di Giorgia Alto , 14.03.2022

Suggestiva e affascinante, illuminata da un’aura dorata che le conferisce l’aspetto di un gioiello prezioso e, in un certo senso, lo è.

Stiamo parlando di Abu Dhabi, la lucente capitale degli Emirati Arabi Uniti e capoluogo dell’omonimo emirato, una città dalle mille sfaccettature, cosmopolita, piena di vita e centro economico in continua espansione.

Il multiculturalismo e le contaminazioni hanno influenzato notevolmente il suo animo, in bilico tra tradizione e modernità, locale e internazionale, antico e moderno, senza essere troppo conservatore, come dimostrano le miriadi di attività che questa località propone ai suoi visitatori.

All’interno della città si trovano meraviglie naturali, architettoniche e culturali, accanto ad attrazioni più ludiche, il tutto permeato dal lusso tipico degli Emirati che consente di respirare grandiosità ad ogni angolo.

Ci sono divertimenti e punti di interesse per tutti i gusti: dai sensazionali parchi a tema, passando per ultramoderni centri commerciali che si affiancano a souk traboccanti di sete, spezie e incensi, ma anche hotel curatissimi in ogni dettaglio, musei, gallerie d’arte, stupefacenti architetture frutto di un design che mescola diversi stili architettonici.

Ad Abu Dhabi è anche possibile rilassarsi su incantevoli spiagge, ammirare paesaggi in cui si fondono colori e contrasti, lasciarsi rapire dal seducente deserto con le sue oasi, dalle lagune blu e dalle isole che nascondono lussureggianti riserve naturali.

Insomma, un mix di eleganza moderna e di autentica bellezza che, anche per merito dell’ospitalità della gente del posto, sarà capace di soddisfare qualunque visitatore e ogni desiderio di vacanza.

La Grande Moschea Sheikh Zayed

Edificata tra il 1996 ed il 2007, la Grande Moschea voluta dallo Sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, padre fondatore e promotore della formazione degli Emirati Arabi Uniti, rappresenta un vero e proprio simbolo per la città di Abu Dhabi.

Non si tratta solo di una delle più grandi moschee al mondo, ma anche del principale e più grande luogo di culto degli Emirati Arabi, che può ospitare oltre 41 mila fedeli e catturare le interazioni uniche tra l'Islam e le altre culture del mondo.

A questo gioiello architettonico di stupefacente bellezza hanno lavorato professionisti di diverse nazionalità, con il compito di fondere diversi stili, tra cui quello persiano, mughul e moresco.

La moschea è un luogo straordinario da esplorare: vanta una struttura esterna ricoperta da marmi pregiati dal bianco abbagliante, oltre mille colonne incastonate in ametista e diaspro, 82 cupole, 4 minareti, piscine riflettenti, luminosi lampadari Swarovski placcati in oro, un‘iconica sala di preghiera e un cortile in cui è presente una delle più grandi opere d'arte in mosaico di marmo del mondo.

Senza dimenticare la Biblioteca Islamica, tra le raccolte di testi sacri più ricche al mondo. La moschea detiene anche il Guinness World Record per il più grande tappeto tessuto a mano, oltre 5000 metri quadrati finemente decorati.

La Grande Moschea è accessibile ai visitatori solo in specifiche fasce orarie e giorni della settimana e sono organizzati dei tour: trattandosi di un luogo di culto, è necessario adottare un abbigliamento decoroso.

Al Mina Fish Market

Una visita al mercato del pesce di Abu Dhabi rappresenta un’esperienza davvero unica nel suo genere, capace di avvicinare immediatamente allo spirito più genuino della città e dei suoi abitanti.

Lontano dagli stereotipi e dal lusso dei luoghi turistici, il mercato è un luogo a dir poco folkloristico, dove si aggirano abitanti del posto per scegliere il pesce da portare sulle proprie tavole.

Il mercato ospita centinaia di venditori che attirano i visitatori al loro banco per ammirare i freschissimi prodotti, comprese tipologie di pesce “esotiche” e davvero poco occidentali.

