di Valentina Salis , 16.01.2017

Stai pensando di andare in vacanza in Giappone? Allora hai proprio bisogno di leggere una bella guida.

Il Giappone è un Paese ricco di mistero, con tante contraddizioni, ma è veramente ricco di luoghi di interesse, di storia, di cultura, di attrazioni, e quasi impossibile da visitare tutto in un solo viaggio.

Siccome non possiamo dirvi tutto quello c’è da sapere in un solo articolo, abbiamo deciso di raccogliere tutte le informazioni principali in una piccola guida, per permettervi di sapere fin da subito le attrazioni più importanti da vedere, i luoghi assolutamente da visitare e qualche altra curiosità da non perdere!

Leggi anche"Destinazioni e attrazioni da vedere durante un tour del Giappone"

Quando è il momento migliore per andare in Giappone?

I periodi migliori per andare in Giappone sono probabilmente in primavera, da marzo a maggio, e in autunno, da settembre a novembre. In questi periodi il clima è migliore, ci sono festività molto interessanti, ma saranno presenti anche molti turisti che renderanno il vostro soggiorno sicuramente più caotico.

In estate il caldo è molto forte mentre in inverno può fare anche molto freddo, anche se sicuramente troverete meno turisti e qualche offerta in più per risparmiare.

Indipendentemente dal periodo in cui decidete di andare in Giappone, ricordatevi di prenotare tutto con largo anticipo.

Come vestirsi nelle varie Stagioni

A seconda della stagione è molto importante sapere come vestirsi, soprattutto se visitate uno Stato grande come il Giappone.

Per la primavera va bene un abbigliamento leggero, con pantaloni lunghi, t-shirt, camicia, ma consigliamo di portare sempre con sé anche una felpa o una giacca, soprattutto la sera.

In estate fa molto caldo, quindi maniche corte e pantaloni corti vi aiuteranno moltissimo, ma fate molta attenzione all’aria condizionata, onnipresente in ogni negozio o locale.

Per l’autunno l’abbigliamento è molto simile alla primavera ma andiamo verso l’inverno, quindi conviene portare sempre con sé una felpa o una giacca leggera, e se siamo a novembre, forse è il caso di rinunciare alle maniche lunghe.

In inverno bisogna coprirsi bene perché può fare molto freddo. Portate con voi quindi un cappotto e maglioni pesanti.

Città principali da visitare in Giappone

Ci sono tante suggestive città da visitare in Giappone, ognuna ricca di storia e tradizione, e sicuramente non potrete visitarle tutte in un solo viaggio, soprattutto se si tratta della vostra prima volta in Giappone.

In questa guida abbiamo deciso di segnalare solamente le città principali, quelle più visitate dai turisti e che non dovreste avere problemi a visitare durante la vostra vacanza.

Tokyo

Tokyo è la capitale del Giappone, una vera e propria metropoli ricca di attrazioni, locali e luoghi d’interesse. Tokyo è la tappa fissa di qualsiasi turista che decide di recarsi in Giappone, e anche noi non possiamo non consigliarne la visita.

Prima di partire è importante sapere che la città di Tokyo è suddivisa in ben 23 quartieri, ma in questo articoli abbiamo deciso di presentare solo quelli più importanti dal punti di vista turistico.

Tokyo-Giappone

Tokyo

Shinjuku

Paragonabile per certi versi a Manhattan, è il cuore pulsante e sempre attivo della città. Pieno di negozi di giorno, luogo di passaggio di oltre 2 milioni di persone, e centro dalla vita notturna con i suoi locali alla moda.

Shibuya

Shibuya è uno dei quartieri più famosi di Tokyo, grazie al suo celebre incrocio e alla statua del cane Hachiko.

Asakusa

Asakusa (si pronuncia “asaksa”) è il quartiere più antico di Tokyo, famoso per i tuoi templi e suoi negozi ricchi di storia e tradizione.

