di Valentina Salis , 27.06.2018

Il Nagasaki Kunchi Festival è uno dei più importanti eventi del Giappone, particolarmente apprezzato in tutto il paese ma anche all’estero.

Si tratta di un evento a dir poco folkloristico, antico circa 400 anni e veramente affascinante. Pertanto se decidete di visitare ad ottobre il Giappone, non perdete l’occasione di fare un salto al Nagasaki Kunchi Festival.

Prima di lasciarvi alla presentazione del festival, vi ricordiamo che il Giappone è un paese ricco di eventi, e se volete conoscere quali sono i più importanti, vi consigliamo di leggere il nostro articolo “Festività giapponesi ed eventi nella terra del sol levante”.

Breve storia

Il Nagasaki Kunchi Festival vanta una storia di circa 400 anni, essendo stato realizzato per la prima volta intorno al 1630. La festa ha rappresentato negli anni significati diversi, ma è nata come omaggio alle divinità del Santuario di Suwa e come “Buon auspicio” per il raccolto autunnale. Successivamente è diventata anche una manifestazione usata per salvaguardare la tradizione giapponese dall’avvento della religione cristiana, ma non finisce qui.

Data la sua posizione strategica, Nagasaki era praticamente il più importante porto commerciale giapponese, dove attraccavano navi e merci provenienti da tutto il mondo. Il Kunchi Festival infatti, nelle sue danze e rappresentazioni varie, rende ancora oggi omaggio ai tanti popoli che sono arrivati in Giappone una volta che i suoi confini sono stati aperti.

Il festival

Il Nagasaki Kunchi viene festeggiato ogni anno da circa 400 anni, e coinvolge i circa 60 quartieri di Nagasaki. L’elemento che caratterizza il festival sono le “Danze”, anche se il nome non va inteso nel senso occidentale del termine. Chiamarle danze infatti può sembrare riduttivo perché sono più che altro delle “Spettacolari” rappresentazioni teatrali che incarnano lo spirito e la cultura giapponese.

Le danze del festival vengono realizzate da varie compagnie appartenenti ai vari quartieri, che si alternano annualmente nelle esibizioni. Ogni anno infatti si esibiscono meno di una decina di quartieri, che si alternano in un ciclo che dura complessivamente 7 anni.

L’altra grande particolarità del festival è infatti che ogni anno è diverso dal precedente, o per meglio dire, che si ha bisogno di ben 7 anni per vedere le esibizioni di tutti i quartieri di Nagasaki.

Quando si festeggia

Il Nagasaki Kunchi Festival dura 3 giorni e cade ogni anno nello stesso periodo, ovvero dal 7 al 9 ottobre. Ogni anno sono veramente moltissimi i turisti che accorrono per vedere la manifestazione.

Origine del nome

Ogni nome ha un significato, ma se siete amanti della cultura di questo paese, saprete che i giapponesi sono dei veri maestri in questo.

Anche il festival non poteva non avere un suo significato nascosto nel nome, anche se in questo caso, la spiegazione è molto “Pratica”, lontana dalla tradizionale filosofia giapponese.

Kunchi infatti viene da ku-nichi che significa “Nono giorno”. Il festival infatti cade all’incirca il nono giorno del nono mese del calendario lunare.

Hono-Odori

L’evento più importante del Nagasaki Kunchi Festival è quando si svolgono le “Hono-Odori”, ovvero le danze organizzate dalle varie compagnie dei quartieri. Come vi abbiamo anticipato, chiamarle danze è riduttivo, in quanto sono complesse rappresentazioni, difficili da descrivere a parole e in grado di coinvolgere il pubblico che ne resta ogni anno entusiasta.

Durante le Hono-Odori potrete veder “Danzare” una barca, una balena o anche un drago, vi ricordiamo inoltre che nelle varie danze, sono ancora presenti elementi che omaggiano la cultura occidentale, in particolare paesi come la Germania, l’Olanda e il Portogallo.

I biglietti per i posti a sedere

Prima di partire alla scoperta di questo festival, dovete essere consapevoli del fatto che è molto difficile prenotare dei posti a sedere, in quanto vengono venduti rapidamente una volta resi disponibili.

Il Giappone

Il Giappone è un paese veramente suggestivo, ricco di eventi e attrazioni, la cui “Esplorazione” inizia a Tokyo per terminare in un delle tante località interessanti, come appunto Nagasaki.

In genere quindi, non ci si reca mai in Giappone per visitare solo una città, ma senza una buona guida di viaggio, è molto difficile creare il proprio itinerario.

Vi invitiamo pertanto a leggere il nostro articolo “Guida del Giappone: tutto quello che devi sapere”, così da poter organizzare al meglio il vostro tour del paese.

Assicurazione Viaggio per il Giappone

Proteggendovi in caso di impresvisti potrete godervi serenamente la vostra vacanza in Giappone. L'assicurazione viaggio offre una copertura relativa non solo alle spese mediche, ma anche ad altri servizi legati all’assistenza medica come ad esempio il rimpatrio ed il servizio di trasporto al centro medico più vicino. Anche lo smarrimento bagaglio e l'annullamento del viaggio vengono coperti dalle nostre polizze viaggio. Scegli quella più adatta alle tue esigenze.


← Alla scoperta di Bollywood e dei suoi Studi cinematografici

Visitare il quartiere di Harlem: la storia e le attrazioni principali →