di Davide Rossi , 26.02.2021

L’assicurazione viaggio è una polizza creata per dare supporto (sotto forma di servizi e/o un risarcimento economico) in caso di eventi come annullamento del viaggio o interruzione dovuta a fatti gravi e indipendenti dalla volontà dell’assicurato, oppure per problemi relativi al bagaglio, o per imprevisti dovuti a infortuni e malattie.

Una delle polizze viaggio più richieste è appunto quella per l’assistenza medico-sanitaria, sia per evitare le spese previste da strutture private, sia per poter usufruire di servizi non previsti dall’assistenza sanitaria nazionale, come per esempio il rientro sanitario o il supporto di un interprete.

In linea di massima, attivando una polizza si gode di un massimale di rimborso che viene applicato a seconda dei vari casi per i sinistri che coinvolgono l’assicurato. La pratica di sottoscrizione, in genere, richiede pochi minuti, spesso avviene online, e permette di affrontare tutti gli altri aspetti del viaggio che si sta pianificando con maggiore tranquillità.

In questo post del nostro travel blog spiegheremo il funzionamento di una polizza viaggio, segnalando anche alcuni degli aspetti delle polizze viaggio Columbus.

Cosa copre l’assicurazione viaggio

Ci sono vari tipi di assicurazione viaggio che variano prezzi e coperture a seconda di vari fattori: come l’età dell’assicurato, la destinazione, e la durata del viaggio, per fare alcuni esempi. In generale però, un’assicurazione viaggio copre: 

  • Assistenza Medica
  • Spese mediche 
  • Trasporto medico 
  • Rimpatrio sanitario 
  • Annullamento viaggio 
  • Interruzione del viaggio 
  • Covid-19
  • Smarrimento, furto e danneggiamento del bagaglio
  • Ritardo aereo

Cosa prevede Columbus Assicurazioni

Le compagnie assicurative possono prevedere polizze diverse per le varie coperture, di seguito vi segnaliamo cosa prevede Columbus Assicurazioni: 

Quando la polizza viaggia non si attiva

In genere, le polizze viaggio non coprono problematiche derivanti da decisioni governative degli Stati. Se la Farnesina sconsiglia una meta per motivi sanitari o di diverso tipo prima dell’acquisto della vacanza, eventuali polizze acquistate per un viaggio verso il paese dichiarato non sicuro sono da ritenersi invalide.

Se invece la Farnesina sconsiglia la meta del viaggio assicurato in un secondo momento, la polizza è tecnicamente valida.

In ogni caso, prima di sottoscrivere una polizza bisogna leggere con attenzione le condizioni contrattuali, solo in quel documento si è certi di trovare tutte le informazioni aggiornati in merito a clausole e coperture.

Solo le “Condizioni contrattuali”, infatti, hanno un valore legale.

Come acquistare una polizza viaggio

Acquistare un’assicurazione viaggio, grazie a internet, è ormai molto semplice. In genere, basta infatti collegarsi sul sito della compagnia scelta, compilare i campi richiesti, e pagare online con uno dei tanti sistemi a disposizione.

In alternativa, per venire incontro a chi non è pratico con il computer, le compagnie mettono a disposizione un call center per l’acquisto telefonico.

Columbus Assicurazioni mette a disposizione dei propri utenti un sistema molto semplice per realizzare da soli, online, il proprio preventivo. Per chi non è pratico invece, è a disposizione un call center dedicato al numero 800 986 782 o +39 02 36 006 622 (Lun - Ven: 10:00 - 18:00 (escluso festivi)

Assicurazione viaggio singolo o annuale multiviaggio

Spesso, con la dicitura “Viaggio Singolo” o “Annuale multiviaggio” si intendono particolari tipi di polizze che prevedono determinate limitazioni riportate, come sempre, nelle condizioni contrattuali.

In generale, quando si parla di “Assicurazione viaggio singolo” si intende la copertura per un’unica vacanza, andata e ritorno, mentre per “Assicurazione Annuale multiviaggio” si intende una copertura assicurativa per ogni viaggio effettuato durante l’anno.

Nel caso di Columbus Assicurazioni, è possibile sottoscrivere un’assicurazione viaggio singolo quando si pianifica una vacanza, andate e ritorno, della durata massima di 365 giorni.

Se invece si preferisce una copertura per ogni vacanza che si intende effettuare durante l’anno, è possibile acquistare un’assicurazione annuale multiviaggio a patto che nessuno di questi viaggi super i trentuno giorni.

Questo tipo di polizza può risultare più conveniente già a partire dal secondo viaggio.

La copertura in caso di Coronavirus

Dall’inizio della pandemia, molte compagnie hanno dovuto cambiare le proprie condizioni contrattuali, inserendo coperture anche per il Coronavirus. Così è stato anche per Columbus Assicurazioni.

Per sapere se una polizza viaggio preveda coperture dovute al Covid-19, bisogna leggere le condizioni contrattuali ma, in genere, queste informazioni sono ben presenti all'interno del sito.

Nel caso di Columbus assicurazioni, sono coperte le spese mediche causate dal covid-19, compreso il rimpatrio sanitario dal 6 giugno 2020. Mentre dal 12 novembre, anche la polizza per l’Annullamento e l’Interruzione del viaggio prevede coperture in caso di malattia dovuta al contagio da Coronavirus.

Per saperne di più in merito all’argomento, vi rimandiamo alla pagina dedicata “Speciale Covid-19”.

Come aprire un sinistro

Solitamente ogni assicurazione viaggio offre strumenti immediati per aprire un sinistro e ricevere l’assistenza necessaria, quasi sempre un numero di telefono dedicato e una pagina web dove si trovano i moduli e viene riepilogato il da farsi in maniera immediata e semplice.

Columbus Assicurazione offre una pagina web (link https://www.columbusassicurazioni.it/apertura-sinistro/) sulla quale si può aprire un sinistro in otto semplici passaggi. 

Basta avere sottomano i documenti personali e di viaggio e la polizza per ricevere assistenza immediata.

Columbus Assicurazioni consiglia sempre, prima di partire, di affidare i documenti relativi alla polizza viaggio a una persona di fiducia. In questo modo, in caso di impossibilità del beneficiario, sarà lui a contattare la compagnia assicurativa.

Inoltre, si raccomanda sempre di segnalare il sinistro il prima possibile.


← Parco Nazionale di Yellowstone: la guida di viaggio

Idea di viaggio per marzo: visitare Berlino →