Akihabara

Akihabara è uno dei quartieri più conosciuto dai giovani di tutto il mondo essendo il quartiere per gli Otaku, dove è possibile trovare sale giochi, negozi pieni di manga e anime, e dove si può entrare nei famosissimi Maid Cafè.

Harajuku

Harajuku è il quartiere dedicato ai negozi alla moda, molto frequentato dai giovani e da chi non può rinunciare mai alle ultime tendenze.

Ueno

Il quartiere di Ueno è famoso per il suo grande parco e per i musei che sono all’interno.

Ginza

A Ginza è possibile visitare quello che è a detta di molti il più famoso mercato del pesce del mondo, assolutamente da visitare. Il quartiere di Ginza, come Harajuku, è pieno di negozi alla moda.

Odaiba

Nel quartiere di Odaiba è possibile visitare un centro termale molto particolare, e dopo un po’ di relax, avrete solo l’imbarazzo della scelta tra ristoranti e centri commerciali.

Roppongi

Roppongi è un quartiere molto rinomato per la vita notturna e per i suoi incredibili palazzi.

Osaka

Osaka è una città molto grande, la terza di tutto il Giappone, famosa per il “Castello di Osaka”, l’Umeda Sky Building e l’incredibile “Spa World”.

Kyoto

Kyoto è stata la capitale del Giappone fino al 1868 e oggi è ancora una città ricca di storia e cultura, assolutamente da visitare. Tra le attrazioni principali della città, vi consigliamo di visitare il Nishiki Market e il famosissimo tempio di Kiyiomizudera.
Il Nishiki è il mercato di Kyoto famoso in tutto il Giappone. Si tratta infatti di un incredibile mercato dove trovare oltre cento bancarelle con prodotti tipici, liquori e tanti piccoli assaggini che renderanno al vostra visita veramente “appetitosa”.

Sannen-zaka-street-Kyoto-Giappone

Sannen Zaka Street a Kyoto

Nara

La città di Nara è una delle più antiche del Giappone, con alcune delle attrazioni più belle del Paese, come per esempio il santuario Kasuga Taisha, il Tempio di Todaj-Ji, Il tempio Kofuku – Ji e il giardino Isuien.

20 attrazioni da vedere in Giappone

Come abbiamo detto all’inizio, c’è veramente molto da vedere in Giappone, ma in questa piccola guida vogliamo segnalarvi le 20 attrazioni principali, quelle in genere preferite dai turisti.

1. il Tempio Kinkakuji

2. Il Grande Budda di Kamakura

3. il Tempio Ryoanji

4. il Castello di Himeji

5. Il Tempio Horyuji

6. Il Monte Fuji

7. Il Santuario Miji

8. Il tempio Senso-Ji

9. Il tempio Kiyomizu-dera

10. Il tempio Todai-ji

11. Harajaku

12. Shinjuku Gyoen

13. Il Palazzo imperiale di Tokyo

14. Il Santuario Fushimi Inari-taisha

15. Il memoriale della pace di Hiroshima

16. Il Castello Nijo

17. Universal Studio Japan

18. Il museo nazionale di Tokyo

19. Kotoku-in

20. Castello di Osaka

Kiyomizu-dera-Kyoto-Giappone

Il tempio Kiyomizu-dera

La religione

Usare la parola “religione” per quanto riguarda il Giappone può essere sbagliato in quanto lo Scintoismo e sopratutto il Buddismo, sono spesso definite filosofie.

Lo Scintoismo e il Buddismo convivono pacificamente nel Paese.

Principali Festival Giapponesi

Tra le principali feste e manifestazioni giapponesi vi segnaliamo:

Nebuta Matsuri

Il Nebuta Matsuri è un suggestivo festival estivo che si svolge ad Aomori, nella regione di Tohoku. Durante il Festival è possibile ammirare la sfilata di carri paragonabili a quelli che vediamo durante il nostro carnevale, ma in questa occasione rappresentano gli antichi guerrieri giapponesi. Il è uno dei più seguiti di tutto il Giappone.

