di Giorgia Alto , 03.06.2020

Quante volte, dopo un volo anche breve, siete scesi dall’aereo indolenziti, con il mal di schiena o con qualche arto intorpidito? Come abbiamo scritto in altre occasioni, viaggiare è stressante per il nostro corpo, anche dal punto di vista muscolare.

Stare seduti diverse ore su un sedile, spesso angusto, può comportare diversi fastidi, sia durante che dopo il viaggio. Per prevenire tutto questo, in molti consigliano di svolgere attività fisica anche mentre si vola, così da prevenire i piccoli fastidi che tanti conoscono bene.

Come spesso accade, anche per aiutare il corpo a star bene durante un volo ognuno ha la sua ricetta, la sua formula, che in genere comprende una serie di esercizi fisici molto semplici, ma altrettanto utili.

Basta effettuare qualche ricerca in rete per rendersi subito conto che non mancano certo idee, consigli e metodi: ma quale scegliere?

Senza ombra di dubbio, il consiglio migliore da seguire è quello di un vero medico o di un professionista del settore. Nel frattempo, vi presentiamo di seguito i migliori consigli presenti in rete per fare esercizi fisici in volo.

Come prepararsi al meglio al volo

Dovete iniziare a prendervi cura del vostro corpo ancor prima di salire a bordo, come? Per esempio viaggiando comodi, evitando jeans attillati e cinture troppo strette.

Anche la scelta delle scarpe è molto importante. Oltre a restare diverse ore seduti, quando si vola si rischia anche di restare molto tempo in piedi, in fila, pertanto è sempre veglio viaggiare con un paio di scarpe da ginnastica.

Anche l’alimentazione è importante, bisogna infatti evitare alcolici, caffè e cibi pesanti. Per saperne di più sull’argomento, leggi anche “Cosa mangiare e cosa bere prima di un volo e cosa no”.

Se vi capita di avere uno scalo, approfittatene per sgranchirvi le gambe con una camminata di almeno 30 minuti.

Alzarsi e passeggiare quando possibile

Terminata la fila per il check-in, adesso siete finalmente saliti a bordo, avete trovato il posto e state sicuramente cercando una posizione comoda.

Per evitare di atterrare pieni di piccoli dolori muscolari, il consiglio più semplice da seguire, e più citato in rete, è quello di passeggiare quando possibile.

Senza dare fastidio agli altri passeggeri, cercate di fare un breve passeggiata lungo il corridoio, almeno ogni 30-60 minuti. In questo caso, scegliere un posto lato corridoio potrebbe essere la scelta migliore.

Muovere i piedi: flessioni e rotazioni

Oltre ad alzarvi e passeggiare lungo il corridoio, ci sono tanti piccoli movimenti da poter effettuare anche da seduti, a partire dai piedi.

Gli esercizi più comuni prevedono la rotazione alternata delle caviglie, e il sollevamento dei talloni e delle punte. Piccoli movimenti che vi aiuteranno a “Svegliare” i vostri piedi indolenziti.

Sollevare le ginocchia

Se lo spazio lo permette, facendo attenzione a chi vi siede accanto, dopo aver mosso i piedi potete passare alle ginocchia.

Un movimento molto semplice consiste nel sollevare la gamba piegata per avvisarla al petto, aiutandosi anche con le braccia.
Si ricorda sempre che non siete in palestra, non state facendo fitness, dovete semplicemente muovere i vostri arti.

Piegamento del busto in avanti e rotazioni

Un esercizio più difficile da fare, ma certamente utile, è quello di piegare il busto in avanti. Ovviamente sempre molto lentamente e facendo attenzione a chi è vicino a voi.

Dopo i piegamenti in avanti, potrebbe dare sollievo anche qualche piccola rotazione alternata del busto: verso destra e verso sinistra.

Rotazione del collo

Quando si trascorrere troppo tempo seduti, collo e spalle sono le zone che più facilmente iniziano a far male.
Oltre a portare con voi un cuscino per il collo, può essere di sollievo effettuare, periodicamente, piccole rotazioni del collo.

Rotazione delle spalle

Ovviamente non si possono stendere le braccia lateralmente mentre si è seduti in aereo, ma è possibile roteare le spalle.

Effettuare piccoli movimenti circolari delle articolazioni può alleviare i dolori dovuti alla postura.

Stendere le braccia

Come abbiamo già detto, non si possono certo stendere le braccia lateralmente durante un volo in aereo, ma si possono stendere in avanti o verso il basso.

Piccoli movimenti dell’avambraccio aiuteranno al circolazione e ridurranno i fastidi dovuti alla situazione.

Un volta atterrati

Se riuscirete a muovere, o meglio a “Smuovere” il vostro corpo durante il viaggio, dovreste atterrare molto più rilassate e sciolti. Evitate comunque sforzi improvvisi e, appena potete, fate una bella passeggiata.


← Il Castello Alcazar di Segovia: la guida di viaggio

I più importanti e interessanti Musei di Edimburgo →