Prima di acquistare è doveroso intavolare una contrattazione e pattuire uno sconto sul prezzo iniziale (sempre più alto del necessario). Scelti i prodotti e pagato il prezzo, si viene poi affidati agli esperti pulitori del pesce che, sui loro banconi posizionati in un’area a parte rispetto a quella degli acquisti, puliscono e sfilettano il tutto con scenografica mestria e spettacolari movenze.

E se ciò non bastasse, è anche possibile far cucinare il pesce fresco appena acquistato all’esterno del mercato, in uno dei ristoranti adiacenti.

Dietro al fish market, inoltre, è possibile ammirare le reti e le barche da pesca tradizionali usate dai pescatori e anche approfittarne per scattare qualche fotografia.

Louvre di Abu Dhabi

Un faro che riunisce culture diverse per far luce sulle storie condivise dell'umanità: è questo in breve quello che rappresenta il Louvre di Abu Dhabi che, ancor prima di essere un museo d’arte e civiltà, ha realizzato un importante progetto culturale.

Progettato dall’architetto francese Jean Nouvel e inaugurato l'8 novembre 2017, trova origine in un accordo intergovernativo stipulato con la Francia, grazie al quale viene tra l’altro concessa in prestito la denominazione “Louvre”.

Il museo si trova sull'Isola Sa'diyyat, che ospita il distretto culturale della città (Saadiyat Cultural District) e, con le sue dimensioni di ben 24.000 metri quadrati, è anche il più grande della penisola araba.

All’interno della location viene riprodotta una vera e propria città araba e le gallerie narrano in ordine cronologico la storia dell’umanità in dodici capitoli, dall’arte preistorica a quella contemporanea.

Oltre a un’esposizione permanente, la struttura ospita anche mostre temporanee, un museo per bambini, un auditorium, ristoranti, boutique e un centro di ricerca.

Emirates Palace

Nella città di Abu Dhabi non mancano lussuosi hotel, la cui architettura è di tale magnificenza da rappresentare una vera e propria attrazione anche per coloro che non sono ospiti della struttura.

Emblematico è il caso dell’Emirates Palace, albergo extralusso (si parla di 7 stelle, ma di cui ne sono riconosciute “appena” 5) affacciato su una spiaggia privata di 1,3 km, e ornato da sue cupole e arcate svettanti.

L’edificio, inaugurato nel 2005 e sormontato da oltre 114 cupole, è stato progettato dall'architetto inglese John Elliott e si sviluppa principalmente in lunghezza, mixando elementi dell'architettura islamica con equilibrio, geometria, proporzione e metodi moderni di design e costruzione.

La struttura vanta ampie sale, decorazioni in oro, cristallo e marmo, innumerevoli lampadari di cristallo, una scenografica scalinata all’esterno, con giardini e fontane con giochi d’acqua, nonché circa 400 tra camere e suite.

Oltre a essere una struttura ricettiva di estrema eleganza e opulenza, l’Emirates Palace è un vero e proprio polo culturale per la città di Abu Dhabi, in quanto non di rado ospita spettacoli, concerti e proiezione cinematografiche e viene utilizzato anche come palazzo di rappresentanza e centro congressi.

In realtà, sono diverse le occasioni per concedersi una visita all’interno dell’Emirates pur non essendo ospiti della struttura: l’ingresso è libero per visitare le lobby, così come è possibile entrare per ammirare le mostre d’arte ospitate all’interno della struttura, ma anche prenotare in uno dei ristoranti dell’hotel o concedersi trattamento alla spa.

Diversi tour della città prevedono, inoltre, una veloce sosta all’Emirates Palace per concedersi una foto all’esterno o una visita indipendente alle aree comuni aperte alle visite.

Ferrari World Abu Dhabi

La città di Abu Dhabi brulica di parchi a tema e uno di questa, situato sull'isola Yas, è dedicato proprio alla casa automobilistica di Maranello.

Il Ferrari World Abu Dhabi, progettato da Benoy Architects nel 2005, è un vero e proprio sogni a occhi aperti per i fan del cavallino rampante e dei motori in generale.

La struttura, che celebra l’iconico marchio italiano famoso in tutto il mondo, presenta dimensioni a dir poco ragguardevoli: si contano circa 200 mila metri quadrati in totale, con ambienti interni che raggiungono un’ampiezza intorno agli 85 mila metri.

All’interno del parco sono presenti diverse aree dedicate alla Ferrari, tra cui una pista, un teatro, diverse giostre e attrazioni, un cinema 3D, ma anche una galleria di auto storiche, la riproduzione del paddock e persino l'Italia in miniatura.

Particolare menzione merita la “Formula Rossa”, montagne russe che raggiungendo i 240 km/h in meno di 5 secondi detengono il record di “roller coaster” più veloce al mondo.

Corniche Road

Una delle esperienze più suggestive da concedersi nella capitale degli Emirati Arabi è quella di visitare la Corniche, ovvero il lungomare, considerato un vero e proprio simbolo della città e meta preferita sia dalla gente locale che dai turisti.

Anche nota come “Corniche Road”, si trova nei pressi del Marina Mall, sulla costa Nord-occidentale di Abu Dhabi. Il lungomare, circondato da rigogliosi giardini e percorsi ciclo-pedonali, si estende per circa 8 chilometri, in una cornice a dir poco suggestiva, tra i grattacieli più celebri della città (come il Landmark e le Nation Towers) e lussuosi alberghi.

Oltre ad offrire scorci affascinanti e paesaggi incantevoli, in questa zona si trova il meglio per gli appassionati della vita balneare: infatti, oltre a poter passeggiare o noleggiare una bicicletta, è possibile rilassarsi concedendosi qualche ora in spiaggia, ad esempio sulla deliziosa Corniche Beach dalla sabbia finissima, oppure dedicarsi a sport come beach volley, nuoto e giochi acquatici, addirittura noleggiare una piccola barca, fare pratica con il kayak o lo sci nautico.

Per una pausa o per mangiare un boccone ci sono i diversi locali, ristoranti e cafè che costellano Corniche Road, ma anche bar e negozi e aree attrezzate controllate.

Yas Water world

Per chi desidera trascorrere un’intera giornata a divertirsi con le attrazioni a tema acquatico, non può mancare una visita al Yas Waterworld di Abu Dhabi.

Questo parco di divertimenti si trova sull’isola di Yas, una location particolarmente affascinante e con una vista unica sulle bellezze di Abu Dhabi. Si tratta di un parco in continua espansione che vanta oltre 40 attrazioni tra scivoli e giostre, tutti dotati di tecnologie innovative al punto da aver fatto guadagnare al parco numerosi premi e riconoscimenti.

Molte di queste, infatti, sono strutture uniche e spiccano proprio per le loro particolarità, come ad esempio il Tornando, uno scivolo con un’altezza pari a 235 metri e alimentato da tecnologia idromagnetica.

In particolare, è possibile scegliere le attrazioni tra quattro livelli di intensità e adrenalina: Adrenaline Rush, Exciting Adventures, Moving & Grooving e Young Fun.

Non mancano, inoltre, giochi pensati per i ragazzi e per i bambini più piccoli, il tutto sempre controllato dallo staff del parco.

All’interno della struttura sono presenti anche negozi, souvenir shop, aree relax e diversi ristoranti e chioschi che offrono una ricca selezioni di cibi e bevande.

Durante l’anno e in base ai diversi periodi sono inoltre organizzati eventi ad hoc per intrattenere gli avventori.

Warner Bros World di Abu Dhabi

Come tutti sanno, i divertimenti ad Abu Dhabi non mancano assolutamente e sono pensati davvero per accontentare ogni visitatore.

