelli, ovvero:

  • Antichità classica e del vicino Oriente
  • Preistoria Danese (con opere dall’età del bronzo e anche dell’epoca vichinga);
  • Medioevo Danese e Rinascimento
  • Storie Danesi dal 1660-2000
  • Collezione reale di monete e medaglie
  • Voci dalle colonie
  • Collezione etnografica
  • Museo dei bambini

Tra le opere più emblematiche si annoverano il sepolcro di Egtved, il Carro del Sole di Trundholm, l’anello d’oro di Tissø, l’immenso tesoro di Fæsted, il Calderone di Gundestrup, l'idolo di Broddenbjerg, l'arco di Holmegaard, l'Epitaffio di Sicilo.
Il Nationalmuseet è aperto tutti i giorni (eccetto il 24, 25 e 31 dicembre) da Martedì a Domenica dalle ore 10 alle 17 (fino alle 20 il giovedì). Il costo del biglietto è di 95 DKK (corone danesi, circa 13 euro) per gli adulti e 85 DKK per chi accompagna un bambino, mentre per i minori di 18 anni l’ingresso è gratuito.

The Open Air Museum

Destinazione iconica dal 1897, l’Open Air Museum (Frilandsmuseet) è uno dei più antichi e ampi musei all’aperto esistenti al mondo. Situato a circa 30 minuti dal centro di Copenaghen, il Frilandsmuseet catapulta il visitatore diversi secoli indietro nel tempo, in una perfetta rievocazione storica della campagna danese.

In quest’area sono presenti oltre 100 edifici, tra fattorie, mulini e abitazioni, risalenti al periodo tra il 1650 e il 1940, collocate all’interno di un paesaggio che rievoca perfettamente la vita di campagna dell’epoca.

In un singolo pomeriggio sarà possibile spostarsi idealmente in lungo e in largo per le regioni della Danimarca, ammirando la rappresentazione di ambienti rurali presenti anche nelle Isole Fær Øer e nelle ex province danesi della Svezia meridionale e della Germania settentrionale. Si tratta di costruzioni originali, ricollocate all’interno di un ambiente, anche paesaggistico (animali inclusi), che ricorda quello d’origine e rappresenta anche le condizioni di vita di allora.

Il costo del biglietto è di 95 DKK per gli adulti, mentre per i minori di 18 anni l’ingresso è gratuito.
I prezzi variano in base alla stagione ed è anche possibile acquistare un Pass Annuale.

Statens Museum for Kunst (Galleria d’arte nazionale)

Lo SMK - Statens Museum for Kunst altro non è che la famosa Galleria d’arte nazionale: una vera meraviglia per gli amanti del genere.

Si tratta infatti del più grande museo d’arte del paese, che racchiude oltre 700 anni di arte danese e internazionale, dal primo Rinascimento all’arte contemporanea più recente. La collezione, formatasi a partire dal 1750 sotto Federico IV, si è ingrandita esponenzialmente negli anni anche per merito di numerosi lasciti e donazioni e oggi annovera migliaia di dipinti, sculture e moltissimi altri lavori e reperti.
Nella collezione è presente una sezione d'arte danese, nordica e internazionale (dal 1750 fino a oltre il 1900) con opere di grandi maestri come Vilhelm Hammershøi, C.W. Eckersberg e L.A. Ring, nonché Kirkeby, Danh Vo e Ursula Reuter Christiansen.

Nella Galleria è inoltre espost anche un'eccezionale sezione dedicata all'arte francese (dal 1900 al 1930) che espone artisti come Matisse, Picasso, Modigliani e Derain. Maestri del calibro di Mantegna, Tiziano, Tintoretto, Rembrandt, Breugel e Rubens, invece, sono esposti nell’area dedicata alla collezione d'arte europea (dal 1300 al 1800).

All’interno della Galleria d’arte Nazionale, situata nel cuore di Copenaghen, proprio accanto al Castello di Rosenborg, troverete anche la Biblioteca Nazionale.

Il costo del biglietto è di 60 DKK per gli adulti e 47,50 DKK per i giovani sotto i 26 anni, mentre l’ingresso gratuito per bambini e ragazzi al di sotto dei 18 anni.

Danish War Museum

Un luogo per ricordare, ma anche per apprendere: il Danish War Museum (in danese, Krigsmuseet), noto in passato con il nome di Royal Danish Arsenal Museum, è un museo di armi e storia militare situato nel centro della città di Copenaghen.

Ospitato all'interno dello storico arsenale di Cristiano IV, il Museo della Guerra raccoglie innumerevoli oggetti bellici, utilizzati dalla Danimarca nei conflitti nazionali e internazionali in cui è stata coinvolta dal 1500 ad oggi. Nella collezione trovano spazio, tra gli altri, cannoni, spade, munizioni e armature, nonché veicoli, come navi da guerra e carri armati, affiancati a diverse fedeli riproduzioni come quella che rievoca il campo dei soldati danesi in Afghanistan. Il biglietto d'ingresso costa 80 DKK per gli adulti, mentre sotto i 18 anni l'ingresso è gratuito.

Guinness World Records Museum

La persona più alta al mondo oppure la più longeva, o anche la zucchina più pesante al mondo o la bandiera più antica? Sono tutte curiosità che è possibile scoprire all’interno del Museo dei Guinness dei Primati che si trova a Copenaghen, a due passi dal canale Nyhav. Si tratta, senza dubbio, di una delle collezioni più curiose della città che raccoglie alcuni tra i più interessanti e inusuali record mondiali, dallo sport alla musica, dall’arte alla scienza, sono tante le gallerie a tema che racco tanto anche dei record maggiormente bizzarri e grotteschi.

All’interno del Guinness World Records Museum, il visitatore si troverà innanzi a un percorso multimediale, ricco di immagini, video, abiti originali, attività ludiche e accattivanti giochi interattivi, ad esempio quello che consente di sfidare il detentore del record del cubo di Rubik risolto in meno tempo.

Altre guide di viaggio su Copenhagen

Copenhagen è una delle capitale europee più rinomate, ideale per una vacanza in famiglia soprattutto in estate, quando il freddo pungente dell’inverno è ancora lontano.
Per saperne di più su questa interessante destinazione del Nord Europa, potete leggere le nostre guide di viaggio:

Tags

copenaghen


← Crystal Cave, Islanda: la guida di viaggio

Pink Beach, Harbour Island: la splendida spiaggia rosa delle Bahamas →