di Davide Rossi , 06.09.2019

Il Messico è una delle mete più belle al mondo per trascorrere una vacanza indimenticabile. Spiagge bianchissime, acque trasparenti, ottimo cibo e una vegetazione terrestre e sottomarina spettacolare. Le immersioni e lo snorkeling sono le attività più praticate. Le località balneari del Messico hanno però anche tanta storia da raccontare. Per non parlare dei piatti tipici, da gustare nei tantissimi ristoranti locali, dove la cucina è incentrata su piatti a base di pesce.

Il clima del Messico


Il Messico è un paese dal clima variegato. Arido sulle coste occidentali e sulle zone montuose del centro nord, ma decisamente più piovoso al sud. Il clima cambia dolcemente da nord a sud, dove si trovano temperature tipicamente tropicali.

Nel centro nord del paese in inverno le temperature scendono notevolmente a causa del “Norte”, un vento freddo proveniente dagli Stati Uniti che provoca vere e proprie ondate di gelo.

La temperatura media dell’acqua

La temperatura media dell'acqua varia a seconda delle zone, ma è dolce sia sulle coste del nord che del sud del paese. Nella baja California la temperatura del mare, da giugno a novembre difficilmente scende sotto i 25 gradi. Nella costa sud del paese, invece, le temperature medie dell'acqua si alzano, fino a toccare punte di 30 gradi da giugno a novembre.

Playa del Carmen

Ex villaggio di pescatori dello Stato di Quintana Roo, sulla punta della costa orientale del paese, è una delle mete turistiche più apprezzate. Ai grandi resort di lusso, nati grazie allo sviluppo turistico dei luoghi, si affiancano piccole strutture, che conservano tutto il fascino dell'architettura tradizionale.
Lungo la Quinta Avenida, la strada pedonale che attraversa Playa del Carmen, si possono trovare ristoranti e localini dove trascorrere piacevolissime serate gustando le specialità del posto. Di giorno invece le attrazioni principali sono le spiagge locali e le gite alle isole di Cozumel, Mujeres, Contoy e Holbox. Il periodo migliore per visitarla va da novembre ad aprile, anche se a settembre e ottobre costa meno.

Tulum

Città della costa caraibica della penisola dello Yucatan in cui si respira, grazie alle rovine ben conservate di un agglomerato Maya, tutto il fascino di questa antica civiltà. A Tulum l'acqua è turchese e la sabbia bianchissima, il periodo migliore per visitarla va da fine ottobre ad aprile, momento in cui si tiene anche la festa di Dia de los Muertos. Da visitare assolutamente l'antica città sul mare e Paradise Beach, una spiaggia intima dove trascorrere piacevoli momenti di relax.

Acapulco

Posizionata sulla costa sud occidentale del Paese, in passato è stato il porto più importante del Pacifico. Parte delle Terras Calientes, ad Acapulco fa caldo tutto l'anno e da novembre a maggio le piogge sono scarsissime. L'origine antica di questa città giustifica la presenza di molti monumenti importanti, come il Museo Storico della Marina, la Cattedrale di Nostra Signora della Solitudine, il Centro Culturale e la parte vecchia della città. Le spiagge più distanti dalla confusione per godersi il sole sono Celtea, Caletilla e Barra Vieja, perfetta per passeggiate al tramonto a piedi o a cavallo.

Cancun

Altra località del Mare dei Caraibi, Cancun è nota soprattutto per le sue spiagge (Las Perlas, Porto Morelos e Delfines) e la sua barriera corallina, che offre a chi ama le immersioni, paesaggi sottomarini unici. A Cancun però c'è anche il Museo Subacuático de Arte, in cui sono conservate più di 500 sculture realizzate da diversi artisti. L'obiettivo di questa opera è di creare una sorta di barriera corallina artificiale, creando un ambiente in cui i coralli possano attecchire e crescere, grazie ai materiali con cui sono state realizzate queste figure. Il periodo migliore per godersi questa località va da novembre ad aprile, quando il clima è più secco e il mare ha una temperatura ideale per fare lunghi bagni.

Cozumel

L'isola di Cozumel, grazie alle sue acque trasparenti offre paesaggi sottomarini indimenticabili a chi ama lo snorkeling. Terza isola del Messico per grandezza, gode di una vegetazione rigogliosa fatta di foreste e mangrovie circondate da acque trasparenti e spiagge candide. Il centro dell'isola è San Miguel, che offre infinite possibilità per chi vuole godersi i piatti tipici del posto e fare vita notturna. A pochi passi dalla città è possibile visitare anche il bellissimo Parco Nazionale di Chankanaab. Colonizzata dal popolo Maya, l'isola conserva molte tracce di questa antichissima civiltà. La popolazione, sempre sorridente e ospitale, vive grazie al turismo e all'artigianato.

Cenote Dos Ojos


La geologia della penisola dello Yucatan si caratterizza per la presenza delle Cenote, grotte sotterranee piene d'acqua, che danno vita al sistema di cave più grande del mondo. Per i Maya questi sistemi di fiumi, a cui si accede tramite bacini di acqua cristallina, erano le porte in grado di condurre a un mondo segreto. Le Cenote più famose sono quelle di Dos Ojos, vicino a Tulum, in cui è possibile fare immersioni e snorkeling, prestando attenzione alle indicazioni fornite dalle guide, per evitare di danneggiare questa meravigliosa creazione naturale tanto bella quanto delicata.

Assicurazione viaggio per il messico

Anche in una destinazione così, che molti definirebbero “Paradisiaca”, i pericoli come non mancano, come per esempio scottature o intossicazioni alimentari.

Per far fronte ad un’emergenza medica, Columbus propone la sua polizza viaggio con assistenza sanitaria per il Messico, con copertura illimitata per le spese mediche all’estero.

Per richiedere un preventivo gratuito compilate l’apposito modulo o contattate i nostri operatori al numero 800 986 782.

Tags

Messico


← Le migliori destinazioni per un Natale al caldo

12 Consigli per il New York Black Friday | Travel Blog →