authori

Quando andare a Washington DC: clima, temperature e stagioni

La capitale federale degli Stati Uniti, posta nel distretto della Columbia, gode di un clima semicontinentale, caratterizzato da inverni freddi, accompagnati spesso da neve, ed estati calde e afose. Ad influenzare il clima è anche la posizione di Washington D.C. sul 38° parallelo, più o meno a metà strada tra la parte fredda e quella calda degli Stati Uniti. Ciò fa sì che la città sia attraversata d’inverno dalle masse d’aria gelida provenienti dal Canada e d’estate dalla canicola che risale dal Sud. Nella zona del Reagan National Airport, la più mite della città per via della presenza del fiume Potomac, le minime presentano qualche grado in più rispetto ai quartieri periferici e alle campagne circostanti. Washington D.C. è una città piuttosto piovosa (con una media di circa 1.000 mm ben distribuiti nel corso dell’anno), anche d’estate con il passaggio di qualche perturbazione soprattutto pomeridiana o serale. Scopri altre info sul clima di Washington DC leggendo la guida e scaricala sul telefonino per portarla sempre con te.

Quando trovare il clima migliore

I periodi ottimali per visitare Washington D.C. sono le stagioni intermedie, evitando così il freddo invernale e la canicola estiva. In particolare, i mesi migliori per organizzare un viaggio nella capitale Usa sono quelli da metà aprile a metà maggio, durante la stagione primaverile, e da metà settembre a metà ottobre, durante l’autunno. In entrambi i periodi, a stagione primaverile e autunnale inoltrate, si riescono ad evitare gli strascichi di freddo invernali e del caldo umido tipicamente estivo. In autunno, inoltre, generalmente verso la fine di ottobre, è possibile ammirare il fenomeno del “fall foliage”, ossia i colori particolari assunti dagli alberi che vanno perdendo le foglie.

Quando costa di meno

Il periodo meno costoso in assoluto per recarsi a Washington D.C. è quello di luglio e agosto. Il clima afoso e umido, infatti, dissuade molti a recarsi in città. In questo periodo inoltre si riducono drasticamente i viaggi d’affari, e questo fa abbassare anche le tariffe di alberghi e resort. Così, per chi riesce a sopportare la calura estiva, luglio e agosto si rivelano un buon periodo per organizzare un viaggio nella capitale Usa.

Quando NON andare

Il periodo meno indicato per recarsi a Washington è quello invernale, dato il clima freddo, con temperature molto basse e tempeste di neve in grado di paralizzare la città. Tuttavia, anche questo periodo può risultare vantaggioso per gli amanti degli sci o per i bambini che possono creare pupazzi di neve per le strade. Un altro periodo non proprio ideale per un viaggio nella capitale è quello prettamente estivo, nei mesi di luglio e agosto. Pur trattandosi dei mesi più convenienti per trovare buone offerte di voli e hotel, il caldo e l’umidità non sono il massimo per vagare tra le bellezze cittadine.

Temperature medie

  • Gennaio:
    min. -2°/ max 6°
  • Febbraio:
    min. -1°/ max 8°
  • Marzo:
    min. 3°/ max 13°
  • Aprile:
    min. 8°/ max 19°
  • Maggio:
    min. 14°/ max 24°
  • Giugno:
    min. 19°/ max 29°
  • Luglio:
    min. 22°/ max 31°
  • Agosto:
    min. 21°/ max 30°
  • Settembre:
    min. 17°/ max 26°
  • Ottobre:
    min. 10°/ max 20°
  • Novembre:
    min. 5°/ max 14°
  • Dicembre:
    min. 0°/ max 8°

Le Stagioni

La città di Washington D.C. è caratterizzata da 4 stagioni ben definite, con inverni freddi ed estati calde tipiche del clima semicontinentale, e autunno e primavera caratterizzate da temperature più miti e da un tempo meno instabile.

Inverno (dicembre-febbraio)

L’inverno di Washington, che va da dicembre a febbraio, è gelido, con temperature medie appena sopra lo zero che, di notte, scendono vorticosamente, registrando spesso gelate leggere o intense. Il clima è instabile, facendo alternare giornate di sole a rapide irruzioni di pioggia, neve e aria fredda. Durante la stagione invernale, inoltre, non mancano le grandi tempeste di neve, le cosiddette “Snowmageddon”, che bloccano praticamente la città. L’instabilità tipica del tempo della East Coast americana fa sì che in qualche giornata comunque il clima sia particolarmente mite, con temperature piacevoli che possono toccare a volte anche i 20° C.

Primavera (marzo-maggio)

Da marzo a maggio, nella stagione primaverile, a Washington il clima si presenta ancora instabile, con i primi tepori alternati ai ritorni del freddo. Soprattutto all’inizio della primavera c’è ancora rischio di nevicate, ma ad aprile inoltrato si possono superare i 25° C. A maggio le temperature sono ormai diventate piacevoli e cominciano già a verificarsi le prime ondate di calore che possono portare il termometro anche sopra i 30° C, alternate a temporali pomeridiani.

Estate (giugno-agosto)

La stagione estiva a Washington D.C. va da giugno ad agosto ed è caratterizzata da un clima caldo e afoso, soprattutto negli ultimi mesi. Anche durante questo periodo non mancano le giornate con temperature tiepide (con massime che si aggirano sui 25-27°C), ma in generale ad imperare è l’afa con massime che superano i 30° C e a volte vere e proprie ondate di calore con la colonnina di mercurio che sale anche oltre i 35° C. In questa stagione, comunque, il soleggiamento è buono, ma non sono rare le perturbazioni, soprattutto pomeridiane, che portano nuvole e piogge.

Autunno (settembre-novembre)

Da settembre a novembre nella stagione autunnale, a Washington il clima è mite e il tempo molto meno instabile che nel resto dell’anno. Settembre, soprattutto all’inizio, è ancora un mese caratterizzato dagli strascichi dell’afa estiva, con caldo umido e qualche temporale. Dalla metà di settembre ad almeno la metà di ottobre, gradualmente, le temperature scendono rendendo il clima piacevole e più secco. A novembre già cominciano ad arrivare i primi freddi ed anche la neve.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima