di Andrea Pepe , 24.11.2017

Marzo è il mese della primavera, dello spring break, ma è anche il mese della festa del papà. Sicuramente marzo non è un mese molto movimentato per i turisti italiani, siamo in bassa stagione, ma c’è sempre chi può partire in questo periodo.

Come sempre consigliamo di restare in Italia o in Europa se avete pochi giorni a disposizione, mentre se potete andare un po’ più lontani, vi indicheremo delle ottime mete.

Vietnam

Il momento migliore per visitare il Vietnam è proprio il mese di marzo. In questo periodo infatti, il clima è ottimale praticamente in tutto il Paese, rendendo gradevoli le temperature e scarse le piogge. Non per niente, i tour operator in genere indicano marzo come il mese ideale per un tour del Vietnam. In 7-10 giorni infatti potrete visitare le città principali, Hanoi, Hoi An, Hue, Ho Chi Minh, e anche le attrazioni più importanti del Paese, ovvero: la Baia di Ha Long, il Parco nazionale di Phong Nha-Ke Bang, il Bai Dinh Temple, la Città Imperiale (Hue) e il Tunnel di Cu chi. Per risparmiare qualcosa sul volo vi conviene prenotare il volo in anticipo, mentre se non siete pratici del Sud Est Asiatico, conviene rivolgervi direttamente ad un tour operator.

Leggi anche “Vietnam: cosa vedere e tutte le città più importanti

Hoi An-Vietnam-dove-andare-a-marzo-2018

Hoi An, Vietnam

Croazia

La Croazia è una meta molto quotata a marzo, anche se da un target ben preciso: giovani e studenti. Tra la fine di febbraio e marzo infatti, i giovani di mezza Europa festeggiano lo Spring Break, ovvero la pausa primaverile tra le due principali sessioni d’esami. La Croazia in questo mese organizza eventi e mini crociere dove ci si può divertire, ballare e fare nuove amicizie, pertanto, se siete giovani universitari in cerca di un po’ di sano divertimento, questa è la meta per voi.

Leggi anche “Vuoi andare al mare in Croazia? Scopri le mete più belle

Komiza-Isola di Vis-Croazia-dove andare a marzo 2018

Komiza, Isola di Vis, Croazia

Maldive

Le Maldive ricorrono spesso tra le destinazioni migliori durante il periodo invernale, soprattutto per chi non riesce mai a rinunciare al mare e ad una bella abbronzatura. Anche a Marzo le maldive offrono un clima invidiabile, con una media di circa 28 gradi, ideali per una piacevole e rilassante vacanza. In questo periodo non siamo in “altissima stagione”, ma i prezzi sono comunque alti, a causa ovviamente delle condizioni climatiche più favorevoli. Il vantaggio di andare alle Maldive a marzo è che troverete sicuramente meno persone e meno caos.

Giappone Meridionale

Da fine marzo a fine aprile in Giappone si celebra l’Hanami, la suggestiva fioritura dei ciliegi. Hanami tradotto in italiano significa “ammirare i fiori”, un’espressione che rende perfettamente l’idea di quello che vi aspetta durante il vostro viaggio in Giappone. La ricorrenza è conosciuta come “La fioritura dei ciliegi”, e raggiunge il suo picco nel mese di aprile. Essendo però il Giappone un Paese molto esteso, nelle regioni del sud questa fioritura avviene prima, pertanto se potete recarvi in questo Paese solo a marzo, riuscirete comunque ad ammirarne i ciliegi in fiore.

Leggi anche "Cosa sapere sull'Hanami, la fioritura dei ciliegi in Giappone"

Dubai

Dubai ha un clima caratterizzato da temperature molte alte e poche precipitazioni, più o meno tutto l’anno, ma ovviamente anche nella “Città dei record” ci sono dei periodi in cui il caldo diventa più sopportabile. Marzo è per l’appunto uno dei mesi migliori per recarsi in questa città incredibile, dove potrete visitare il centro commerciale più grande del mondo (con oltre mille negozi) e dove potrete addirittura sciare sulla neve.

Per conoscere tutte le attrazioni più importanti di questa destinazione, potete leggere la nostra guida “Cosa vedere a Dubai: i 10 migliori luoghi e attrazioni

Palermo

“Non ci sono più le stagioni di una volta”, non per niente in Italia, quando arriva la primavera, spesso fa ancora abbastanza freddo e può piovere parecchio, anche se non in tutto il Paese. In Sicilia infatti ci possono già essere giornate in cui le temperature superano i 20 gradi, e anche se fa troppo freddo per fare il bagno, sicuramente si può fare una bella passeggiata in spiaggia. Nel 2018 Palermo sarà incoronata “Capitale italiana della Cultura”, un motivo in più per consigliare una vacanza (più o meno lunga) in primavera, quando il caos dell’alta stagione è lontano e soprattutto quando il clima diventa più mite. Non perdete ovviamente l’occasione di visitare le attrazioni più rinomate, come per esempio: la Chiesa di San Matteo, il Palazzo dei Normanni, il Duomo di Monreale, L’Orto Botanico di Palermo, la Cattedrale di Palermo e la Chiesa di San Cataldo (solo per citarne alcune).

Chiesa-di-San-Matteo-Palermo

Chiesa di San Matteo

Vienna

Marzo è un mese di bassa stagione, soprattutto per il Nord Europa, non a caso i prezzi tendono ad essere generalmente più bassi. In questo periodo infatti si possono trovare delle ottime offerte per molte località, ma per questo 2018, vogliamo consigliarvi Vienna. La capitale austriaca è una meta con un clima particolare, che la rende ad agosto calda, afosa e soggetta a frequenti precipitazioni, per questo ve la consigliamo in primavera. A marzo infatti potrete trovare ottime offerte, non farà caldo ma non farà neanche troppo freddo, e ad ogni modo, ci saranno tanti locali e ristoranti dove potrete scaldarvi assaggiando prelibatezze. Ovviamente, tappa fissa del vostro tour di Vienna, deve essere Il complesso della Hofburg.

Leggi anche: I 5 Musei di Vienna assolutamente da visitare

Assicurazione Viaggio anche a marzo

Chi pianifica di viaggiare anche a marzo, dopo le vacanze natalizie, può pensare all’acquisto di un’assicurazione annuale multiviaggio che offre copertura per più viaggi da effettuare durante l’anno. La polizza multiviaggio offre una copertura per spese mediche illimitata, copertura bagaglio e annullamento fino a 2000 euro.

Clicca qui per avere maggiori informazioni sul prodotto.

Immagine di copertina: Volksgarten a Vienna


← Cosa sapere sull’Hanami, la fioritura dei ciliegi in Giappone

Capodanno last minute: voli, mete e risparmio [2018] →