di Valentina Salis , 06.02.2017

Quando andare a Bali? La domanda che si pongono gli amanti del mare cristallino e delle spiagge bianche non è se andare a Bali o no, ma appunto quando andare per trovare il clima e le temperature migliori.

Questa perla dell’Indonesia, bagnata dall’Oceano Indiano, grazie ad un clima veramente invidiabile, è la meta prediletta di turisti di tutto il mondo, molto apprezzata anche per un viaggio di nozze, per anniversari o come tappa in un tour del Sud Est Asiatico.

Bali è la destinazione ideale per chi ha deciso di trascorrere una vacanza in completo relax, oppure per riposarsi dopo aver visitato mete ricche di luoghi d’interesse come Singapore o Bangkok.

Una vacanza in una meta così lontana in genere è organizzata con largo anticipo, quindi oltre a prenotare hotel, volo e assicurazione di viaggio sanitaria, è bene informarsi anche sul clima.

Per una guida sul clima in generale delle regioni asiatiche, leggi anche Sud Est Asiatico: la guida con tutte le informazioni principali.

Il clima a Bali

Come per altre regioni del Sud Est Asiatico, anche Bali ha un clima tropicale che prevede fondamentalmente 2 Stagioni:

  • stagione secca da maggio a settembre
  • stagione umida da ottobre ad aprile

Non è la temperatura a segnare la differenza in queste due stagioni, la media infatti si aggira tra i 23° e i 25°, quanto le precipitazioni che durante la stagione umida sono abbastanza frequenti e possono sfociare in veri e propri cicloni tra gennaio e marzo.

Periodo migliore per il clima o per risparmiare

Una destinazione come Bali può essere visitata tutto l’anno ma bisogna fare molta attenzione alle previsioni meteo se si parte nei mesi dove sono più probabili i cicloni.

Se siete interessati solo al clima, il periodo migliore per andare in vacanza a Bali è sicuramente durante la stagione secca, in particolare giugno, luglio e agosto, i mesi più interessanti per gli europei.

Se invece volete risparmiare il periodo migliore è maggio, quando la stagione umida è appena finita, oppure potete rischiare un po’ di più e prenotare per la seconda metà di settembre, ovvero alla fine della stagione secca.

La stagione secca

La stagione secca (che va da maggio a settembre) è la migliore dal punto di vista climatico per soggiornare a Bali. In questo periodo troverete una temperatura mite che oscilla tra i 22° e i 30 gradi, un clima secco e una lieve brezza per rinfrescarvi mentre vi abbronzate al sole.

Non pensate di non trovare la pioggia durante la stagione secca, ma durante questo periodo in genere si alternano piccoli temporali di breve durata, niente che possa realmente interferire con la vostra vacanza.

La stagione umida

Se decidete di andare in vacanza a Bali durante la stagione umida dovete fare molta attenzione. Contrariamente a quanto accade durante la stagione secca infatti, in questo periodo i temporali possono essere molto violenti, fino a trasformarsi in veri e propri cicloni (gennaio, febbraio e marzo sono i mesi più a rischio).
La stagione umida va da ottobre ad aprile, mentre le temperature medie oscillano tra i 23° e i 31°, il tutto accompagnato ovviamente da un clima più umido.

Temperature

Come abbiamo scritto in precedenza, le temperature medie nell’isola di Bali non variano molto durante l’anno, considerando che durante la stagione umida si possono raggiungere medie di 28° e che solo a gennaio si possono toccare punte di 40°. Il vero fattore che incide sulle temperature e che rende meno vivibili gli sbalzi climatici è l’umidità.

Quindi se andate in vacanza a Bali non dovete preoccuparvi molto delle temperature che troverete durante l’anno, ma delle precipitazioni e dell’umidità che troverete nella stagione umida.

Cicloni tropicali

Viaggiare è bellissimo, ma prima di tutto, bisogna sempre viaggiare sicuri, per questo, se volete andare in vacanza a Bali, soprattutto durante la stagione umida, dovete tener sotto controllo il fenomeno dei cicloni tropicali, informandovi bene prima di partire sui vari siti dedicati alle previsioni meteo e sul sito della Farnesina.

Sicuramente i mesi più a rischio sono gennaio, febbraio e marzo, ma in quest’epoca di grandi cambiamenti climatici, tutta la stagione umida è rischio. Anche se il fenomeno è comunque pericoloso e merita attenzione, bisogna anche dire che in genere i cicloni non colpiscono direttamente Bali, ma si limitano ad attraversare a distanza la costa meridionale, agitando il mare con i loro forti venti.

Quando non andare

Sicuramente il periodo meno indicato per andare in vacanza a Bali è nei mesi di gennaio, febbraio e marzo, quando le piogge sono più frequenti e durano di più. Nei Paesi con clima tropicale le piogge sono sempre frequenti, ma sono più che altro dei brevi acquazzoni, quasi piacevoli nella stagione secca ma spesso fastidiosi e pericolosi nella stagione umida.

Cosa portare in valigia

Per la vostra vacanza a Bali portate vestiti leggeri, cappello e occhiali da sole, una felpa o un maglioncino leggero per la sera e un pratico k-way per essere pronti ad affrontare qualche acquazzone. Se andate in vacanza a Bali durante la stagione umida, è consigliabile un abbigliamento in grado di affrontare al meglio le piogge più frequenti e più violente.

Assicurazione viaggio e sanitaria per Bali

Anche se nel corso degli ultimi anni, Bali è diventata una meta molto più richiesta e conseguentemente più adeguata secondo gli standard occidentali per quel che riguarda le strutture ricettive, si tratta pur sempre di una destinazione lontana dove ci si può incorrere in un alto rischio di imprevisti sanitari per via ad esempio del clima così diverso da quello europeo.

Viaggiare protetti grazie ad una polizza di assicurazione viaggio potrebbe fornire una maggiore sicurezza psicologica mentre si è in vacanza in un luogo lontano e dove le abitudini e la cultura locale sono molto diverse da quelle occidentali.


← Vacanze 2017: dove andare?

Kihei, Hawaii: guida di viaggio →