di Giorgia Alto , 15.11.2021

Famosissimo complesso scultoreo incastonato nella viva roccia, il Monte Rushmore è un monumento nazionale apparso in tantissimi film americani. Si innalza sulla parte della catena montuosa delle Black Hills, in Sud Dakota, ed ha un’estensione di poco più di 5 chilometri quadrati ed un’altezza di 20 metri.

La classificazione internazionale delle aree protette lo ha categorizzato come monumento naturale in quanto scolpito nella roccia e formato da enormi blocchi granitici.

Chi sono le persone scolpite nella roccia del monte Rushmore?

Scolpite nella roccia del monte Rushmore ci sono 4 persone dalla fama indiscussa, 4 presidenti americani che in un modo o nell’altro hanno segnato la storia di questa grande nazione.

Partendo da sinistra, si vedranno:

  • George Washington
  • Thomas Jefferson
  • Theodore Roosevelt
  • Abraham Lincoln

La scelta di questi 4 presidenti non è casuale, essi sono stati infatti scelti come simboli:

  • della nascita (George Washington)
  • della crescita (Thomas Jefferson)
  • dello sviluppo (Theodore Roosevelt)
  • della conservazione (Abraham Lincoln )

Nel suo complesso quindi, questo monumento è il simbolo dei primi 150 anni di storia americana.

Da chi è stato scolpito il monte Rushmore e quando

La realizzazione dell’opera, come si può immaginare viste le sue dimensioni, richiese un notevole arco di tempo.

I lavori cominciarono nel 1927 per opera dello scultore statunitense Gutzon Borglum, che continuò a lavorare sul progetto fino alla sua morte, avvenuta nel 1941. Gutzon aveva origini danesi, aveva studiato a Parigi e aveva come mastro carpentiere Luigi del Bianco, uno scultore italiano naturalizzato americano, il quale ebbe un ruolo determinante nella realizzazione di questo monumento.

Alla realizzazione della scultura parteciparono in tutto, nel corso degli anni, circa 400 operai e, dopo la morte di Gutzon, l’opera fu completata dal figlio Lincoln nello stesso 1941.

In tutto, quindi, questo monumentale complesso ha richiesto 14 anni di lavori.

La storia del Monte Rushmore in breve

Il progetto iniziale prevedeva che venissero scolpite le figure per intero. La scelta di limitarsi al viso dei 4 presidenti fu dettata dalla mancanza di fondi sufficienti.

I lavori cominciarono sotto la presidenza di Calvin Coolidge e terminarono con la presidenza di Franklin D. Roosevelt. Il nome Rushmore si deve a un imprenditore e avvocato statunitense, Charles Rushmore appunto, che contribuì alla realizzazione dell’opera con ingenti donazioni.

Il primo viso ad essere scolpito fu quello del presidente Washington e venne completato nel 1934. Successivamente fu creato il volto di Jefferson (completato nel 1936), seguito da quello di Lincoln (completato nel 1937) e infine quello di Roosevelt (completato nel 1939).

Inizialmente, partendo dal volto di Washington, la scultura doveva svilupparsi verso sinistra, ma ci furono dei problemi con il granito che cominciò a sfaldarsi e poi a crollare. Per questo motivo Gutzon fu costretto a procedere verso destra ottenendo il risultato visibile tutt’oggi.

Per il completamento dell’intera opera sono state rimosse circa 450 mila tonnellate di granito.

Monte Rushmore National Park: cosa vedere e cosa fare

Il Monte Rushmore National Park è aperto tutto l’anno salvo condizioni meteo avverse. Si può organizzare un giro autonomo oppure si può partecipare a tour organizzati da guide turistiche.

Se si ha poco tempo a disposizione, in un pario d’ore è possibile visitare tutte le principali attrazioni.

La prima cosa da fare è sicuramente il Presidential Trail, ossia un percorso circolare che permetterà di ammirare da vicino e da varie angolazioni la gigantesca scultura dei 4 presidenti.

Questo percorso include inoltre una visita agli Sculptor’s Studios, ossia lo studio degli scultori, dove sarà possibile scoprire i vari passaggi della realizzazione di questa opera monumentale.

Altra tappa interessante da vedere è il Lincoln Borglum Visitor Center, dove viene trasmesso un filmato sulla storia del monte Rushmore dalla durata di circa 20 minuti.

Se poi si ha più tempo a disposizione, e si è interessati anche ai dintorni del monte, allora potrebbe essere interessante partecipare a uno dei vari tour organizzati. Variano per durata (alcuni arrivano anche a 9 ore) e per prezzi, ma ce ne sono per tutti i gusti.

Uno dei tour più brevi (e probabilmente uno dei più suggestivi) è il Mont Rushmore Lighting Cerimonia. Dalla durata di 4 ore, comincia alle 19 e permette di assistere alla incantevole cerimonia di illuminazione del monumento.

Il tour avverrà in limousine e, dopo l’accensione dei fari che illumineranno i 4 presidenti, prevede il ritorno presso i principali alberghi di Rapid City. Senz’altro un’esperienza magica.

Tra i tour più lunghi, è bene ricordare il Tour Safari del Monte Rushmore e dintorni che, partendo sempre da Rapid City, permetterà di ammirare:

  • il Monte Rushmore -il Crazy Horse Memorial
  • il Sylvan Lake -the Needles
  • il Mount Coolidge
  • la Wildlife Loop Road
  • il Custer State Park
  • l’Iron Mountain Road

In vacanza negli Stati Uniti: e l’assicurazione viaggio?

Se avete deciso di visitare le città americane o i suggestivi parchi, prima di partire dovete assicurarvi di avere il Passaporto Elettronico e tutta la documentazione necessaria per entrare negli Stati Uniti, come per esempio l’ESTA.

Leggi anche “Tutti i documenti necessari per un viaggio negli Stati Uniti”.

Ricordiamo inoltre che gli Stati Uniti prevedono un Sistema Sanitario Nazionale prevalentemente privato e che non prevede cure gratuite per i turisti, neanche se europei.

Pertanto, può essere molto utile sottoscrivere una polizza viaggio.

Per saperne di più, potete leggere anche la nostra pagina dedicata “Assicurazione Viaggio per gli Stati Uniti”.


← +10 idee per una vacanza a novembre al caldo

Tutti i documenti necessari per un viaggio negli Stati Uniti →