di Giorgia Alto , 12.02.2020

Il Giappone non è proprio dietro l'angolo. In media per visitare il paese dei fiori di ciliegio ci vogliono almeno 12 ore di volo. Nulla quindi può essere lasciato al caso, a partire dal momento migliore per assistere all'Hanami e allo Yozakura notturno, ovvero in primavera. Da fine marzo a fine maggio le temperature iniziano a salire, le piogge diminuiscono e i ciliegi raggiungono la massima fioritura.

Per quanto riguarda il volo e la sistemazione, come sempre, vi daremo delle dritte per risparmiare qualcosa e godervi un viaggio indimenticabile. Ultima dritta, l'elenco dei parchi di Tokyo in cui ammirare i fiori di ciliegio in tutto il loro splendore.

Che cos’è l’Hanami

L’Hanami, che tradotto significa “Ammirare i ciliegi”, è uno degli spettacoli naturali più belli a cui si possa assistere. Per questo la fioritura dei “Sakura” in Giappone attira moltissimi turisti da tutto il mondo. L'evento però è molto sentito anche dai locali, che nel rispetto della tradizione sono soliti riunirsi con parenti e amici sotto questi meravigliosi alberi per fare rilassanti picnic all’aria aperta, completamente circondati dal profumo e dal colore delicato dei fiori di ciliegio.

Le origini e le leggende legate all'Hanami, non sono così chiare. Probabilmente i fiori di ciliegio vengono esaltati perché, nella cultura giapponese, che insegna a godere delle piccole cose, nella loro semplicità esprimono al meglio questo concetto.

C’è però una leggenda, che risale al VII secolo, che più di altre spiega il legame dei giapponesi con queste piante. Essa narra che il sacerdote En-no-Ozuno avrebbe lanciato una maledizione contro chiunque avesse tentato di abbattere anche una delle piante di ciliegio appena piantate nella città di Yoshino.

Legata all'Hanami anche la tradizione dello Yozakura, la visione notturna dei fiori di ciliegio, che regala emozioni davvero difficili da descrivere a parole.

Leggi anche “Cosa sapere sull’Hanami, la fioritura dei ciliegi in Giappone”.

Quando partire per assistere all’Hanami a Tokyo

Il momento della fioritura dei ciliegi per fortuna coincide anche con il periodo migliori per visitare il Giappone, quando la rigidità delle temperature invernali lascia il posto a un clima più dolce. Unico svantaggio i costi. Il periodo compreso tra marzo e maggio infatti è il più caro dell'anno.

Il costo medio del biglietto aereo per Tokyo si aggira attorno ai 900 euro. Prenotando con un anticipo di qualche mese però, è possibile trovare offerte molto interessanti, che vi faranno risparmiare fino a qualche centinaio di euro.

Per il pernottamento a Tokyo invece, se viaggiate in coppia, una doppia in un tre stelle costa attorno agli 80 euro a notte. Un viaggio insomma che, se organizzato con attenzione e in anticipo, non è proibitivo dal punto di vista economico.

Leggi anche “Tutto quello che devi sapere su Tokyo”.

Il clima di Tokyo durante l’Hanami

Prima di tutto dobbiamo chiarire che il Giappone non presenta un clima unico ovunque. Tendenzialmente si può solo dire che non esiste una vera e propria stagione secca. Il paese in effetti è piuttosto piovoso, soprattutto in estate.

C'è da dire però che, durante la stagione della fioritura dei ciliegi, da fine marzo a tutto il mese di aprile, il clima inizia a migliorare. Le temperature salgono di qualche grado un po’ ovunque e le piogge diminuiscono, soprattutto al centro sud del paese.

Per questo le fioriture migliori sono quelle di Tokyo e Osaka attorno al 30 marzo e di Sendai verso la metà di aprile, salve naturalmente possibili variazioni.

Leggi anche “Quando andare a Tokyo: clima, temperature e stagioni”.

Dove ammirare l’Hanami a Tokyo: l’elenco dei parchi

A questo punto della nostra guida di viaggio vi starete sicuramente chiedendo “Quali sono i luoghi più belli in cui assistere alla fioritura dei ciliegi?” Come anticipato, Tokyo è una delle mete principali per assistere all’Hanami. La città è ricca di parchi in cui si trovano anche ciliegi piangenti ricoperti letteralmente da nuvole di fiori rosa.

Un altro aspetto da non sottovalutare è l'unicità di ogni parco, che rende l’Hanami sempre diverso e irripetibile. L’Ueno Park, ad esempio, ospita più di 1000 piante, nel parco di Chidori-ga-fuchi invece, i ciliegi sembrano immergersi nelle acque dei corsi d'acqua che lo attraversano, mentre chi vuole fare un pic-nic non può che dirigersi allo Yoyogi Park.

Non finiscono certo qui i parchi da poter visitare per assistere a questo suggestivo spettacolo della natura. Leggendo di seguito infatti, troverete l’elenco completo dei parchi di Tokyo.

  • Asukayama Park
  • Ueno Park
  • Shinjuku Gyoen
  • Inokashira Park
  • Koishikawa Korakuen
  • Chidori-ga-fuchi
  • Yoyogi Park
  • Meguro River
  • Parco Sumida
  • Parco Inokashira
  • Chidorigafuchi
  • Sumida Park
  • Koishikawa Botanical Garden
  • Monzen Nakacho (stazione)

Leggi anche “Cosa vedere a Tokyo”.

Assicurazione viaggio per il Giappone

L’assistenza sanitaria in Giappone, in generale, è molto buona ma tutte le prestazioni sono a pagamento con costi che possono essere molto elevati. Per tale ragione, il Ministero degli Affari Esteri raccomanda di sottoscrivere un assicurazione sanitaria prima della partenza.

Per affrontare questo tipo di incovenienti, Columbus propone la Sua polizza sanitaria viaggio per il Giappone con massimale illimitato per le spese mediche ed il pagamento diretto in caso di ricovero ospedaliero.

Se desideri avere ulteriori informazioni, visita la pagina dedicata o contatta il nostro Servizio Clienti al numero 800 986 782. Potrai sottoscrivere la tua polizza viaggio anche al telefono. 

Tags

tokyo


← Ponte del 1° maggio 2020: 10 mete dove trascorrere 3 giorni in Europa

Pasqua 2020 al caldo: 5 destinazioni top | Travel Blog →