di Giovanna Lucchi , 14.01.2022

Non solo Dolomiti e ragioni del Nord Italia: anche l’Abruzzo offre bellissime località sciistiche.

L’Abruzzo è famoso per le coste e la cucina, ma sapete che ha anche bellissime località di montagna? Chi vive nel centro Italia, soprattutto nel Lazio, in genere conosce molto bene le località sciistiche, ma nel resto di Italia, vince la notorietà delle località sciistiche del nord.

In questo articolo, quindi, abbiamo deciso di dare un po’ di visibilità all’Abruzzo, ad alcune delle località migliori per andare a sciare e per trascorrere una bella settimana bianca approfittando della buonissima cucina locale.

Roccaraso

Situata in provincia dell’Aquila, Roccaraso è probabilmente la maggiore stazione sciistica degli Appennini e si posiziona sullo stesso livello di molti comprensori alpini.

In tutto, il comprensorio sciistico di Roccaraso vanta 130 chilometri di piste e 32 impianti di risalita suddivise tra cabinovie, seggiovie, skilift e tapis roulant.

La cabinovia porta fino a 2142 metri sul livello del mare e tra la vetta e il centro abitato di Roccaraso ci sono circa mille metri di dislivello.

Qui ci sono ben 49 piste solo per lo scii alpino suddivise tra nere, rosse e blu. La maggioranza delle piste sono dedicate a percorsi blu e quindi relativamente facili, più approcciabili anche dai meno esperti. Le piste nere, ossia quelle adatte solo agli sciatori professionisti o comunque molto esperti, sono invece la minoranza. Tutte le piste sono predisposte per l’innevamento artificiale.

Il comprensorio sciistico di Roccaraso offre anche due snowpark, un palaghiaccio per gli amanti del pattinaggio sul ghiaccio e la possibilità di praticare snowkite ed eliski.

A Roccaraso si sono svolte anche numerose gare di livello internazionale come le finali maschili e femminili della Coppa Europea nel 2005 e i Campionati Mondiali juniores nel 2012.

Pescasseroli

Questo comune in provincia dell’Aquila, situato in una conca all’ingresso dell’Alta Valle del Sangro a 1167 metri sul livello del mare, è senza dubbio la più famosa stazione sciistica del centro Italia dopo Roccaraso.

Questo comprensorio sciistico vanta tre seggiovie, due sciovie ed un totale di circa 20 chilometri di piste.

Famosissima è la sua pista nera con pendenze mozzafiato e tratti ripidi importanti, adatta solo ai più esperti. Oltre alle piste classiche ci sono dei sentieri fuoripista e per scii di fondo.

Pescasseroli è famosa anche per ospitare delle validissime scuole per lo sviluppo di questi sport sulla neve anche a livello agonistico.

Campo Imperatore

Sempre in provincia dell’Aquila, a 1800 metri sul livello del mare si trova l’altopiano di origine glaciale di Campo Imperatore. Questo comprensorio sciistico è il cuore pulsante del massiccio del Gran Sasso e vanta vari primati: è infatti la prima stazione sciistica nata sugli Appennini, tra le più elevate e tra le più nevose.

Il comprensorio di Campo Imperatore comprende:

  • 3 impianti di risalita
  • 15 chilometri di piste per lo scii alpino 
  • 60 chilometri di piste per lo scii nordico
  • Piste half pipe 
  • Un anello per lo scii di fondo 
  • Uno snowpark per snowboard 
  • Una serie di percorsi per lo scii d’alpinismo.

Campo Imperatore è anche un ottimo punto di partenza per le escursioni sul Gran Sasso, percorribili sia a piedi che in bici e addirittura a cavallo, sulla famosissima ippovia del Gran Sasso, un percorso lungo circa 300 chilometri che permette di ammirare tutte le meraviglie naturalistiche di questa zona.

Campo Felice

Il punto di forza di Campo Felice è la sua accessibilità. Distando infatti soltanto 113 chilometri da Roma, è ben collegato, e ospita una delle stazioni sciistiche più facilmente raggiungibili d’Italia.

Questo comprensorio, situato parzialmente all’interno del Parco Naturale Regionale Sirente-Velino, offre 30 chilometri di piste di varie difficoltà che arrivano fino a 2064 metri sul livello del mare.

Le piste si dividono quasi omogeneamente tra blu, rosse e nere, per cui ci sono soluzioni ideali per tutti i livelli, dai principianti ai professionisti. Anche gli impianti di risalita sono eterogenei, ci sono infatti manovie, seggiovie e skilift.

Il comprensorio è inoltre dotato di un innovativo impianto di innevamento artificiale che permette di aprire la stazione sciistica anche in periodi di scarse nevicate innevando in tempi brevi 16 chilometri di piste.

Ovindoli

Il nome preciso di questo comprensorio è Monte Magnola-Ovindoli, e si trova sul settore meridionale dell’altopiano delle Rocche in provincia dell’Aquila. Anche questo comprensorio, come Campo Felice, è parzialmente incluso Parco Naturale Regionale Sirente-Velino.

Questa stazione sciistica si trova a 2222 metri sul livello del mare e le sue piste hanno un dislivello di 551 metri. I 20 chilometri di pista disponibili in questo comprensorio sono suddivisi tra piste blu, rosse e nere, anche se la maggioranza sono rosse e quindi di difficoltà media.

In tutto, ci sono 11 impianti di risalita e precisamente 6 seggiovie, una telecabina e 4 tapis roulant. Il comprensorio ospita anche alcune tra le più lunghe piste di scii da fondo di tutta l’Italia Centrale. Qui, inoltre, ci sono 3 famose scuole di scii e una di snowboard.

Campo Imperatore, Campo Felice e Ovindoli fanno parte del comprensorio Tre Nevi, che è il principale comprensorio sciistico dell’Italia centro-meridionale. Le tre stazioni sciistiche sono ben collegate tra loro, ed è in progetto l’ampliazione di questo bacino sciistico con l’apertura di nuovi impianti.

Tags

abruzzo


← Il Carnevale di Colonia “Kölner Karneval”: la guida di viaggio

Il Carnevale alle Canarie: uno dei più belli del mondo →