di Maria Vittoria Ghini , 07.06.2018

L’Oktoberfest di Monaco è considerata da molti come la più grande festa del mondo, in grado di attirare tra i 6 e i 7 milioni di visitatori. Quella che viene definita, un po’ semplicisticamente, come una grande “Festa della birra”, ha aperto battenti nei primi anni del 1800, e oggi è in grado di attirare turisti da tutti e 5 i continenti.

L’accesso gratuito, l’enorme quantità di persone, e soprattutto di birra, ha reso questa manifestazione molto popolare tra i giovani, ma anche molto criticata da una parte dei tedeschi.

In realtà l’Oktoberfest vuole essere un evento per famiglie, al quale possono accedere tutti, e l’organizzazione negli ultimi anni si sta muovendo proprio in questa direzione.

Più che una fiera, o un festival, l’Oktoberfest è una vera e propria tradizione non solo dei bavaresi, ma di tutti i tedeschi. Può essere amata o mal digerita, ma resta comunque una delle feste più belle del mondo, e uno di quegli eventi a cui partecipare almeno una volta nella vita.

Quando si festeggia

L’Oktoberfest si festeggia tra le ultime 2 settimane di settembre, quando il clima è più mite, alla prima di ottobre. Dura mediamente 16 giorni ma può durare anche qualche giorno in più.

Durante i giorni feriali, la fiera apre i battenti alle 10 della mattina, mentre nel fine settimana è possibile entrare fin dalle nove. L’Oktoberfest chiude sempre alle 23.30 ma smettono di servire birra circa un’ora prima.

Ci possono essere giorni o eventi speciali in cui l’orario di chiusura viene prolungato.

Le origini in breve

L’Oktoberfest ha avuto origine nel 1810, in concomitanza con il matrimonio reale del principe Ludwig con Therese di Sachsen-Hildburghausen. La location dove si tenne la manifestazione è la stessa utilizzata ancora oggi, prese il nome proprio da Therese, e venne chiamata “Theresienwiese”, il campo di Teresa.

L’evento del 1810 fu veramente colossale per l’epoca, anche perché vennero invitati anche i sudditi. Da lì si pensò di ripetere ogni anno l’evento, che però durava solo pochi giorni agli inizi del mese di ottobre.

La manifestazione inizio a crescere e ad attirare persone, anche se subì molti arresti nel tempo, almeno una ventina, dovuti a pestilenze e a guerre.

Durante il periodo del dominio Nazi-Fascista, l’Oktoberfest divenne un mezzo per la propaganda, ma durante la Seconda Guerra Mondiale fu sospesa.

La manifestazione subì una notevole crescita di affluenza già agl’inizi del 1900, quando si decise di farla iniziare a fine settembre, così da poter approfittare di condizioni climatiche più favorevoli.

Finita la guerra, si dovette aspettare il 1949 per poter di nuovo partecipare all’Oktoberfest, ma nonostante le tante battute d’arresto, la crescita costante l’ha portata a raggiungere oggi i 7 milioni di partecipanti.

Dove si festeggia

L’Oktoberfest si festeggia nell’area di Theresienwiese, ampia circa 100 ettari. La fiera si trova fuori città, ma ben collegata e facile da raggiungere, bastano infatti meno di 30 minuti partendo dal centro di Monaco.

Se preferite un ambiente più tranquillo, vi conviene visitare l’Oktoberfest dal lunedì al venerdì, dalla mattina fino alle 18, orario in cui iniziano ad affluire i più giovani e l’atmosfera inizia a diventare più movimentata.

Bierzelte

I Bierzelte sono gli stand, dei veri e propri locali all’aperto, dove è possibile sorseggiare la birra locale. Qui possono entrare anche 10.000 persone, ma è veramente difficile trovare un posto a sedere, inoltre, per ragioni di sicurezza, la Security limita l’accesso.

Se volete provare a sedervi in questi grandi locali, dovete recarvi qui di mattina, piuttosto presto. Se siete in comitiva, la soluzione migliore è che vi diate il cambio, lasciando sempre almeno un paio di persone al tavolo in modo da non perderlo.

La birra

Ovviamente la più grande attrazione dell’Oktoberfest è proprio la birra, creata appositamente per l’occasione. La birra prodotta durante l’evento non la troverete in locali o nei supermercati, e promette di essere veramente di qualità, ma ovviamente, non bisogna mai esagerare.

Un bicchiere di birra costa circa 11 euro, ma è buona abitudine lasciare il resto come mancia.

Non solo birra

L’Oktoberfest, come abbiamo anticipato, è molto di più di una festa della birra come tante, qui infatti troverete anche un luna park, famoso per le sue particolari attrazioni. Prima tra tutte, che non citare la ruota panoramica alta 50 metri, oppure il divertente Toboga, uno scivolo i 8 metri, o l’Altalena delle Streghe.

Una delle attrazioni più famose è però l’Olympia Looping, un ottovolante tra i più grandi del mondo.

Come partecipare all’Oktoberfest 2018

L’Oktoberfest 2018 si terrà tra il 22 settembre e il 7 ottobre. Vi conviene muovermi con largo anticipo per prenotare il viaggio, più o meno intorno a giugno. Uno dei modi migliori per raggiungere Monaco è in autobus, con un viaggio organizzato, ma potete decidere anche di andare in treno o in aereo. La scelta del mezzo di trasporto dipende molto dal tempo che volete dedicare al viaggio, ma in ogni caso, resta sconsigliato andare in macchina.

Per l’alloggio vi consigliamo di restare vicino al centro di Monaco, così oltre alla fiera potrete cogliere l’occasione per visitare questa bellissima ed ospitale città.

Sicurezza

A seguito dei diversi attentati che hanno colpito la Germania, all’ingresso della fiera troverete polizia e sicurezza privata. Non potrete portare con voi zaini o borse troppo grandi, la cosa migliore infatti è avere con se un piccolo marsupio.


← Cosa vedere a Coney Island oltre al Luna Park

Boryeong Mud Festival: la “festa del fango” più grande del mondo →