Awa Odori o Awa Dance Festival

Il Festival “Awa Odori”, conosciuto anche come Awa Dance Festival, è un’importante manifestazione che si svolge a Tokushima, sull’isola di Shikoku, dal 12 al 15 agosto.

Awa Adori è il più grande festival di danza del Giappone, in grado di attirare oltre un milione di turisti ogni anno grazie ai suoi ballerini e musicisti che invadono le strade con danze e musiche.

Gion Matsuri

Il Gion Matsuri è il festival più famoso di Kyoto e uno dei più importanti di tutto il Giappone. Si celebra ogni anno in estate, durante il mese di luglio e in questo periodo tutta la città viene allestita con bancarelle che vendono piatti tipici, dolci, mentre tante persone affollano le strade anche in abiti tradizionali.
Anche il Gion Matsuri si conclude con una grande parata composta da carri allestiti.

Sanja Matsuri

Il Sanja Matsuri è una delle manifestazioni più caratteristiche della città di Tokyo, un ricorrenza shintoista molto importante perché celebra i tre fondatori del Senso-ji Hinokuma HAMANARI, Hinokuma Takenari e Hajino Nakatomo. La festa si tiene ogni anno durante il terzo fine settimana di maggio pressi il Santuario di Asakusa.

Musei e Gallerie più famosi

Il Giappone è stato isolato rispetto al mondo occidentale, il che ha reso la sua storia e la sua cultura ancora più interessante, stimolando la curiosità di studiosi, semplici appassionati e soprattutto tanti turisti.

Durante il vostro viaggio in Giappone non può mancare una visita ai musei più importanti del Paese, tra cui vi segnaliamo:

• Museo Nazionale di Tokyo

• Galleria dell’Artigianato Giapponese

• Museo Hiroshige di Tokaido

• Museo MIHO

• Museo d’Arte Contemporanea di Naoshima

• Museo Ghibli, Mitaka

I Patrimoni Mondiale
dell’UNESCO

In Giappone ci sono moltissimi luoghi e attrazioni dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, vi riportiamo le principali in questo elenco

• Il Castello di Himeji

• Il Parco della Pace di Hiroshima

• Il Santuario Shinto Itsukushima

• Il Tempio Kinkakuji

• I monti Shirakami-Sanchi

• La Miniera d’argento di Iwami Ginzan

• L’isola di Yakushima

• Il villaggio di Shirakawa-go

• Il villaggio di Gokayama

Shirakawa-go-Giappone

Villaggio di Shirakawa-go

Passaporto e visto per il Giappone

Prima di continuare la lettura, vi invitiamo come sempre a verificare le informazioni riguardanti visti, permessi e leggi vigenti nei siti istituzionali in quanto i nostri articoli potrebbero non essere aggiornati.

I cittadini italiani posso recarsi in Giappone anche solo con il loro passaporto, purché il soggiorno sia inferiore a 90 giorni.

Se volete avere maggiori informazioni su visti e passaporti per il Giappone potete contattare anche l’ambasciata del Giappone a Roma, Via Quintino Sella 60, tel.06-487-991, sito www.it.emb-japan.go.jp

Valuta

Per acquistare in Giappone dovrete fare una bella scorta di Yen (¥).

1 Euro vale circa 140 Yen ma il valore può variare nel corso dell’anno.

Assicurazione viaggio per il Giappone


Il Giappone è un Paese molto lontano e ha dei costi molto elevati per quel che riguarda l’assistenza sanitaria. Il Ministero degli Affari Esteri raccomanda - per questa ragione - di viaggiare forniti di un’assicurazione viaggio. Sempre la Farnesina avvisa anche che i medici locali, nonostante siano molto preparati, potrebbero non parlare le lingue straniere, inglese incluso.

Se si decide di acquistare una polizza di assicurazione viaggio, vale la pena verificare la lista dei servizi accessori e controllare che servizi come interprete telefonico e rimpatrio siano inclusi in copertura.


← Visitare l’Australia: diario di viaggio

Mete estive per giovani: le migliori 10 →