di Davide Rossi , 11.03.2022

Il clima annuale dell’Egitto segue i ritmi delle sabbie, molto caldo di giorno e piuttosto freddo di notte. Il deserto influenza la temperatura media, diventando parte integrante della vita.

Il bel tempo interessa gran parte dell’anno, permettendo ai viaggiatori di usufruire delle bellissime acque del Mar Rosso e della Red Sea Coral Reef.

Marsa Alam e Sharm el Sheik rientrano tra le mete turistiche più apprezzate dai turisti, Nonostante siano godibili e visitabili tutto l’anno, il periodo che va da aprile a novembre è sicuramente il più favorevole.

Nel mese di aprile la temperatura oscilla tra i 31 e i 21 °C, consentendo gite al mare ed escursioni nel deserto. Le esplorazioni fanno pare delle attrazioni principali, e gli ospiti di tutto il mondo ne apprezzano il fascino “storico”.

A Marsa Alam le temperature giornaliere del mese di aprile variano tra i 26°C e i 29°C, almeno per quel che riguarda il giorno. La notte la temperatura diminuisce di qualche grado, portando sollievo a chi risente del caldo mattutino.

La città di Sharm el Sheik segue più o meno la stessa metrica climatica: caldo avvolgente di giorno e fresco di sera. Chi non è amante delle alte temperature, apprezza quest’unione favorevole, perché gli consente di rilassarsi e godersi il viaggio.

Trovandosi più a Sud dell’Egitto, Marsa Alam è caratterizzata da un clima leggermente più caldo rispetto a Sharm el Sheik. Qualche grado in più interessa soprattutto le ore più calde del giorno, che si trasformano in momenti perfetti per godersi il mare e il fresco delle acque.

Il mese di aprile è ideale per i viaggi in Egitto in generale, anche grazie ai venti, che in questo periodo sono meno fastidiosi.

A differenza dei mesi prettamente invernali, aprile è caratterizzato da una buona regolarità in fatto di temperature. In generale, non si superano mai i 32°C e non si scende sotto i 20°C, aiutando i turisti a godersi la visita sia di giorno che di notte.

Sia Marsa Alam che Sharm el Sheik si riempiono di visitatori tra settembre e gennaio. Ad aprile il numero di visite è leggermente inferiore, ed è possibile osservare meglio il paesaggio e vivere un’esperienza priva di fastidiose interruzioni.

Marsa Alam o Sharm el Sheik: quale scegliere?

Scegliere tra due mete interessanti come Marsa Alam e Sharm el Sheik può rivelarsi più difficile di quanto si pensi. Entrambe hanno a disposizione più di qualche elemento attrattivo, e vale sicuramente la pena visitarle.

In generale, chi è alla ricerca di una vacanza rilassante e lontana dalla vita mondana, troverà in Marsa Alam la meta perfetta per il proprio viaggio.

Al contrario, chi cerca divertimento e ama festeggiare, potrebbe preferire la più giovane Sharm el Sheik.

Perché andare in vacanza a Sharm el Sheik

Sharm è conosciuta per le sue incredibili spiagge e per la bellezza del mare che custodisce l’affascinante barriera corallina.

La città vanta la presenza di alberghi di grandi dimensioni, locali, ristoranti di ogni tipo e addirittura due parchi nazionali (Nabq e Ras Mohammed).

Le famiglie tendono a preferire questa meta grazie alla presenza di forti attrazioni, sia per gli adulti che per i bambini. Tra le affollatissime spiagge di Sharm el Sheik, la baia naturale di Naama Bay resta la preferita dai visitatori, contornata da bellissime terrazze.

Perché andare in vacanza a Marsa Alam

Il mare cristallino e la barriera corallina si trovano anche lungo le rive di Marsa Alam. A differenza di Sharm, il paesaggio è meno contaminato dalla presenza delle architetture. Tra le principali attrazioni, il primato spetta al Parco Marino di Wadi El Gemal, uno dei luoghi preferiti dagli amanti della natura.

A Marsa Alam è anche possibile prenotare un’escursione molto particolare, alla scoperta dell’antico Egitto. Partendo dal centro città, i visitatori attraversano completamente Karnak, uno dei centri archeologici più importanti di tutto il deserto.

Chi vuole conoscere qualcosa in più sulla storia dei precedenti faraoni, non può certamente perdersi quest’esperienza.

Dove si trovano Marsa Alam e Sharm el Sheik

Sharm El Sheik si sviluppa lungo la costa della penisola del Sinai, ed occupa circa 20 km di superficie.

Marsa Alam si trova leggermente più a Sud, nel punto in cui il Sahara, il Mar Rosso e il Tropico del Cancro si incontrano magicamente. Anche in questo caso, la città si sviluppa lungo la costa, offrendo un paesaggio unico nel suo genere.

Rispetto all’Italia, la città di Sharm è più vicina e più facile da raggiungere. In entrambi i casi è consigliato l’arrivo in aereo, molto più pratico e veloce.

Sharm El Sheikh si trova a circa tre ore di volo dall’Italia, mentre Marsa Alam a circa quattro ore di distanza.

Entrambe le città sono ben collegate e permettono ai visitatori di spostarsi autonomamente e rapidamente. Il mezzo migliore per spostarsi resta l’aereo, anche considerando la distanza tra gli aeroporti. Bus appositi e taxi privati, invece, accompagnano i turisti dall’aeroporto al centro città, dando il via alla meritata vacanza.


← Il Clima alle Maldive a marzo e aprile

Cosa vedere ad Abu Dhabi in vacanza? →