di Andrea Pepe , 04.09.2020

Tra le oltre 1000 isole della Croazia, ve ne sono solamente una cinquantina abitate, ognuna con le proprie caratteristiche e peculiarità. Tra tutte queste isole però, una in particolare spicca sulle altre grazie ad un velo di mistero e un fascino selvaggio, che è riuscita a mantenere anche a causa dell’isolamento dovuto alla guerra.

L’isola di Vis è stata infatti utilizzata come rifugio e base della resistenza da Tito, durante la Seconda Guerra Mondiale, per contrastare l’occupazione dell’esercito tedesco e, come base militare jugoslava fino all’inizio degli anni ’90. Questa situazione, e la lontananza dalla costa croata, hanno reso possibile che il ciclo naturale degli eventi facesse il suo corso senza quasi nessun intervento da parte dell’uomo. L’unica presenza umana sull’isola durante gli anni della militarizzazione, si limitava, oltre alla presenza dei soldati, ad una manciata di case sparse tra le varie coste e insenature. Il paesaggio dell’isola risulta perciò ancora selvaggio, con meravigliose attrazioni naturali da visitare, come spiagge, baie e calette appartate, che sapranno ripagare ampiamente del tempo impiegato per raggiungerle.

Come arrivare a Vis

Arrivare a Vis non è proprio immediato, non ci sono aeroporti e l’unico modo per raggiungerla è via mare. Sappiate che dall’Italia non ci sono traghetti che portano direttamente sull’isola ma, partendo da Ancona, si potrà raggiungere Spalato, dove si farà scalo per prendere il traghetto o il catamarano che condurrà sull’isola. Vis si trova a quaranta km di distanza dalla costa, se si sceglie l’opzione traghetto bisogna però mettere in conto circa due ore e mezza di traversata, con il catamarano invece solamente un’ora e un quarto.

Le spiagge più belle di Vis

L’isola di Vis è perfetta come meta per le vacanze estive all’insegna della vita da spiaggia: i suoi 90 km quadrati ricchi di vegetazione a picco sul mare, baie da sogno, calette nascoste raggiungibili esclusivamente via mare e spiagge meravigliose, la rendono il punto d’arrivo estivo ideale per molti turisti. Certo, l’isola è un vero paradiso ma non tutti sono disposti a passare tanto tempo in mare per raggiungerla, per questo è considerato un luogo ideale per chi non ama la folla e vuole rilassarsi al sole. Alcune delle spiagge e baie più belle sono:

  • Grandovac
  • Milna
  • Zaglav
  • Srebrna
  • Bili Bok
  • Stiniva
  • Smokova

Leggi anche “Le 10 isole più belle della Croazia”

Dove dormire a Vis

Sull’isola di Vis non vi sono hotel a causa della sua lunga assenza dalle principali rotte turistiche, ma chi sceglie di passare qui le sue agognate vacanze, sa benissimo di aver scelto un luogo di relax e pace, circondato dalla natura, perciò non rimarrà stupito dall’assenza di grosse strutture. Le opzioni per soggiornare sull’isola però non mancano, infatti ci sono una grande quantità di appartamenti, case vacanza e affittacamere, gestiti direttamente dagli abitanti dell’isola e dati in affitto per la stagione estiva ai vari turisti. I luoghi principali dove soggiornare sono: Vis città, dove arrivano i traghetti da Spalato e perciò luogo ideale per riposarsi dopo il lungo viaggio in mare, e Komiža, un piccolo e caratteristico villaggio di pescatori adagiato ai piedi di un monte.

Cosa vedere: le attrazioni principali

Apprezzatissima dai velisti e da tutti i cultori dei diversi sport acquatici, Vis offre anche svariati km di strade sterrate all’interno dell’isola, ideali per gli amanti del trekking o della mountain bike. Si possono visitare quelli che una volta erano i tunnel, le grotte e i bunker militari, alcuni dei quali oggi sono stati riadattati a cantine per la conservazione del vino locale.

Vis città

Vis città è il più grande insediamento dell’isola, una piccola città dove, passeggiando lungo le strade, incontrerete anche i segni della dominazione veneziana. Sorge su una meravigliosa baia a forma di ferro di cavallo, divisa in due differenti insediamenti: Luka a nord-ovest della baia e Kut a sud-est. A pochi passi dal porto, si possono ammirare i resti delle terme e di un teatro dell’ex colonia greca Issa e della romana Lissa. Per avere più informazioni riguardo a questi due luoghi, si può scegliere di visitare il museo archeologico di Vis, dove si potranno anche ammirare sculture e ceramiche dell’epoca.

Komiza

Komiža non offre particolari attrazioni, ma vale la pena visitarla per perdersi un paio d’ore tra le sue piccole viuzze, tra le case di pietra che dal molo risalgono verso il monte dove sorge questo piccolo borgo di pescatori.

La Grotta Azzurra di Biševo

Altra attrazione da non perdere assolutamente è la bellissima Grotta Azzurra di Biševo che, essendo sulla piccola isoletta di Biševo, è raggiungibile solo con una piccola gita in barca organizzata che parte da Vis. La particolarità di questa grotta è costituita da un’apertura sottomarina che, durante un preciso orario della giornata, permette ai raggi del sole di defluire creando dei meravigliosi riflessi di luce azzurra all’interno e le acque cristalline, rendendo così il fondale visibile e creando sfumature di colore suggestive, che vanno dal rosa tenue al grigio-argento. Durante la gita le barche fanno una sosta all’interno della grotta per permettere ai turisti di farsi un bagno in questo luogo incantato.

Leggi anche “Vuoi andare al mare in Croazia? Scopri le mete più belle”.

Tags

Croazia


← Pink Beach, Harbour Island: la splendida spiaggia rosa delle Bahamas

5 Musei di Zagabria assolutamente da visitare →