di Valentina Salis , 21.07.2017

L’Indonesia è famosa per le sue spiagge, soprattutto per quelle della splendida Bali, ma ovviamente la scelta è molto ampia. Scrivere una guida di viaggio su questo argomento non è semplice perché qui il mare è difficile che non sia trasparente e incontaminato, ma da qualche parte bisogna pur iniziare. Di seguito troverete 5 spiagge dell’Indonesia considerate le più belle da molte guide di viaggio, e sicuramente sono tra le più famose.

Scegliete quella che risponde meglio alle vostre esigenze.

Kuta Beach (Sunset Beach), Bali

Bali è probabilmente la destinazione più famosa dell’Indonesia, grazie al suo mare, alla natura, ai massaggi ma anche sopratutto alle sue spiagge. Probabilmente non basterebbe un solo articolo per parlare delle spiagge di Bali, ma in questa occasione vi riportiamo una delle più apprezzate dei turisti: Kuta Beach.

Nota anche come Sunset Beach, la spiaggia è in grado di accontentare turisti molto diversi tra loro, dai surfisti alle mamme. Qui infatti, sul lato ovest dell’isola, il fondale è sabbioso e le onde sono molto belle, ma vicino la spiaggia non mancano ristoranti, locali e hotel anche di lusso. Kuta Beach è sicuramente una delle parti migliori dove alloggiare a Bali e dove approfittare del suo mare da sogno: qui potrete rilassarvi in qualche resort, divertirvi in acqua, o trascorrere piacevoli serate nei vari locali sparsi per il litorale. A voi la scelta.

Vi ricordiamo che da queste parti è sempre vacanza, ma il boom dei turisti in genere è a luglio, agosto, a Natale e Capodanno, mentre se volete conoscere meglio il clima di questa meravigliosa isola, vi consigliamo di leggere la nostra guida di viaggio: Quando andare a Bali per trovare il clima migliore.

Balangan Beach, Bali

Anche Balangan Beach si trova sull’isola di Bali ma sulla costa meridionale. Si tratta di una piccola spiaggia, lunga circa 200 metri e non di facile accesso, ma è considerato il miglior posto dell’isola dai surfisti. Qui sono tanti i turisti che si divertono ad ammirare le acrobazie dei professionisti delle onde, mentre sorseggiano una bibita rinfrescante o approfittano di un tipico massaggio balinese. Balangan Beach può essere considerato un piccolo ritrovo per i giovani o per chi desidera un riparo dai luoghi più inflazionati.

Per una guida completa delle spiagge balinesi, invitiamo a leggere il nostro articolo "Bali: le spiagge migliori, le più belle e le più segrete".

Gili Trawangan e Gili Meno, Lombok

Nella nostra guida abbiamo promesso di parlare di spiagge e quelle di Gili Trawangan e Gili Meno offrono uno scenario incantevole.

Si tratta di due isole a Nord Ovest di Lombok e sono un luogo veramente incredibile per trascorrere le proprie vacanze. Consigliamo le spiagge di queste isole soprattutto agli amanti della natura, del relax e dei paesaggi incontaminati, qui infatti è vietato andare in giro in auto o in motorino e ci si sposta prevalentemente a piedi. Nonostante la vocazione “naturalista” della località non mancano gli alloggi, così come i ristoranti e qualche piccolo locale dove trascorrere le vostre serate.

L’isola è apprezzata anche dagli amanti delle immersioni ed è un’ottima meta per un viaggio di nozze, anche solo per trascorrere qualche giorno durante un tour del Sud Est Asiatico.

Pink beach, Komodo

C’è chi la definisce una delle spiagge più belle del mondo, mentre per altri non è niente di che, fatto sta che Pink beach (la spiaggia rosa) nell’arcipelago di Komodo, merita sicuramente una visita. Il nome della spiaggia è dovuto ai piccoli coralli rossi sparsi sulla spiaggia e sui fondali che riescono ad imprimere alla zona un colore rosa molto particolare. Anche se il rosa non è il vostro colore preferito, qui troverete un mare praticamente trasparente, un fondale incredibile e tante specie di pesce che nuotano insieme a voi.
Pink beach è l’ideale per un’escursione di un giorno, ed è apprezzata soprattutto da chi è in cerca di un po’ di romanticismo.

Gili Nanggu

Le Isole Gili, Trawangan, Meno ed Air sono tra le più famose dell’arcipelago, ma tra di loro c’è una piccola isola che vi garantirà una spiaggia veramente incredibile: Gili Nanggu. Si tratta di un’isola che sembra uscita da un cartone animato a causa delle sue dimensioni e della scelta molto limitata per l’alloggio. Qui infatti c’è un solo posto dove poter dormire e si tratta ovviamente di piccoli cottage e bungalow, ma non vi preoccupate perché sono attrezzati anche per farvi mangiare. Anche qui non serve indicarvi la “spiaggia più bella” perché vi troverete in un ambiente talmente incontaminato che avrete solo l’imbarazzo della scelta. Ovviamente Gili Nanggu è consigliata a chi cerca il vero relax, lontano da tutti e da tutti, e soprattutto a chi è disposto a rinunciare ai benefici che la modernità offre. Comunque non vi preoccupate perché se vi sentite soli o vi annoiate, l’approdo più vicino dista poco più di 10 minuti di barca e dopo un po’ che vi abituerete alla calma di questo posto, difficilmente saprete rinunciarvi. Se non ve la sentite di trascorrere tutta la vostra vacanza a Gili Nanggu, potete recarvi qui solo per un’escursione di un giorno o due.

Assicurazione viaggio per l’Indonesia

Nella nostra serie di articoli dedicati al Sud Est Asiatico cerchiamo sempre di ricordare quanto sia importante partire con un’assicurazione viaggio se si sceglie di andare in luoghi così distanti dall’Italia. Partire protetti è diventata un’esigenza comune tra i viaggiatori sia in Europa per l’allarme terrorismo sia per quel che riguarda viaggi nel continente asiatico. Una polizza viaggio copre rischi di vario genere: chi ad esempio ha in programma di praticare attività sportive acquatiche sulle spiagge indonesiane può pensare di scegliere un prodotto, previa verifica delle condizioni contrattuali, in grado di offrire copertura durante la pratica dello sport.

Clicca qui per maggiori info sulla lista degli sport inclusi in copertura.

Per saperne di più invece sulle garanzie offerte in generale dalle nostre polizze, clicca qui.

Immagine di copertina: Gili Meno, Lombok.


← Tutte le più belle isole dei Caraibi

5 musei di Madrid assolutamente da visitare →