Reykjavík

120.000 abitanti • La città verde • Città dei creativi

Tutto quello che devi sapere su Reykjavík

Islanda, serve dire altro? Questo paese straordinario esercita da sempre un fascino inarrestabile su molti viaggiatori, e come iniziare un viaggio alla sua scoperta se non dalla sua bella capitale? Dal suo golfo affacciato sull’Oceano Atlantico, Reykjavík vi aspetta con molte attrattive, dalle più famose alle più inedite. Una città tra le più “green” al mondo, in cui sperimentare atmosfere al limite: provate l’inimitabile spettacolo dell’Aurora Boreale, oppure l’incanto delle “notti bianche”, in cui il sole non tramonta mai del tutto e il cielo è rischiarato anche in piena notte. Potrete imbarcarvi per crociere di whale watching, oppure visitare uno dei molti musei in città, rilassarvi contemplando il Tjörnin, il laghetto al centro di Reykjavík, o lasciarvi stupire dal Perlan, la grande cupola di vetro ripiena di acqua bollente. Da non perdere poi è l’assaggio di qualche specialità locale (attenzione, alcune sono per stomaci forti), così come la partecipazione ai molti festival cittadini: dalla festa della birra, ai cortei del giorno nazionale al festival vichingo, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Fatevi conquistare dal fascino di Reykjavík: la nostra guida completa contiene tutte le informazioni utili per affrontare al meglio il vostro viaggio.
  • Lingua:
    islandese
  • Documenti di viaggio:
    Carta d’identità o passaporto, in corso di validità
  • Moneta:
    corona islandese
  • Cambio:
    1 € = 125.98 ISK colón
  • Fuso orario:
    -1
  • Presa di corrente:
    220 V, 50 Hz
  • Vaccinazioni particolari:
    Nessuna
  • Spesa media per dormire:
    120€/g
  • Spesa media per mangiare:
    50€/g
  • Spesa media per volo:
    150€
  • Spesa media per Assicurazione
    18€
  • Prefisso internazionale:
    +101

Quando andare, clima e temperature

  • Quando costa di meno:
    novembre, febbraio
  • Quando costa di più:
    giugno, luglio, agosto
  • Quando il clima è secco:
    maggio, giugno
  • Quando piove di più:
    marzo, ottobre, dicembre

Il clima in generale

Reykjavík, come tutta l’Islanda, ha un clima piuttosto bizzoso, soggetto a frequenti cambi durante la giornata: conviene quindi essere preparati a tutto. Tendenzialmente, il clima è di tipo polare suboceanico, influenzato positivamente dall’azione della Corrente del Golfo: proprio per questo, l’inverno è meno freddo di quanto ci si potrebbe aspettare, avendo temperature che oscillano tra i -2 e i 3°C. Particolare di questo periodo è il soleggiamento: per via della latitudine, infatti, il sole affiora dalla linea dell’orizzonte per poche ore al giorno. L’inverno è considerata bassa stagione, e vi permetterà di trovare buone offerte per una città non esattamente economica: oltretutto, il buio anticipato permette di ammirare l’Aurora Boreale. L’estate non è certo calda, con massime che di norma non superano i 15°C, ma vanta uno straordinario numero di ore di luce: da fine maggio a metà luglio infatti si verificano le cosiddette “notti bianche”, con il sole che scende di poco sotto l’orizzonte determina anche in piena notte una luce crepuscolare.

Cosa vedere a Reykjavík: le principali attrazioni e località

  • Hallgrimskirkja
  • Harpa
  • Cerchio d’Oro
  • Perlan
  • The Sun Voyager
  • Museo fallologico islandese
  • National Museum of Iceland
  • Reykjavík 871±2
  • Galleria Nazionale d’Islanda
  • Vikin Maritime Museum
  • The Einar Jònsson Museum
  • Arbaejarsafn
  • Reykjavík Art Museum
  • Whales of Iceland
  • Reykjavík Museum of Photography

Cosa Mangiare

La cucina di Reykjavík ha tutte le caratteristiche della gastronomia nordica. Alimento principale è il pesce: halibut, salmone, baccalà, razza, trota di acqua dolce, il pesce gatto e persino la balena. Il piatto nazionale è il Porramatur, ovvero frattaglie di pesce e carne accompagnate da pane duro, detto Rugbrao. Altra ricetta tipica è l’hakarl, carne di squalo lasciata ad essiccare per settimane, esposta agli agenti atmosferici, un piatto piuttosto forte che viene consumato in genere con l’acquavite Brennivin, che significa “morte nera”. Per dolce infine, provate i Ponnukokur: deliziose crepes alla cannella, servite con yogurt, panna o sciroppo d’acero.

Feste e ricorrenze

  • 1 Gennaio:
    Capodanno
  • Gennaio – febbraio:
    Festival di metà inverno
  • Febbraio:
    Festival della Luce
  • Febbraio:
    carnevale
  • 1 marzo:
    giornata della birra
  • Marzo – aprile:
    Pasqua
  • 21 aprile:
    Primo giorno d’estate
  • Maggio – giugno
    Reykjavík Arts Festival
  • 17 giugno:
    Festa Nazionale
  • 9 – 10 luglio:
    Festival Vichingo di Reykjavík
  • Primi di agosto:
    Innipùkinn – Reykjavík Indoor
  • Primi di agosto:
    Reykjavík pride
  • 13 agosto:
    Reykjavík bacon festival
  • 18 – 20 agosto:
    Notte Culturale di Reykjavík
  • Fine settembre / inizio ottobre:
    Festival del Jazz, Festival Internazionale del Film
  • 25 dicembre:
    Natale
  • 31 dicembre:
    San Silvestro

Cosa portare in valigia

Il clima di Reykjavík è fortemente variabile: si dice che si possano sperimentare le quattro stagioni in un giorno. Di certo, però, in Islanda non fa mai propriamente caldo: ecco perché in ogni stagione è bene avere qualcosa di più pesante per coprirsi in caso di repentini cambi meteorologici, e soprattutto un ombrello per le piogge, diffuse più o meno in tutto l’anno. Importante anche una sciarpa o un foulard per proteggersi dall’eventuale vento. In inverno non fa eccessivamente freddo, quindi basterà un normale abbigliamento pesante, in estate invece, essendo le temperature bassine, sarà bene avere un cardigan sempre a portata di mano.

Quanto costa assicurare questo viaggio? Fai preventivo
torna in cima