di Giorgia Alto , 13.09.2019

Baja California è la seconda penisola al mondo per estensione, perfetta per chi vuole viaggiare in auto e godersi il paesaggio. Le strade della penisola permettono di raggiungere le località più pittoresche del Messico. Dai piccoli villaggi alle coste rocciose, Baja California è un luogo in cui si sprigiona tutto il fascino della natura più selvaggia e imponente che si possa vedere, a cui si alternano località balneari incantevoli in cui gustare alcune tra le pietanze di pesce più buone che abbiate mai provato.

Dove si trova

Baja California è una penisola messicana, situata a sud della California Americana e bagnata ad ovest e a sud dall'Oceano Pacifico, ad est invece dal Mare di Cortès. Il turismo, insieme al manifatturiero e all'agricoltura costituiscono le principali attività della popolazione. La capitale industriale è la città di Tijuana, per lo stretto collegamento, anche territoriale, con l'economia degli Stati Uniti. A sud invece predomina di gran lunga il turismo. Le spiagge di questa parte della penisola infatti attraggono turisti da tutto il mondo.

Quanto costano i voli per Baja California?

Non è facile rispondere alla domanda sul costo dei voli dall'Italia a Baja California. Il prezzo infatti è condizionato da molte variabili: il periodo, la compagnia, la classe, quando si acquista il biglietto, la città di partenza e quella di destinazione. Sappiate però, in generale, che per risparmiare occorre prenotare con diversi mesi d'anticipo.

In ogni caso, una volta stabilita la destinazione e la data di partenza, evitando opportunamente i nostri mesi estivi, consultate i siti più affidabili sui voli, dove potete trovare offerte molto interessanti, che comunque difficilmente scendono sotto i 1000 euro circa a persona.

Il clima

Il periodo ideale per visitare il Messico, in generale, è compreso tra ottobre e maggio. Il clima è asciutto e le temperature sono miti. A novembre le piogge finiscono e i turisti devono ancora arrivare, insomma il mese ideale per godersi delle vacanze tranquille. Chi però vuole vedere le balene deve andare da gennaio ad aprile, quando questi grossi mammiferi si spostano dall'Alaska a Baja California per mettere su famiglia.

Leggi anche “Whale Watching: i luoghi migliori dove avvistare le balene”.

Le spiagge, il mare e le località balneari

Una delle località balneari più famose e frequentate da chi è in cerca di divertimento è Rosarito, considerata da molti la capitale mondiale delle aragoste. Sulle sue spiagge sono stati girati film famosi come Titanic e Pearl Harbour.

Rosarito offre moltissimo ai suoi visitatori: bagni di sole, surf, gite in kayak o in mountain bike, serate in discoteca e deliziosi piatti di pesce. A Cabo San Lucas invece c'è una spiaggia davvero romantica, perfetta per le coppie, chiamata Lover's Beach, in cui le scogliere si alternano a piccoli spazi di sabbia bianca in cui prendere il sole. Chi ama fare snorkeling e immersioni invece deve assolutamente trascorrere una giornata a Cabo Pulmo, famosa per la sua barriera corallina.

Whale watching

Chi sceglie di andare a Baja California per vedere le balene nel loro ambiente naturale non ha che l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda le destinazioni in cui praticare Whale Watching. Non è infatti difficile trovare qui tour organizzati per avvistare questi giganti del mare. Cabo Pulmo, Bahia Magdalena, la laguna di San Ignazio e quella di Ojo de Liebre, sono importanti luoghi di riproduzione delle balene grigie.

Da gennaio ad aprile, quasi migliaia di cetacei arrivano da queste parte dal freddo Mare di Bering, affrontando un viaggio di oltre 6000 km, per partorire nelle calde acque di Baja California, dove queste specie possono trovare tutela e protezione.

Un altro luogo dove non è difficile avvistare le balene e delfini è il largo del mare che bagna la città di La Paz (Bolivia), improntata sull'ecoturismo.
Procedendo verso sud a un certo punto dirigetevi prima a Puerto San Carlos nella stagione delle balene e poi fermatevi a La Paz, dove di giorno potete fare snorkeling al largo di Espíritu Santo, compreso all'interno di un’area dichiarata dall'Unesco, Patrimonio dell’Umanità.

Leggi anche “Whale Watching: i luoghi migliori dove avvistare le balene”.

Il Golfo della California

Il Golfo della California, in generale, offre molte mete interessanti. Imperdibile per chi ama fare una gita in pagaia è Mulegè, ma dopo questa sosta dirigetevi a Loreto, dove potete passeggiare sulle strade di ciottoli, ammirare le ceramiche artigianali e gustare una deliziosa birra fresca locale. Gli amanti degli sport subacquei possono ammirare i magnifici fondali del “Parque Marine Nacional Bahìa de Loreto”, che tutela l'oceano dall'inquinamento e dalla pesca senza regole.

Perfetto per lo snorkeling e per le gite in kayak anche il largo dell'isola di Espíritu Santos, vero gioiello di La Paz (Bolivia) e parte di un'area dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

La Baja California è pericolosa?

Un consiglio generale da tenere sempre presente quando si viaggia in Paese che non si conosce è di affidarsi a tour operator ufficiali, optando per un viaggio organizzato, preferibilmente in gruppo. La zona nord e quella del centro sud di Baja California, sono considerate dal Ministero degli affari esteri come aree di particolare cautela, in cui prestare attenzione durante gli spostamenti, a causa dell'alta presenza di gruppi criminali. Le città di Tijuana e Mexicali, in particolare, posizionate appena sotto il confine con gli Stati Uniti, sono da evitare. Il Messico infatti è spesso teatro di scontri tra bande rivali a causa della delinquenza organizzata presente in tutto il paese. (Fonte: Farnesina)

Consigli di viaggio

I cittadini italiani devono portare il passaporto con validità residua di almeno sei mesi, dal momento in cui entrano nel paese.

All’arrivo è prevista la compilazione di un formulario, reperibile presso le Autorità locali, gli aeroporti e le compagnie aeree. Inoltre si deve pagare una tassa aeroportuale, di solito è compresa nel prezzo del biglietto aereo, in caso contrario è necessario pagarla quando si lascia il Paese.

Discorso a parte meritano le vaccinazioni, visto che, anche se non sono obbligatorie, è opportuno fare l'antitetanica, l'antitifica e quelle contro l'epatite A, B, la salmonella e il morbillo. Si consiglia inoltre di adottare tutte le misure preventive contro le punture di zanzara, consumare solo acqua in bottiglie sigillate ermeticamente, cibi ben cotti e disinfettare frutta e verdura. (Fonte: Farnesina)


← Mare a novembre: le mete migliori per fare il bagno e abbronzarsi

Dove si trova l’isola Manhattan (distretto di New York) →