di Valentina Salis , 22.06.2017

Come tutti sanno, Miami presenta un clima tropicale, caratterizzato da caldo e sole tutto l’anno, ma mentre l’inverno presenta meno piogge e temperature più miti, in estate le piogge sono frequenti e l’afa si fa sentire.

La città che ha visto la neve solo una volta nella storia della sua fondazione, e a ben 10 km dai suoi confini, è sicuramente la meta ideale dove trascorrere un inverno al caldo, soprattutto per gli abitanti del nord Italia che si trovano spesso a battere i denti dal freddo anche in città.

A Miami la stagione più bella è sicuramente l’inverno (dicembre-febbraio), quando piove di meno, il clima è più secco e le temperature sono miti. Non a caso trascorrere Capodanno e Natale a Miami è una delle esperienze più piacevoli che si possono fare e poi cosa c’è di meglio di poter sfoggiare un’abbronzatura da invidia in pieno inverno?

A Miami abbiamo una breve primavera da marzo a giugno e una lunga estate da maggio fino a ottobre. In questi mesi aumenta gradualmente il caldo, l’afa e le precipitazioni, fino ad arrivare a settembre-ottobre, quando il rischio uragani è al suo culmine.

Il periodo migliore per andare in vacanza

Miami è una meta bella da visitare tutto l’anno, anche se sicuramente ci sono dei mesi che possono causare qualche problemino. Ad agosto per esempio piove molto e il caldo è abbastanza insopportabile, mentre tra settembre e ottobre potreste incontrare un “poco-piacevole” uragano. Meglio evitare no? Un periodo veramente ottimale è durante il nostro inverno, in particolare a dicembre, dove oltre a godere di un clima mite potrete anche trascorrere le vacanze di Natale al caldo e soprattutto in spiaggia!

Ovviamente dicembre è uno dei mesi più cari per visitare Miami, quindi se volete risparmiare su volo e alloggio, vi conviene organizzare la vacanza con largo anticipo.

Leggi anche Voli Low Cost e Last Minute: come risparmiare sul biglietto aereo

Precipitazioni

Miami è una città dove piove spesso e anche in maniera violenta, soprattutto tra giugno e ottobre, quando è presente anche il rischio uragani. Ad ogni modo le precipitazioni sono in generale tanto intense quanto brevi, pertanto anche se in estate sono fastidiose, vi permettono comunque di trascorrere una piacevole vacanza.

I mesi in cui piove di meno a Miami sono dicembre, gennaio e febbraio.

Temperature

Le temperature medie a Miami sono abbastanza costanti tutto l’anno, le minime oscillano tra i 15° C di gennaio e i 25 di agosto, mentre le massime viaggiano tra i 24°C di gennaio ai 32° di luglio. In generale le temperature estive sono piuttosto alte, in grado di superare facilmente i 32 °C, mentre in inverno si sta decisamente meglio. Vediamo nel dettaglio:

  • Gennaio temperature medie: min. 15°C - max 24°C
  • Febbraio temperature medie: min. 17°C - max 25°C
  • Marzo temperature medie: min. 18°C - max 27°C
  • Aprile temperature medie: min. 20°C - max 28°C
  • Maggio temperature medie: min. 22°C - max 30°C
  • Giugno temperature medie: min. 24°C - max 32°C
  • Luglio temperature medie: min. 25°C - max 32°C
  • Agosto temperature medie: min. 25°C - max 31°C
  • Settembre temperature medie: min. 24°C - max 31°C
  • Ottobre temperature medie: min. 23°C - max 30°C
  • Novembre temperature medie: min. 20°C - max 27°C
  • Dicembre temperature medie: min. 17°C - max 25°C

Gli uragani

Il “problema uragani” a Miami è concreto e reale, e in genere il rischio di incontrarli si ha tra giugno e novembre. Bisogna precisare che gli uragani non sono tutti uguali, hanno 5 diversi livelli di intensità e in genere si possono prevedere con largo anticipo, anche se il loro percorso può sempre deviare all’ultimo momento. Se vi recate a Miami soprattutto tra settembre e ottobre dovete fare molta attenzione e consultare sempre le previsioni meteo.

Assicurazione viaggio per Miami

Pianificare una vacanza negli USA significa anche raccogliere informazioni utili sulle polizze di assicurazione viaggio. Nel nostro articolo “Perché acquistare un’assicurazione sanitaria per gli USA” forniamo una serie di consigli di viaggio tra cui la raccomandazione di verificare i livelli di copertura per le spese mediche di una polizza specie se ci si reca in un Paese dove il sistema sanitario è privato. Inoltre gli Stati Uniti d’America possono rappresentare anche una meta sensibile per il terrorismo e invitiamo i nostri lettori a leggere Terrorismo e assicurazioni viaggio: cosa copre la tua polizza?


← I 5 Musei di Vienna assolutamente da visitare

Isole Andamane: cosa devi sapere prima di partire →