Uno dei parchi a tema più in voga è sicuramente il Warner Bros World di Abu Dhabi, situato sull’isola del divertimento di Yas Island, dove sono presenti anche il parco Ferrari World e il parco acquatico Yas Waterpark.

Il Warner Bros World, inaugurato nel 2018, vanta 29 giostre e attrazioni di altissimo livello ed è stato costruito utilizzando tecnologie innovative.

Come suggerisce il nome, al suo interno tutto è ispirato ai personaggi del celebre franchise, come i Looney Tunes, gli eroi DC Comics, Hanna-Barbera, i Flinstones e altri.

Nel dettaglio, il parco è organizzato in sei aree tematiche, basati sulle ambientazioni immaginarie collegate ai vari brand, che sono: Gotham City, Metropolis, Cartoon Junction, Bedrock, Dynamite Gulch e Warner Bros. Plaza. Quest’ultima è la piazza centrale del parco e si ispira alla Hollywood del passato.

All’interno del parco ci sono numerose occasioni interattive per i visitatori, vengono organizzati continuamente incredibili spettacoli dal vivo, e sono presenti anche una torre alta 61 metri ispirata all'iconica Water Tower della Warner Bros a Burbank (California), ristoranti e negozi che vendono merchandising e un’ampia selezione di gadget a tema, ispirati ai personaggi Warner Bros.

Quando andare ad Abu Dhabi: il periodo migliore

Negli Emirati Arabi, il clima si presenta arido sub-tropicale: caldo e umido lungo la costa, più secco nell’interno. La città di Abu Dhabi si trova proprio sulla costa, sulle rive del Golfo Persico ed è attraversata dal Tropico del Cancro. Qui si susseguono giornate soleggiate praticamente tutto l’anno e temperature che in alcuni periodi possono raggiungere picchi davvero elevati a causa della coincidenza con alti tassi di umidità.

Le temperature medie possono variare da minime di 13° C nel mese di gennaio (il più “freddo”) e durante la notte, sino a massime di oltre 40° C a luglio e agosto, quando l’umidità raggiunge il suo picco e le giornate si presentano particolarmente afose.

Le poche precipitazioni, scarse e molto rare, si concentrano principalmente nel periodo invernale (da novembre a marzo), con medie di 3 cm nel mese più piovoso di febbraio.

Non si tratta di un clima facile, come dimostra la presenza di impianti di climatizzazione ovunque sia possibile (praticamente in tutti i locali): per questo il periodo ideale per visitare la città di Abu Dhabi è probabilmente durante i mesi più freschi, ovvero da ottobre ad aprile, stagione comunque soleggiata, ma con meno caldo e umidità rispetto ai mesi che vanno da maggio a settembre.

Questo, ovviamente, è un consiglio che vale soprattutto per chi desidera svolgere attività all’aperto (stare in spiaggia, fare escursioni e così via) e non sorprende che questo periodo corrisponda con l’alta stagione, quando i prezzi sono prezzi più elevati.

La temperatura dell'acqua è compresa tra 20°C e 40°C e per chi desidera trovarla perfetto il periodo suggerito è quello che va dalla fine di ottobre a febbraio.

Dubai e gli Emirati Arabi

Da molti anni ormai, il turismo italiano ha imparato a conoscere il lusso, le attrazioni e il mare offerti dai paesi degli Emirati Arabi.

Per quanto si tratta di luoghi moderni e lussuosi, prima di partire si raccomanda sempre di consultare il sito della Farnesina “Viaggiare Sicuri”.

Le polizze viaggio Columbus prevedono coperture valide anche negli Emirati Arabi, e tutte le polizze, compresa l’assicurazione per l’annullamento del viaggio, prevedono coperture anche per il Covid-19.

Per maggiori info, potete consultare la pagina “Speciale Covid-19”.

Altre guide di viaggio per gli Emirati Arabi:

Tags

Abu Dhabi


← Marsa Alam e Sharm el Sheik ad aprile: com’è il clima?

Jamaica: clima, spiagge e vacanze →