di Davide Rossi , 05.02.2021

Quando si prenota un viaggio, soprattutto se la prenotazione avviene con largo anticipo, c’è sempre il rischio che si debba annullare la partenza per motivi, anche gravi, quali un infortunio, una malattia, la scoperta di una gravidanza, un licenziamento o anche il contagio da Coronavirus.

I danni economici possono essere ingenti, e si sommano al dispiacere di dover rinunciare al viaggio lungamente atteso. Al giorno d’oggi però, è possibile tutelarsi da queste situazioni sottoscrivendo una polizza per l’annullamento o l’interruzione del viaggio.

Questo tipo di copertura assicurativa è stata creata per offrire un rimborso economico quando l’assicurato non può più partecipare a un viaggio a causa di una delle motivazioni previste nel contratto sottoscritto al momento della stipula della polizza viaggio.

Il termine “Assicurazione annullamento viaggio dopo la prenotazione” si usa, in genere, per riferirsi alle polizze viaggio che prevedono questa modalità d’acquisto.

Ogni compagnia assicurativa ha il proprio regolamento, ma in linea di massima la polizza in questione si può sottoscrivere in un arco temporale che va dalla sottoscrizione praticamente contestuale al viaggio, fino a 10 giorni prima della partenza.

Anche per quanto riguarda l’apertura del sinistro ci sono dei limiti temporali: generalmente si possono avere anche 31 giorni a disposizione per avviare la pratica, mentre bisogna annullare il prima possibile i contratti sottoscritti con tour operator, hotel, o altri fornitori di servizi.

Tutte le polizze viaggio Columbus sono acquistabili anche “Last Minute”, ma prima che venga lasciato il proprio domicilio in Italia.

Importante: in questo articolo parleremo della “Polizza Annullamento Viaggio” in generale, non solo dei servizi e delle coperture di Columbus Assicurazioni.

A cosa serve una polizza per “annullamento del viaggio”

Quanto più una vacanza è costosa, tanto più può avere senso stipulare una polizza per annullamento del viaggio. Questo tipo di polizza viaggio tutela non solo nei confronti di eventi incontrollabili che possono coinvolgere voi o i vostri cari, ma fanno anche da scudo contro le policy di molte compagnie aeree o strutture ricettive che, di fronte ad un annullamento, possono non prevedere rimborsi.

In genere, sono considerate come rimborsabili:

  • Le spese di spostamento (ad esempio i biglietti aerei o quelli per i viaggi in nave)
  • Le spese di alloggio (hotel, b&b, resort, villaggi, ecc).
  • Le spese per escursioni
  • Le spese per il rientro anticipato

Nel caso di Columbus Assicurazioni, la polizza “Annullamento e Interruzione del viaggio” comprende (tra le varie coperture):

  • Spese mediche
  • Trasporto sanitario
  • Assistenza medica h24
  • Coperture per lo smarrimento del bagaglio
  • Coperture in caso di malattie a seguito di contagio da Coronavirus

Per saperne di più, potete visitare la pagina dedicata alle “Polizze Viaggio Columbus”.

Leggi anche “Covid-19 ed annullamento del viaggio: ci pensa Columbus!”.

Come funziona una polizza per annullamento viaggio

Il rimborso per annullamento viaggio è erogato a fronte di determinati eventi che vengono indicati nelle condizioni contrattuali di qualsiasi polizza viaggio, indipendentemente dalla compagnia, come per esempio la malattia diagnosticata dopo la stipula.

Le più comuni sono: 

  • infortunio
  • malattia
  • infortunio o malattia di un familiare assicurato
  • questioni relative al lavoro come licenziamento o inizio di un lavoro, a patto che la possibilità di questo evento fosse sconosciuta al momento della stipula
  • furto o altro evento doloso nella propria abitazione, soprattutto se richiede la collaborazione con autorità giudiziaria 
  • scomparsa della persona assicurata 
  • convocazione da parte delle autorità giudiziarie come testimone o giurato
  • emergenze di lavoro (alcune categorie di lavoratori come le Forze dell’Ordine, medici e infermieri, eccetera, possono venir convocati anche se formalmente in ferie

La scelta di una polizza che copra anche l’annullamento del viaggio va precisata al momento della sottoscrizione. La polizza viaggio più comune è infatti “L’assicurazione per spese mediche in viaggio", mentre la cancellazione o l’interruzione del viaggio può essere “Aggiunta”, come un’opzione, in fase di preventivo.

Nel caso di Columbus Assicurazioni, e non solo, le coperture per l’annullamento o l’interruzione del viaggio rientrano in un prodotto assicurativo dedicato, selezionabile nel momento in cui si decide di richiedere un preventivo online.

Al momento della stipula si dovranno inserire informazioni come il numero dei viaggiatori che si intende assicurare e la destinazione verso la quale ci si sposta.

Nel caso che prima della partenza accadesse un evento che dia accesso al rimborso, in genere bisogna aprire il sinistro entro pochi giorni e fornire la documentazione richiesta.

L’assicurazione di annullamento viaggio, in genere, viene stipulata una volta avuta la conferma della prenotazione della struttura alberghiera e prenotato il volo o un altro mezzo di trasporto.

La polizza, se rispettate le condizioni contrattuali sottoscritte, va a rimborsare una parte o tutto l’importo speso il viaggio a cui non si può più partecipare.

Quando è possibile acquistare una polizza annullamento viaggio Columbus?

Columbus ti permette di sottoscrivere una polizza annullamento richiedendo un preventivo attraverso il sito web o telefonicamente. Questo tipo di assicurazione viaggio viene erogato insieme alla polizza viaggio “Assistenza Medica” e alla copertura per il bagaglio, si può sottoscrivere anche last-minute e copre le spese di viaggio e di soggiorno che l’assicurato ha sostenuto, e non sono recuperabili in alcun modo,  in caso di annullamento o interruzione del viaggio.

Non si può invece, sottoscrivere la polizza quando ci si trova già in viaggio, né all'esterno, né all’interno dei confini nazionali.

Columbus ha elaborato delle speciali coperture per tutelare gli aspiranti viaggiatori in caso di malattia da contagio derivante dal Covid-19.

La copertura dedicata viene presentata nella pagina “Speciale Covid-19” ma, come sempre, si ricorda anche di leggere con attenzione le condizioni contrattuali prima della partenza.


← Di cosa si occupa l’UNESCO?

Atlantic Ocean Road: in viaggio lungo la strada più bella del mondo →