authori

Watts Towers

Costruite tra il 1921 e il 1955 dall'immigrato italiano Simon Rodia, le Watts Towers sono diventate un monumento iconico della città di Los Angeles. Le torri, che lo stesso Rodia chiamava Nuestro Pueblo (la nostra città), furono costruite con le sue mani, lavorando barre d'acciaio avvolte in rete metallica e rivestite di cemento. Una volta creata la struttura di base, fu ricoperta con frammenti di ceramiche, piastrelle di bottiglie, conchiglie e altri scarti. Oggi l’area espositiva è una proprietà dello Stato della California, e le Watts Towers sono un monumento storico nazionale e una delle opere d'arte più conosciute della California. Nell'ottobre 2010 LACMA ha stretto una partnership con il Dipartimento degli affari culturali della città di Los Angeles per supervisionare l'assistenza quotidiana e il mantenimento delle Watts Towers, e per sviluppare un piano completo la loro conservazione.

Breve storia

Le Watts Towers sono il frutto dell'ingegno di Simon Rodia, nato Sabato Rodia in Italia nel 1879. Il fratello maggiore di Rodia emigrò negli Stati Uniti nel 1895 e si stabilì in Pennsylvania, dove lavorò nelle miniere di carbone. Rodia seguì suo fratello pochi anni dopo. Poco si sa della sua prima giovinezza negli Stati Uniti, tranne che si è trasferito sulla costa occidentale e ha trovato lavoro nelle cave di roccia e nel settore edile. Nel 1921, Rodia acquistò il lotto di forma triangolare al 1761-1765 al 107th Street a Los Angeles e iniziò a costruire il suo capolavoro, che chiamò "Nuestro Pueblo". Per 34 anni, Rodia ha lavorato da solo per costruire le sue torri senza il beneficio di attrezzature per macchine, ponteggi, bulloni, rivetti, saldature o progetti di tavole da disegno. Oltre al suo ingegno, usava utensili semplici, pinze per tubi e una fibbia per vetri e fibbia. Operaio edile di giorno e artista di notte, Rodia adornava le sue torri con un mosaico variegato di vetri rotti, conchiglie, ceramiche e piastrelle generiche.

Curiosità

  • La più alta delle torri raggiunge un'altezza di oltre 30 m.
  • Tra gli oggetti usati da Rodia per decorare la sua opera ci sono un raro pezzo di ceramica del XIX secolo dipinta a mano e molti pezzi di ceramiche americane del XX secolo.
  • Rodia una volta disse: "Avevo in mente di fare qualcosa di grosso e l'ho fatto".

Informazioni utili

  • Indirizzo: 1727 E 107th St, Los Angeles, CA 90002
  • Orari di apertura: Lunedì e martedì chiuso, Dal mercoledì al sabato dalle 10.00 alle 16.00, Domenica dalle 12.00 alle 16.00
  • Il museo è chiuso il giorno del ringraziamento, il giorno di Natale e il primo giorno dell'anno nuovo.
  • Metro: linea rossa
  • Autobus: linee 745, 55 e 355.
Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima